pubblicità su FPmag

Massimo SIragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa. Massimo SIragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa.

Il Cretto Grande di Massimo Siragusa

Torna a Brindisi, dopo un workshop e un incontro avvenuti in anni recentissimi − grazie all’impegno del Collettivo Polaroads che ha organizzato l’evento insieme alle Istituzioni e ad altre organizzazioni locali – il fotografo di origini siciliane Massimo Siragusa (Catania, 1958).
In mostra nella sale di Palazzo Nervegna della città pugliese le fotografie realizzate da Massimo Siragusa sul famoso Cretto di Gibellina, l’operazione artistica che l’artista Alberto Burri realizzò, tra il 1984 e il 1989, sulle rovine del paese siciliano distrutto dal terremoto del Belice del 1968.

Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa. Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa.

Il Cretto di Burri con il tempo ha acquistato sempre più importanza rivelando i suoi significati più profondi proprio perché l’idea di ricoprire con una coltre di cemento le macerie rispettandone però la struttura viaria si è rivelata vincente in quanto ha assunto la valenza simbolica di un grande velo steso sulla tragedia senza però cancellarne del tutto i segni. Una coltre di materiale biancastro che, con il passare del tempo, ha accumulato ed evidenziato il cambiamento del colore, la creazione di fenditure, crepe, il comparire di una vegetazione minima e tanti altri segni di invecchiamento.

Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa. Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa.

Negli spazi di questa gigantesca installazione si è inserito l’occhio di Massimo Siragusa, uno dei fotografi più apprezzati in Italia e all’estero tra quelli della generazione formatasi negli anni Ottanta attorno a quella tendenza del cosiddetto Nuovo Paesaggio Italiano che ha avuto in Cresci, Ghirri, Basilico e altri i punti di riferimento più importanti. Poi ognuno ha cercato e trovato la sua strada e il fotografo di origini siciliane si è affermato per una sua visione caratterizzata soprattutto da un grande rigore formale − vicino a certe esperienze dei fotografi tedeschi formatisi alla scuola di Düsseldorf – e da un uso della luce particolarmente caratterizzato da una luce diffusa e chiara, ai limiti della desaturazione.

Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa. Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa.

Al proposito scrive nell’incipit di uno dei testi che corredano il volume Laura Serani: «Che si tratti di paesaggi o di architettura, l'armonia spaziale mi sembra una caratteristica fondamentale dell'insieme dell'opera di Massimo Siragusa. Come se ridisegnasse lo spazio, in tutti i suoi lavori l'equilibrio è perfetto, le linee convergono sempre dove Siragusa vuole che lo sguardo si posi e tutto, dalle vette delle Dolomiti ai pini di Capri, sembra stare al gioco. E la luce è tale da trasformare siti reali in decori e maquette magistralmente illuminate in studio».
Si discosta leggermente da questa modalità stilistica consolidata dell’autore il suo lavoro sul Cretto perché la luce varia a seconda delle condizioni del cielo dando nuove forme e nuove letture della materia così pregnante che invade il campo visivo. Nell’altro testo critico che accompagna il volume Marisa Ranieri Panetta scrive: «È stato scritto e illustrato tanto sulla creazione di Burri a Gibellina; eppure, sembra impossibile, le fotografie di Massimo Siragusa riescono a mostrare nuovi scenari e ad accendere inaspettate emozioni. […] Opera d’arte sull’opera d’arte, rivelano infatti un Cretto che travalica i simboli e forma originali geometrie, in un continuo divenire a seconda delle ore del giorno».

Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa. Massimo Siragusa, Il Cretto Grande. © Massimo Siragusa.

In occasione della mostra a Brindisi è stato presentato anche il volume Il cretto grande di Massimo Siracusa, che si avvale di una testimonianza dell’autore e dei testi critici di Marisa Ranieri Panetta e Laura Serani; l’incontro si è tenuto sabato 13 ottobre, nella sala conferenze di Palazzo Nervegna in concomitanza con l’inaugurazione della mostra, e hanno partecipato, oltre all’autore, il prof. Giacomo Carito e Azzurra Peragine che ha condotto l’incontro. [ Pio Tarantini ]


Il Cretto Grande
Palazzo Granafei-Nervegna, via Duomo, 20 – Brindisi
13 – 29 ottobre 2018

orario: da martedì a domenica, ore 9,30 – 13,00 e 16,30 - 20,30 | lunedì chiuso
ingresso:

info: 0831 229643 | 0831 229696 | 0831 229647


Il Cretto Grande di Massimo Siragusa, Edizioni Postcarttitolo: Il Cretto Grande
autore: Massimo Siragusa
testi:
Laura Serani, Marisa Ranieri Panetta
formato: 14,5x21cm
pagine: 132
anno: 2018
edizioni: Postcart Edizioni
bookdesign:
ISBN: 978-88-98391-78-3
prezzo:
36,00 €
info:
www.postcart.com





_ _ _


RISORSE INTERNE

◉[ FPart ] FPart: la rubrica di Pio Tarantini

RISORSE ESTERNE
Massimo Siragusa
Collettivo Polaroads

Diritto in cucina, Alessia Aloe

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 15-10-2018 in NOTIZIE / FPART

MassimoSiragusa Polaroads PioTarantini






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright