1 / 2

Centrafrica: una guerra dimenticata

È una vera «catastrofe di massa», per usare le parole di Joanne Lui, presidente di MSF International. Una situazione in cui la lentezza della risposta internazionale sta generando un dramma che non sembra destinato a concludersi in breve tempo. Eppure non se ne parla di ciò che, nel silenzio generalizzato, non smette di insanguinare la Repubblica Centroafricana.
Dopo il colpo di stato che nel 2013 ha rovesciato il presidente François Bozizé Yangouvonda, la Repubblica Centrafricana è praticamente al collasso, con i suoi circa 750.000 sfollati interni e 250.000 profughi su una popolazione che non raggiunge i 4 milioni. Le milizie armate sono le uniche detentrici di un potere basato sulla violenza più brutale, che si esprime a colpi di machete, mentre tanto la politica quanto la stampa internazionale fanno cadere tutto sotto un silenzio dalle conseguenze quotidianamente spaventose. Considerare questo conflitto come una guerra di religione tra musulmani Seleka e milizie cristiane Anti-balakà è un modo come un altro per occultare le vere ragioni di questa tragedia. Non a caso negli ultimi mesi prima del colpo di Stato, Bozizé aveva tentato di rinegoziare i diritti di prospezione e sfruttamento delle risorse minerarie in favore della Cina. Questa azione aveva provocato l'abbandono del sostegno al Paese da parte del governo francese, escluso dai giochi, cosa che aveva permesso al presidente chadiano Djeby di sostenere i ribelli Seleka che, in pochi giorni, sono così riusciti a entrare nella capitale Bangui, devastandola e proclamando presidente il musulmano Djodota. E mentre si continua a morire e combattere tanto di giorno quanto di notte, tonnellate di aiuti umanitari marciscono sotto al sole in Camerun. [ S. I. ]

- - -

IN THE NAME OF GO(L)D
di Ugo Lucio Borga
Liceo Classico Verri | 10-11 / 17-18 / 24-25 ottobre 2015
ingresso: 10,00 € (valido per la visita a tutte le altre mostre in rassegna)


– – –

[ RISORSE INTERNE ]
FFE2015 su FPmag
[ ongoing ] Furiarum Aera

[ RISORSE ESTERNE ]
Spazio ONG
Festival della Fotografia Etica
Amici per il Centrafrica Onlus
Echo Photojournalism
Ugo Lucio Borga

pubblicato in data 27-10-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

FFE FFE2015 Africa UgoLucioBorga SandroIovine






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright