pubblicità su FPmag

Paola Mattioli, Neri bianchi, 2006. © Paola Mattioli, Paola Mattioli, Neri bianchi, 2006. © Paola Mattioli,

L'invisibilità delle persone

Una interessante interazione il progetto fotografico Invisibile che accompagna l’edizione 2019 del FestivalFilosofia di Modena incentrato sul tema della persona. Sono ben 32 le fotografe messe insieme dall’Associazione Donne Fotografe - Italian Women Photographers’ Association, costituita a Bologna nel 2017, per il progetto espositivo curato da Maura Pozzati. E forse ancor più interessante risulta la metodologia sostanziale con cui si è voluto affrontare la tematica più generale del festival focalizzando la selezione delle opere in mostra attraverso l’idea di rendere appunto visibili le persone che di solito, per malcostume, per ignoranza, per disagio psicologico diffuso, attraversano la vita sociale da invisibili: migranti, extracomunitari, homeless, anziani malati di Alzheimer, donne maltrattate o sole, adolescenti problematiche, madri di figli scomparsi, disabili ed estromessi dal mondo del lavoro e tante altre situazioni di emarginazione o sofferenza relazionale e sociale.

Bruna Orlandi, Naufraghi invisibili. © Bruna Orlandi.
Bruna Orlandi, Naufraghi invisibili. © Bruna Orlandi.

Il risultato complessivo e visivo del progetto è sicuramente coinvolgente anche se può apparire, a un primo sguardo, molto eterogeneo: come è normale che sia in progetti collettivi che includono così tanti autori, in questo caso autrici, le modalità stilistiche con cui sono state declinate le tante persone e situazioni prese in esame sono molto differenti e spaziano da quelle di impianto più classico e realistico a quelle prettamente simboliche e metaforiche.

Antonietta Corvetti, Nascere senza vivere, una vita negata. © Antonietta Corvetti.
Antonietta Corvetti, Nascere senza vivere, una vita negata. © Antonietta Corvetti.

A precisare ancor più tale metodologia viene in aiuto il calzante testo della curatrice Pozzati che, tra l’altro, scrive: «[…] Le fotografie che ho scelto per questa occasione […] sono il risultato della capacità tecnica delle fotografe, della conoscenza dei luoghi, dell’occhio, del tempismo, dell’abilità a scegliere le inquadrature. Ma sono soprattutto il risultato di una predisposizione al racconto, in modo che il soggetto fotografato, la persona − che può essere un ritratto ma anche un gesto delle mani, un vestito, una sedia, un giaciglio − ci permetta di vedere la storia di una vita intera, trasmettendo una sensazione di durata, incorporando la memoria sociale e politica».

Isabella Balena, Siamo tutte prigioniere in questo paese. © Isabella Balena.
Isabella Balena, Siamo tutte prigioniere in questo paese. © Isabella Balena.

La filosofia dunque, con il suo consolidato Festival della città emiliana, ospita un progetto fotografico fortemente caratterizzato dove gli sguardi femminili sul mondo – e in questo caso su un mondo ritenuto comunemente minore o comunque conflittuale, non allineato con il mondo della cosiddetta normalità, quello appunto degli emarginati o della sofferenza – hanno la forza e la delicatezza insieme che può scaturire forse solo dalla sensibilità femminile. Oggi più che mai, nonostante i progressi della società civile, alle prese con diffusi fenomeni di violenza che colpiscono per prima proprio l’altra metà del cielo.

Tiziana Arici, La vita degli altri. © Tiziana Arici.
Tiziana Arici, La vita degli altri. © Tiziana Arici.

La mostra è organizzata dall’Associazione Donne Fotografe intende rendere il progetto Invisibile un atto di arte partecipativa itinerante. Il percorso inizia ora da Modena per continuare in altre città che vorranno ospitarlo. Il 14 settembre alle ore 17,00 alla presenza della curatrice e delle artiste si terrà una performance di musica e lettura di autori contemporanei sul tema Invisibile a cura del Gruppo Lettori Volontari Sottovoce. Le autrici partecipanti alla mostra sono Alessandra Attianese (Milano), Anna Rosati (Bologna), Annalisa Cimmino (Milano), Antonella Di Girolamo (Roma), Antonella Monzoni (Modena), Antonietta Corvetti (Milano), Beatrice Mancini (Padova), Bruna Orlandi (Milano), Colomba D'Apolito (Pietrasanta, LU), Daniela Facchinato (Bologna), Fulvia Pedroni Farassino (Milano), Giuliana Mariniello (Roma), Isabella Balena (Milano), Isabella Colonnello (Milano), Isabella De Maddalena (Milano), Liliana Barchiesi (Milano), Loredana Celano (Milano), Lucia Baldini (Arezzo), Margherita Dametti (Pavia), Margherita Mirabella (New York/Roma), Margherita Verdi (Firenze), Marianna Cappelli (Novara), Marzia Malli (Milano), Melania Messina (Palermo), Paola Mattioli (Milano), Patrizia Bonanziga (Roma), Patrizia Pulga (Bologna), Patrizia Riviera (Bergamo), Silvia Lelli (Milano), Sonia Lenzi (Bologna), Tiziana Arici (Brescia), Vittoria Amati (Londra/Roma). [ Pio Tarantini ]

Invisibile
Complesso San Paolo, Cortile del Leccio, via Francesco Selmi, 67 – Modena
13-14-15 settembre 2019

orario: da venerdì a domenica, ore 9,00 – 23,00
ingresso: libero
info: www.donnefotografe.org

_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ FPart ] FPart: la rubrica di Pio Tarantini

[ RISORSE ESTERNE ]
Associazione Donne Fotografe



Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 16-09-2019 in NOTIZIE / FPART

Pio Tarantini






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright