1 / 4       © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism.

2 / 4       © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism.

3 / 4       © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism.

4 / 4       © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism.

The Breaking Point

A distanza di due anni dalla sua ultima mostra, Ugo Lucio Borga torna ad esporre nelle sale della Paola Meliga Art Gallery a Torino.
La mostra – intitolata The Breaking Point, la guerra d'Ucraina – riunisce una ventina di scatti realizzati dal fotoreporter valdostano nel territorio ucraino, proponendo al visitatore un percorso organizzato in sette trittici di fotografie. Un susseguirsi di immagini che, attraverso sette micro-storie, documenta la cruda realtà del conflitto attualmente in corso nel Paese, indagandone gli aspetti meno noti e le motivazioni più profonde. «Secondo la propaganda del governo ucraino – scrive l'autore, membro dell'agenzia Echo Photojournalism –, circa seimila civili e militari hanno perso la vita durante la guerra. Fonti dei servizi segreti tedeschi, citate dal quotidiano Frankfurter Zeitung Alggemeine, raccontano una verità diversa: le vittime, nel febbraio 2015, sono già almeno cinquantamila. Nessuno dei motivi che hanno portato alla genesi e alla cronicizzazione del conflitto sono stati affrontati e risolti nel corso dell'ultimo vertice, noto come Minsk 2. Quel che è certo, è che in Ucraina la gente continua a uccidere e morire, per ragioni che poco o nulla hanno a che vedere con questioni etniche. Il processo di allargamento verso est del blocco euro-atlantico e la conseguente reazione della Federazione Russa, determinata a prevenire la perdita di una nazione cui ha sempre riconosciuto solo un’indipendenza formale, è la causa della guerra in corso. Oltre un milione e mezzo di persone hanno abbandonato le loro case per fuggire dai combattimenti. Chi è rimasto, spesso sopravvive sottoterra. La tregua siglata nel corso degli ultimi incontri a Minsk è crollata lungo tutta la linea del fronte: si combatte dal confine orientale con la Federazione russa al Mare d’Azov». L'esposizione propone fotografie fine art in edizione limitata e numerata, e inaugura la stagione 2016 della galleria torinese.

The Breaking Point, la guerra d'Ucraina
Paola Meliga Art Gallery, via Maria Vittoria, 46/D - Torino
20 febbraio – 10 aprile 2016

orario: da mercoledì a sabato, ore 11,00 - 13,00 e 16,00 - 19,00 | martedì, ore 16,00 - 19,00 | chiuso lunedì, martedì mattina e festivi
ingresso: libero
info: 011 2079983
paolameliga@libero.it
www.fotoartistiche.org


– – –

RISORSE INTERNE
◉ [ appunti critici ] Living on the death river di Ugo Lucio Borga
[ ongoing ] Furiarum Aera di Ugo Lucio Borga
[ FPtag ] Echo Photojournalism su FPmag

RISORSE ESTERNE
Paola Meliga Gallery
Ugo Lucio Borga
Echo Photojournalism

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 23-02-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

ECHOPHOTOJOURNALISM PaolaMeligaArtGallery UgoLucioBorga






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright