pubblicità su FPmag
Stéphan Gladieu, Kim Yun Gyong, Han Sol Gyong, Kim Won Gyong, Kang Sun Hwa et Kong Su Hyang au cinéma 3D du SCI Tech Complex, Pyongyang, giugno 2018. © Stéphan Gladieu, Courtesy de School Gallery/Olivier Castaing. 1 / 5       Stéphan Gladieu, Kim Yun Gyong, Han Sol Gyong, Kim Won Gyong, Kang Sun Hwa et Kong Su Hyang au cinéma 3D du SCI Tech Complex, Pyongyang, giugno 2018. © Stéphan Gladieu, Courtesy de School Gallery/Olivier Castaing.

Stéphan Gladieu, Una famiglia in posa nello zoo centrale di Pyongyang, Pyongyang, giugno 2017. © Stéphan Gladieu, Courtesy de School Gallery/Olivier Castaing.2 / 5Stéphan Gladieu, Una famiglia in posa nello zoo centrale di Pyongyang, Pyongyang, giugno 2017. © Stéphan Gladieu, Courtesy de School Gallery/Olivier Castaing.

Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Populaire Démocratique de Corée, Portraits. © Giuseppe Sinatra/FPmag/Palermofoto. 3 / 5       Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Popolare Démocratique de Corée, Portraits. © Giuseppe Sinatra/FPmag/Palermofoto.

Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Populaire Démocratique de Corée, Portraits. © Giuseppe Sinatra/FPmag/Palermofoto. 4 / 5       Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Popolare Démocratique de Corée, Portraits. © Giuseppe Sinatra/FPmag/Palermofoto.

Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Populaire Démocratique de Corée, Portraits. © Salvo Veneziano/FPmag/Palermofoto. 5 / 5       Un momento della visita alla mostra Stéphan Gladieu, République Popolare Démocratique de Corée, Portraits. © Salvo Veneziano/FPmag/Palermofoto.

Ritratti dalla Corea del Nord

La fotografia ad Arles torna ad animare anche i parchi e i giardini. Per i Rencontres 2021, al Jardin d’été, in boulevard des Lycées è possibile visitare gratuitamente la stimolante mostra di Stéphan Gladieu che attraverso una serie di coloratissimi ritratti, esplora e racconta la complicata realtà della società Nord Coreana. Stéphan Gladieu, francese della classe 1969 che vive e lavora in Francia a Boulogne-Billancourt. Nella mostra in grande formato, si evidenzia l’enigma del Nord Corea, che riesce sorprendentemente a non vacillare mai mentre altri regimi autoritari sono crollati negli sconvolgimenti provocati dalla caduta del muro di Berlino, dalla modernità e dai social media. Il Nord Corea sembra essere riuscito a sopravvivere al blocco comunista che ne garantiva la stabilità politica ed economica; resistendo agli embarghi internazionali che miravano a strangolarlo; e ha superato le conseguenti crisi economiche, climatiche e alimentari; e non ha mai vissuto una vera e propria rivolta, nonostante la sorveglianza e la repressione costanti. L’autore racconta che i funzionari nordcoreani erano sconcertati dalla sua proposta di realizzare una serie di ritratti individuali: questo approccio, visto come rivoluzionario, andava contro il senso della cultura collettivista nord coreana. Ma forse per un desiderio di apertura, o perché l'idea delle pose frontali, e dell'inquadratura rigorosa, era loro familiare e comprensibile, le autorità nord coreane hanno permesso la realizzazione del lavoro di Stéphan Gladieu. Flirtando deliberatamente con le convenzioni dell'immagine propagandistica, questo approccio ha reso (all’apparenza) statico, prevedibile e controllabile il lavoro del fotografo.

Insinuati tra i budelli del centro di Arles – chi lo vuole latino, chi lo vuole arabo, chi lo vuole slavo – in questo giardino d’estate, osserviamo nascere immagini che sembrano piante esotiche, orientali di un Corea misteriosa. Una mostra, un’esibizione di un lavoro di ricerca appassionata, stampe che sembrano cresciute da semini piantati 52 anni fa, che ci porta tutto il mistero e il fascino di storie e sguardi che sola la fotografia ci sa dare.

Questa ricerca porta una piccola speranza: gli sguardi di noi attenti osservatori, e di tutti gli altri avventori dei Rencontres, possano annaffiare e rinverdire questa sempre verde voglia di vivere di e con la fotografia. [ Salvo Veneziano e Giusepe Sinatra ]

Stéphan Gladieu, République Populaire démocratique de Corée, Portraits
Jardin d'été – Boulevards des Lycées – Arles FR
4 luglio – 26 settembre 2021

orario: 10:00 – 18:00
ingresso:
info: www.rencontres-arles.com

_ _ _


RISORSE INTERNE
◉ [ FPtag ] Salvo Veneziano su FPmag
◉ [ FPtag ]
Giuseppe Sinatra su FPmag

◉ [ FPtag ] Arles su FPmag

RISORSE ESTERNE
Stéphan Gladieu
Rencontres de la Photographie 2021

Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 09-07-2021 in NOTIZIE / MOSTRE

ARLES2021 StephanGladieu SalvoVeneziano GiuseppeSinatra Corea






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright