pubblicità su FPmag

Frank Abd-Bakar Fanny,
My Nights are Brighter than your Days, Cambridge, Street Xing 2, 2016. Courtesy the artist1 / 6       Frank Abd-Bakar Fanny, My Nights are Brighter than your Days, Cambridge, Street Xing 2, 2016. Courtesy the artist.

Sammy Baloji, Ouakam Fractal, 2015. Courtesy of the artist, Khalid Shoman Foundation, blank projects, and Galerie Imane Farès2 / 6       Sammy Baloji, Ouakam Fractal, 2015. Courtesy of the artist, Khalid Shoman Foundation, blank projects, and Galerie Imane Farès.

Delio Jasse, Cidade em movimento, 2016. Courtesy of the artist Délio Jasse and Tiwani Contemporary3 / 6       Delio Jasse, Cidade em movimento, 2016. Courtesy of the artist Délio Jasse and Tiwani Contemporary.

Sara Waiswa, Ballet in Kibera (series), 2017. Courtesy of the artist4 / 6       Sara Waiswa, Ballet in Kibera (series), 2017. Courtesy of the artist.

Mimi Cherono C. Ng'ok, Untitled, 2014. Courtesy the artist5 / 6       Mimi Cherono C. Ng'ok, Untitled, 2014. Courtesy the artist.

Kia Henda, The Merchant of Venice, 2010. Inkjet print on cotton paper, 170x110cm. Courtesy of the artist and Galleria Fonti, Naples6 / 6       Kia Henda, The Merchant of Venice, 2010. Inkjet print on cotton paper, 170x110cm. Courtesy of the artist and Galleria Fonti, Naples.

African Metropolis. Una città immaginaria

Il MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma ospita la mostra African Metropolis. Una città immaginaria, realizzata in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – DGMO e a cura di Simon Njami e Elena Motisi.

Parte di un progetto più ampio dedicato alla vitalità della scena artistica del continente africano – fortemente voluto da Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI – l'esposizione si propone come «Una sfida alla nostra idea di metropoli che usa l’intensità e la ricchezza dell’arte africana per evidenziare la bellezza e le contraddizioni delle città e del mondo di oggi». Seguendo la partitura voluta dai due curatori, i lavori dei trentaquattro artisti africani coinvolti si trasformano così negli elementi primari di una città immaginaria, dando vita a un percorso che tra fotografia, installazioni (anche gigantesche), sculture, tessuti e video, «restituisce il caos, la ricchezza, le sfaccettature dell’identità contemporanea africana e globale».

In mostra oltre cento opere, tra cui molte fotografie, suddivise in cinque azioni metropolitane Vagando, Appartenendo, Riconoscendo, Immaginando, Ricostruendo – e allestite in modo da restituire una sorta di skyline cittadino. Una stratificazione continua di interventi che materializzano e raccontano una città che non c'è in cui il visitatore può perdersi, riconoscersi, immaginare e interpretare sia lo spazio fisico di una qualsiasi metropoli contemporanea attraversata nel corso della nostra esistenza, sia quello mentale, definito dalle sensazioni e dalle emozioni risvegliate in noi. Riuscire a riconoscere se stessi nella grande eterogeneità dell’Africa è infatti uno degli obiettivi di questa mostra al MAXXI.

«Mettendo in mostra parte della produzione artistica di un continente che comprende oltre cinquanta nazioni, migliaia di città e milioni di abitanti – si legge nel testo di presentazione dell'evento – African Metropolis riesce a restituire un contesto universale e ci aiuta a comprendere le città di tutto il mondo, simili a libri da sfogliare, impossibili da raccontare ma soltanto da vivere, una xenopóleis in cui l'abitante modifica ed è modificato dall'ambiente che lo circonda».

African Metropolis. Una città immaginaria
MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni, 4A - Roma
22 giugno – 4 novembre 2018

orario: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, ore 11,00 - 19,00 | giovedì, ore 11,00 - 22,00 | chiuso il lunedì
ingresso: intero 14,00 €, comprensivo della visita al museo e a tutte le mostre in corso | per riduzioni, pacchetti e acquisti online cliccare qui
info: 06 3201954
info@fondazionemaxxi.it
www.fondazionemaxxi.it


_ _ _

RISORSE INTERNE
◉ [ mostre ] Road To Justice

RISORSE ESTERNE
MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 27-07-2018 in NOTIZIE / MOSTRE

MAXXI Africa SimonNjami ElenaMotisi






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright