1 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
L'isola di Ghoramara (Bengali: ঘোড়ামারা দ্বীপ) è situata a 150 km a sud di Calcutta, in India, nell'area del Sundarban Delta, nel Golfo del Bengala. L'isola è piccola, misura circa cinque chilometri quadrati, e sta rapidamente scomparendo a causa dell'erosione e dell'innalzamento del livello del mare.

2 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Il riscaldamento globale ha causato l'ingrossamento del fiume che così, dall'Himalaya, si riversa a valle con ancora più forza, per poi sfociare nel Golfo del Bengala. A causa della furia dell'acqua, spesso il fragile argine crolla.

3 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Alpona Patra, 12 anni, sta in piedi su un albero quasi del tutto sradicato nei pressi del villaggio di Hatkhola. Le inondazioni costanti e i maremoti impoveriscono il suolo, provocando lo sradicamento degli alberi.

4 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
«La sopravvivenza è per noi una lotta, un conflitto costante» afferma Smt Urmila Kar, 53 anni, mentre prepara il pasto per la sua famiglia. Gli approvvigionamenti alimentari scarseggiano, e la maggior parte delle forniture provengono dal porto al di là del fiume.

5 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Uno dei numerosi alberi sradicati durante l'ultima tempesta ciclonica. Gli abitanti dell'isola dicono che le tempeste cicloniche sono diventate imprevedibili e irregolare negli ultimi tempi.

6 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Saraswati Patra, 14 anni, studentessa del Ghoramara Milan Vidyapeeth, si trova sul bordo di un tratto di costa distrutto. «Cosa fareste se vedeste tutto ciò che possedete affondare proprio di fronte a voi?» È questa la domanda che tormenta i circa cinquemila residenti dell'isola di Ghoramara.

7 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
A causa dell'assenza di elettricità e della costante minaccia di inondazioni, molte persone hanno lasciato l'isola. Il cambiamento climatico globale ha alimentato tempeste cicloniche discontinue e maremoti devastanti. Molti acri di terreno edificabile e agricolo sono già andati perduti.

8 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Solo una manciata di famiglie ha osato rimanere lungo la costa, segnata indelebilmente dalla furia della natura. L'inabissamento dell'isola di Ghoramara può essere attribuito a una convergenza di disastri, sia naturali sia prodotti dall'uomo, non ultimo l'innalzamento del livello dei mari.

9 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Situato geograficamente alla foce del Golfo del Bengala, il fiume Muriganga, che è un affluente del Gange, collega l'isola al porto più vicino, Kakdwip.

10 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Suraj Jamal Mallick, 12 anni, studente della VI classe, siede di fronte alla sua casa distrutta. Ogni anno, per ogni centimetro guadagnato dall'acqua, molte persone dell'isola si trasformano in senzatetto. Queste persone sono state denominate rifugiati ambientali.

11 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Tuttavia, coloro che non hanno i mezzi per migrare altrove vengono lasciati sull'isola, e questo nonostante rapporti recenti sostengano che l'isola debba essere abbandonata entro il 2020.

12 / 12       The Hungry Tide di Swastik Pal, Miglior autore Young Talents of Image 2015, categoria Fotogiornalismo. © Swastik Pal.
Chaya Mondal, 76 anni, attende nei pressi della costa, proprio dove i pescherecci sarebbero approdati alla fine della battuta di pesca quotidiana. Chaya ha trascorso tutta la vita su quest'isola che sta scomparendo.

Categoria Fotogiornalismo | Miglior autore 2015

La redazione di FPmag ha valutato i lavori pervenuti per la sezione Fotogiornalismo dello Young Talents of Image 2015, scegliendo come migliore autore:


Swastik Pal | India
The Hungry Tide

Tra i progetti candidati allo YToI 2015 nella sezione Fotogiornalismo, la redazione di FPmag ha deciso di proclamare Miglior Autore Swastik Pal, il cui lavoro fotografico alza il sipario su una realtà le cui problematiche sono strettamente connesse al cambiamento climatico globale. Nonostante la giovane età, Pal dimostra di possedere un occhio ben istruito e, complice il ricorso a un linguaggio e a schemi compositivi piuttosto tradizionali per il genere, riesce a raccontare efficacemente il dramma di Ghoramara, un'isola indiana destinata a scomparire e già oggetto di lavori a opera di autori ben più esperti e navigati (ad es. Daesung Lee con On the shore of a vanishing island). «Cosa fareste – scrive il ventiquattrenne indiano – se vedeste tutto ciò che possedete affondare proprio di fronte a voi? È questa la domanda che tormenta i circa cinquemila residenti dell'isola di Ghoramara. Il giorno in cui sono atterrato a Ghoramara, un'isola situata a 150 chilometri a sud di Calcutta, in India, all'interno dell'area del Sunderban Delta, nel Golfo del Bengala, quasi un terzo di ciò che è rimasto dell'isola era inondato. Dopo quasi un anno e mezzo di innalzamenti costanti, gli argini avevano ceduto alla furia dell'acqua. C'era la luna piena, l'alta marea era in pieno svolgimento e il livello del fiume si era alzato a dismisura, portandosi via animali e intere piantagioni. L'isola misurava circa 20 chilometri quadrati, tuttavia in meno di venti anni si è ridotta a soli 5 chilometri quadrati. Il riscaldamento globale ha causato l'ingrossamento del fiume che ora, dall'Himalaya, si riversa a valle con ancora più forza, per poi sfociare nel Golfo del Bengala. [ ... ] Questa serie fa parte del lavoro The Hungry Tide - work in progress, che documenta la vita degli ultimi abitanti dell'isola che affonda».



_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
[ YToI ] Categoria Storytelling | Miglior autore 2015
[ YToI ] Categoria Storytelling | Menzioni speciali 2015
◉ [ YToI ] Categoria Crossover | Miglior autore 2015
◉ [ YToI ] Categoria Crossover | Menzioni speciali 2015
◉ [ YToI ] Categoria Ritratto | Miglior autore 2015
◉ [ YToI ] Categoria Ritratto | Menzioni speciali 2015
◉ [ YToI ] Categoria Paesaggio | Miglior autore 2015
◉ [ YToI ] Categoria Paesaggio | Menzioni speciali 2015
◉ [ YToI ] Categoria Moda | Miglior autore 2015
[ YToI ] Categoria Moda | Menzioni speciali 2015
◉ [ YToI ] «We are looking for 10 young talents!»

[ RISORSE ESTERNE ]
Swastik Pal
On the shore of a vanishing island di Daesung Lee
pubblicità su FPmag

pubblicato in data 25-02-2016 in NOTIZIE / YTOI

YToI2015






altro in YTOI



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright