Prix Voies Off 2017

pubblicità su FPmag

Robert Frank, Municipio, Reno, Nevada, 1956. © Robert Frank da Gli Americani1 / 3       Robert Frank, Municipio, Reno, Nevada, 1956. © Robert Frank da Gli Americani.

Robert Frank, Comizio politico, Chicago, 1956. © Robert Frank da Gli Americani2 / 3       Robert Frank, Comizio politico, Chicago, 1956. © Robert Frank da Gli Americani.

La copertina del volume Gli Americani di Robert Frank nella versione italiana edita da Contrasto. 3 / 3       La copertina del volume Gli Americani di Robert Frank nella versione italiana edita da Contrasto.

Gli americani di Frank a Milano

Risulta difficile scrivere qualcosa di nuovo su un monumento della fotografia della seconda metà del Ventesimo secolo quale è il lavoro The Americans di Robert Frank.
La Galleria Forma di Milano presenta per la prima volta a Milano la serie completa di 83 fotografie vintage che costituiscono il progetto realizzato dallo svizzero Frank a metà degli anni Cinquanta negli Stati Uniti d’America. Un progetto, come è noto, dirompente dal punto di vista del rinnovamento del linguaggio fotografico; il lavoro di indagine visiva di un europeo che vede l'America con occhi diversi rispetto all’iconografia fotografica precedente.

Robert Frank, Funerale, St. Helena, South Carolina, 1955. © Robert Frank da Gli AmericaniRobert Frank, Funerale, St. Helena, South Carolina, 1955. © Robert Frank da Gli Americani.

Sono anni di profondi mutamenti sociali: gli Stati Uniti, usciti vincitori dalla guerra, si affermano definitivamente come la maggiore potenza economica, politica e militare. Un benessere diffuso ─ pur con tutte le contraddizioni di tutte le società contemporanee, anche le più ricche ─ permea la società americana con largo anticipo rispetto a quanto avverrà nell’Europa occidentale uscita devastata dalla guerra. E in questo clima maturano nuovi modi di espressione artistica, dalla letteratura alla musica, che potevano nascere solo in quella società.

Robert Frank, Ranch Market, Hollywood, 1955. © Robert Frank da Gli AmericaniRobert Frank, Ranch Market, Hollywood, 1955. © Robert Frank da Gli Americani.

Il lavoro di Frank riesce a cogliere queste novità e queste contraddizioni, realizzando un affresco antropologico declinato secondo moduli stilistici nuovi: inquadrature sghembe, mossi, sfocati, forti contrasti, costituiscono la sintassi di un percorso che lo porta a individuare la quotidianità della vita degli americani. Bar, fast-food, motel, alberghi, stazioni di servizio, drive-in, automobili e passeggeri, vie anonime dove si aggira un’umanità profondamente variegata e fortemente caratterizzata dal melting pot tipico degli Stati Uniti, sono i soggetti che attirano la sua attenzione e che, uniti alla novità del linguaggio, attirano anche le perplessità degli operatori fotografici americani i quali all’inizio non capiscono il senso del lavoro che non a caso verrà pubblicato prima in Europa.

Robert Frank, Rodeo, Detroit, Michigan, 1955. © Robert Frank da Gli AmericaniRobert Frank, Rodeo, Detroit, Michigan, 1955. © Robert Frank da Gli Americani.

Il resto è storia: The Americans è quella pietra miliare nella storia della fotografia che determina un cambiamento radicale nel linguaggio, quel nuovo modo di realizzare reportage sociale che si differenzia da quello classico, più impostato, alla maniera di Walker Evans, si libera dal giogo della imperante poetica bressoniana del momento decisivo, si affianca al dinamismo del contemporaneo lavoro New York di William Klein, senza averne l’aggressività, con il distacco di un intellettuale europeo che scopre l’America e la descrive magistralmente. Sono questi, sostanzialmente, i filoni del linguaggio concernenti la fotografia di reportage contemporanea dentro i quali ancora oggi, dopo sessanta anni, si muovono stilisticamente i fotografi di oggi. Quando si dice un classico. [ Pio Tarantini ]

L'allestimento della mostra Gli Americani di Robert Frank presso le sale di Forma Meravigli a Milano. © Pio Tarantini. L'allestimento della mostra Gli Americani di Robert Frank presso le sale di Forma Meravigli a Milano. © Pio Tarantini.

Gli Americani di Robert Frank
Forma Meravigli, via Meravigli, 5 - Milano
29 novembre 2016 – 19 febbraio 2017

orario: mercoledì, venerdì, sabato e domenica, ore 11,00 - 20,00 | giovedì, ore 12,00 - 23,00 | chiuso lunedì e martedì
ingresso: intero 8,00 € | ridotto 6,00 €
info: 02 58118067
www.formafoto.it


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ FPart ] FPart: la rubrica di Pio Tarantini

[ RISORSE ESTERNE ]
Forma Meravigli

Prix Voies Off 2017

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 01-12-2016 in NOTIZIE / FPART

PioTarantini FormaMeravigli






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright