pubblicità su FPmag

Moreno Gentili, Lavoro notturno (A Robert Frank) da Rivedute veneziane, 1993. © Moreno Gentili. Moreno Gentili, Lavoro notturno (A Robert Frank) da Rivedute veneziane, 1993. © Moreno Gentili.

Moreno Gentili tra fotografia e scrittura

Nel mese di dicembre 2021il fotografo e artista multimediale Moreno Gentili apre il suo archivio a collezionisti e studiosi, presentando una selezione di alcune tra le sue fotografie più importanti, da quelle note e pubblicate ad altre inedite, insieme a una selezione dei suoi Manifesti poetici realizzati dal 2002 al 2019.
Un fotografo atipico Moreno Gentili, nato a Como nel 1960 ma da sempre residente e operante a Milano dove ha costruito un percorso culturale e artistico di primo piano. Conosco Moreno dai suoi esordi come fotografo, quando, intorno alla metà degli anni Ottanta, lo ospitai, su suggerimento di Roberta Valtorta, nel piccolo Spazio/Galleria La Camera Chiara, che in quel periodo ho gestito per qualche anno nel Centro Direzionale di Milano.

Moreno Gentili, Torviscosa, (inedita), 2002. © Moreno Gentili. Moreno Gentili, Torviscosa, (inedita), 2002. © Moreno Gentili.

In poco tempo Moreno Gentili si affermò come uno tra i giovani fotografi più promettenti e originali per la qualità della sua ricerca fotografica realizzando molti importanti lavori. Risale al 1993 una sua mostra, Rivedute veneziane, tenuta a Milano negli spazi di Idea Books che in quegli anni costituivano uno tra più importanti spazi espositivi per la fotografia a Milano e in Italia. Con quel lavoro Moreno Gentili consolidò la carica innovativa del suo linguaggio fotografico e forse non a caso aveva scelto come oggetto della sua ricerca proprio la città lagunare, così logorata da una iconografia tradizionale che precedentemente forse soltanto la sobrietà delle fotografie di Paolo Monti realizzate negli anni Cinquanta era riuscita a infrangere. Per fortuna del lavoro di Moreno Gentili su Venezia resta, oltre alle opere, un ottimo catalogo pubblicato in occasione della mostra e con una presentazione di Roberta Valtorta che tra l’altro scrive: «Fotografo generoso, Moreno Gentili ha lavorato alla riprogettazione emotiva dello spazio storico e umano di Venezia, ha cercato di donare alla città quella sfericità avvolgente che è la dimensione del tempo».

Moreno Gentili da Habitat, Chi sa dove, 1995. © Moreno Gentili. Moreno Gentili da Habitat, Chi sa dove, 1995. 
© Moreno Gentili.

Rivedute veneziane si sviluppa attraverso una selezione di fotografie realizzate in bianco e nero e in formato quadrato, un formato fortemente chiuso nella sua perfezione geometrica che però nelle fotografie di Gentili viene infranta da una accentuata destabilizzazione visiva delle forme. Le figure, i paesaggi, gli oggetti vengono inquadrati da Moreno Gentili con la stessa ansia esistenziale che aveva riempito di fremiti le fotografie di Robert Frank. A volte alcune immagini vengono accostate in trittici in cui ogni fotografia si rafforza nella vicinanza alle altre e tutto assume il sapore di un racconto dal linguaggio fortemente contemporaneo che il formato e la qualità di stampa del volume consegna alla categoria di quei libri che restano importanti nella storia della fotografia italiana contemporanea.

Moreno Gentili, da DO NOT CROSS, Aix-en-Provence, 2004. © Moreno Gentili. Moreno Gentili, da DO NOT CROSS, Aix-en-Provence, 2004. 
© Moreno Gentili.

Con il tempo Moreno Gentili ha poi approfondito e allargato il suo interesse per la scrittura tanto da affermarsi come un artista trasversale in cui fotografia, performance e scrittura si sono mescolate consentendogli anche di realizzare con originalità molti lavori commissionati da importanti aziende di cui ha curato alcuni aspetti mediatici.
Una buona occasione quella della visita al suo archivio per scoprire o rivedere il percorso di questo artista atipico.

La copertina di Rivedute veneziane di Moreno Gentili. La copertina di Rivedute veneziane di Moreno Gentili.

Per visitare l’archivio di Moreno Gentili a Milano fissare un appuntamento contattando via e-mail aimara.garlaschelli@gmail.com oppure telefonando al numero 340 6031504. [ Pio Tarantini ]


_ _ _
RISORSE INTERNE

◉ [ FPart ] FPart: la rubrica di Pio Tarantini


RISORSE ESTERNE
Pio Tarantini

pubblicato in data 08-12-2021 in NOTIZIE / FPART

MorenoGentili PioTarantini






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright