pubblicità su FPmag

Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona. Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona.

Roger Corona: fotografia e scultura

Il rapporto tra fotografia e scultura è quasi sempre vissuto in forma di dialogo subordinato, nel senso che la fotografia si limita a documentare, in forme diverse – da quelle più illustrative a quelle più interpretative – le opere scultoree. Ogni tanto può capitare l’eccezione di un rapporto diverso, parallelo, dove il dialogo si dispiega in forma di paritaria corrispondenza creativa: è il caso del progetto Les Femmes de la Lune, realizzato a quattro mani dal fotografo Roger Corona e dalla scultrice e fotografa Vivide Mantero.

Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona. Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona.

L’idea nasce da un incontro tra i due autori avvenuto nel lontano 2003 nell’isola di Zanzibar dove Vivide Mantero viveva e aveva il suo laboratorio d’arte: Roger Corona, affermato fotografo pubblicitario, vi si era recato per un servizio e, conosciuta la collega convertitasi alla scultura del ferro, insieme decidono di far vivere le sculture di sapore mitologico, ancestrale, attraverso una serie di fotografie realizzate da Roger Corona sui corpi nudi di due giovani donne locali.
Dopo una lunga gestazione una selezione di quelle fotografie si materializza in un progetto a cura di Giuliana Scimè e che adesso giunge in mostra a Milano, presso lo Spazio Kryptos, per una mostra a cura di Roberto Mutti nell'ambito del Milano Photo Festival 2019.

Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona. Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona.

Nel delizioso spazio milanese Roger Corona (Marsiglia, 1949, fiorentino d’adozione e residente a Milano) presenta alcune di quelle opere divise in due gruppi: alcune stampe tradizionali, bidimensionali, e altre in cui sulle stampe sono state incastonate le sculture di Vivide Mantero, ottenendo quindi un effetto tridimensionale. Scrive al proposito Roberto Mutti: «Queste opere di grandi dimensioni consentono diverse e altrettanto probabili interpretazioni, ma con intelligenza spiazzano l’osservatore richiedendogli di non limitarsi ad osservarle frontalmente come si fa abitualmente, ma di prendere in considerazione anche altri punti di vista, altre vedute, altre prospettive fisiche o metaforiche che siano».

Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona. Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona.

Il titolo della mostra, Les Femmes de la Lune, allude all’aspetto di queste modelle, inguainate nelle aderenti sculture in ferro realizzate da Vivide Mantero, e che richiamano figure fuori dalla storia e dalla concretezza del mondo reale, quasi personaggi extraterrestri, ma con un forte legame con la Terra, provenienti appunto dalla vicina, fredda e romantica Luna.
Scrive Giuliana Scimè: «Un lavoro compiuto a quattro mani felici che hanno realizzato l’irrealizzabile: fondere la fotografia con il ferro per regalarci una nuova, inconsueta interpretazione di un universo immaginifico.»

Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona. Roger Corona, dalla serie Les Femmes de la Lune. © Roger Corona.

È l’universo di due artisti che hanno saputo incrociare le loro capacità e sensibilità riuscendo a produrre un lavoro intrigante, diverso, dove l’apparente aspetto glamour di una lettura superficiale, passa in secondo piano a favore di una più poetica e profonda lettura sui temi della bellezza e del mistero. [ Pio Tarantini ]


Les Femmes de la Lune
Spazio Kryptos, via Panfilo Castaldi, 26 – Milano
30 maggio – 14 giugno 2019

orario: da lunedì a venerdì, ore 15,30 – 19,00 | sabato e domenica chiuso
ingresso: libero
info: 02 91705085 | 338 2733248 | spazio@kryptosmateria.it
www.milanophotofestival.it

_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ FPart ] FPart: la rubrica di Pio Tarantini
◉ [ FPtag ] Spazio Kryptos su FPmag

[ RISORSE ESTERNE ]
Roger Corona
Vivide Mantero
Spazio Kryptos
Milano Photo Festival 2019

Corso base di fotografia | FPschool - via Sparataco, 36 Milano - info@fpschool.it - tel. 02 49537170 - www.fpschool.it

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 29-05-2019 in NOTIZIE / FPART

RogerCorona VivideMantero SpazioKryptos PioTarantini






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright