FPschool, scuola di fotografia, Open Day, 14 settembre 2019

pubblicità su FPmag

Guido Guidi, 11 maggio 2011. © Guido Guidi. Guido Guidi, 11 maggio 2011. © Guido Guidi.

La Sardegna secondo Guidi

Guido Guidi. In Sardegna: 1974, 2011 è la mostra dedicata a Guido Guidi prodotta da MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro e ISRE Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna e curata da Irina Zucca Alessandrelli. Si tratta di duecentocinquanta fotografie inedite esposte nei quattro piani del MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro, in mostra fino al 20 ottobre 2019, per presentare la Sardegna vista da Guido Guidi in due momenti, uno nel 1974 e l’altro, a distanza di 37 anni dal primo, nel 2011.

Guido Guidi, Sardegna, maggio 1974, stampa ai sali d'argento. © Guido Guidi.
Guido Guidi, Sardegna, maggio 1974, stampa ai sali d'argento. © Guido Guidi.

Si parte con le immagini in bianconero del 1974, anno del primo viaggio di Guido Guidi in Sardegna, compiuto in un’occasione speciale, il matrimonio di Guido e Marta, un viaggio a tre con l’amico fraterno Maurizio Predazzo. Il giorno del matrimonio, il 25 maggio 1974, i tre partirono con una Fiat 127 e alcune casse di frutta come viveri per il viaggio, dirigendosi verso Civitavecchia, per imbarcarsi sul traghetto diretto a Olbia.
«È stato un viaggio di grandi ristrettezze economiche, – racconta Maurizio Predazzo ricordando l’arrivo a Golfo Aranci – ma con tanti momenti di gioia e grandi scoperte».
Guido Guidi al volante, Maurizio Predazzo accanto con una cartina in mano e Marta sul sedile posteriore, i tre protagonisti hanno percorso questo viaggio senza un itinerario prefissato, che si creava di giorno in giorno seguendo l’istinto. Le fotografie in bianconero che ne sono scaturite, non rappresentano la Sardegna da cartolina, è un'Isola alle prese con i cambiamenti sociali e politici post anni Sessanta. È la Sardegna dei piccoli paesi, delle strade sterrate, degli sguardi pieni di speranza di chi la abitava all'epoca.

Guido Guidi, Sardegna, maggio 1974, stampa ai sali d'argento. © Guido Guidi.
Guido Guidi, Sardegna, maggio 1974, stampa ai sali d'argento. © Guido Guidi.

La mostra prosegue con le fotografie a colori scattate nel 2011, durante il secondo viaggio intrapreso da Guido Guidi con un altro caro amico, il fotografo americano John Gossage. «Io e Guido – ricorda quest'ultimo – siamo amici dal 1987 senza avere una lingua in comune con cui parlare. (…) Ci siamo sempre capiti al volo pur non sapendo io una parola d’italiano e non parlando lui l’inglese. Nel 2011 ero in Italia quando Guido mi chiese di partire con lui in Sardegna. Non avevo nessuna idea di cosa avrei trovato, è stato molto interessante. I compagni di viaggio erano tutti ex allievi di Guido, a parte sua moglie Marta. Io ho semplicemente seguito lui, senza sapere dove saremo andati e senza fare nessun programma, e mi è piaciuto molto».

Guido Guidi, Orgosolo, 14 luglio 2011, stampa cromogenica. © Guido Guidi.
Guido Guidi, Orgosolo, 14 luglio 2011, stampa cromogenica. © Guido Guidi.

In questo secondo viaggio lo sguardo si colora e si avvicina. Angoli, porte, finestre, intonaci sbeccati, facciate incompiute, dettagli che si susseguono, tra ombre e colori netti, rendendoci partecipi di quella quotidianità semplice e silenziosa che caratterizza i piccoli centri della Sardegna. Guido Guidi ricorda che durante questo viaggio avrebbe voluto ripercorrere gli stessi posti del primo, ma avendo perso la vecchia cartina dov’erano segnati tutti i posti visitati, tutto procedette affidandosi al caso, vivendo di fatto un viaggio tutto nuovo.

Guido Guidi, Orgosolo, 14 luglio 2011, stampa cromogenica. © Guido Guidi.
Guido Guidi, Sardegna, maggio 1974, stampa ai sali d'argento. © Guido Guidi.


Se teniamo fede all'impostazione curatoriale che sembra volere la Sardegna come soggetto delle fotografie, Come sempre succede con l'Isola e con i sardi, arrivare a conoscersi non è immediato. Così sembra esser stato anche per Guido Guidi. Una presentazione avvenuta in due incontri. Nel primo, quello del 1974, l'Isola appare ancora come un’estranea, Guidi rimane stupito dalle sue particolarità, dai suoi volti, dal fermento politico e sociale che ha appena attraversato la regione è che ancora si respira. È uno sguardo spesso rivolto verso il basso o carico di lontananza.

Guido Guidi, Orani, luglio 2011, stampa cromogenica. © Guido Guidi.
Guido Guidi, Orani, luglio 2011, stampa cromogenica. © Guido Guidi.

Poi c'è il secondo incontro, quello del volersi ritrovare. Questa volta Guido Guidi sembra aver preso quella confidenza che a un certo punto arriva, raggiunge al cuore della Sardegna, si avvicina, sente i suoi silenzi, le sue pause spesso lunghe, ne rispetta il ritmo e la riservatezza. Nelle sue fotografie nei dettagli, dietro le porte, nelle strade, negli intonaci caduti e in quelli mai fatti, si percepisce forte la presenza di chi non c’è. E ancor più forte quell'autore al cospetto con quanto viene a trovarsi davanti ai suoi occhi.

Un momento della visita alla mostra Guido Guidi. In Sardegna: 1974, 2011 presso il MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro. © Valeria Sanna /FPmag.
Un momento della visita alla mostra Guido Guidi. In Sardegna: 1974, 2011 presso il MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro. © Valeria Sanna /FPmag.

Le opere esposte, sono raccolte in un cofanetto di tre volumi, uno dedicato al primo viaggio nel 1974 e gli altri due a quello del 2011, pubblicato dalla casa editrice MACK Books, e decorato sui due lati con i disegni del percorso fatto da Guido Guidi durante i suoi due viaggi in Sardegna. [ Valeria Sanna ]

Guido Guidi. In Sardegna: 1974, 2011
MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro, via Sebastiano Satta, 27 – Nuoro
21 giugno – 20 ottobre 2019

orario: da martedì a domenica, ore 10,00 – 20,00 | lunedì chiuso
ingresso:
5,00 € euro | 3,00 € ridotto (dai 18 ai 25 anni) | Ingresso libero per gli under 18 e durante la prima domenica del mese.
info:info@museoman.it | 0784 252110 | www.museoman.it

_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ FPtag ] Guido Guidi su FPmag

[ RISORSE ESTERNE ]
Guido Guidi
MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro
MACK Books



pubblicità su FPmag

pubblicato in data 28-08-2019 in NOTIZIE / OPINIONI

GuidoGuidi ValeriaSanna MuseoMAN


partecipa alla discussione




altro in OPINIONI



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright