1 / 10       © Ernst Haas, Surtsey Volcano, 1971. Dalla mostra La Creazione.
2 / 10       © Ernst Haas, Motion Flower, 1971. Dalla mostra La Creazione.
3 / 10       Durante la visita alla mostra La Creazione di Ernst Haas. © Stefania Biamonti/FPmag.
4 / 10       © Kenro Izu, India, 2011. Dalla mostra Sacredness.
5 / 10       © Kenro Izu, Varanasi, India, 2014. Dalla mostra Sacredness.

6 / 10       Durante la visita alla mostra Sacredness di Kenro Izu. © Stefania Biamonti/FPmag.

7 / 10       © Aurelio Amendola, Basilica di San Pietro. La Pietà di Michelangelo, 1998. Dalla mostra San Pietro.
8 / 10       © Aurelio Amendola, Basilica di San Pietro, 1998. Dalla mostra San Pietro.
9 / 10       Durante la visita alla mostra San Pietro di Aurelio Amendola. © Stefania Biamonti/FPmag.
10 / 10       Durante la visita alla mostra Man, Mountains and the Sea di Rony Zakaria, vincitore del Roberto Del Carlo Photolux Award 2015.

Una mattinata a Palazzo Ducale

L'atmosfera è sonnolenta per le strade di Lucca. Del resto è domenica mattina. Il sole invade le strade semideserte di un'algida luce invernale, smorzando il freddo novembrino che, pungente, torna a investire mani e viso a ogni taglio d'ombra. Guardo la cartina. Palazzo Ducale non è molto distante. Una riflessione rapida sul da farsi e decido che la mia seconda giornata di visita al Photolux Festival inizierà proprio da lì.
Arrivata in Cortile Carrara mi si apre davanti un edificio imponente. Salgo per la lunga scalinata fino al piano destinato alle esposizioni. Varcata la soglia, è la mostra di Aurelio Amendola ad attendermi. Dalle nere superfici espositive emergono stampe di medie e grandi dimensioni che raffigurano vedute, scorci e particolari della Basilica di San Pietro. L'impatto visivo è potente, e la qualità della stampa permette di apprezzare ogni dettaglio, ben ripreso dall'autore con un vibrante bianconero. Un bell'esercizio di stile, ma personalmente non mi dice niente di più. Procedo quindi verso la seconda sala. Entro, e lo sguardo si espande. La sala è spaziosa e le superfici grigio chiaro dove sono ordinate le immagini di Kenro Izu, che compongono la mostra Sacredness, nascondono solo parzialmente la maestosità degli affreschi sottostanti. Il contrasto tra il minimalismo delle fotografie di Izu e la ricchezza di colori e figure che le sovrastano è stupefacente. Mi concentro sul percorso, lasciandomi guidare dall'occhio dell'autore al cospetto di luoghi intrisi di sacralità. L'India raccontata da Izu è un Paese dominato da atmosfere silenziose e rarefatte, e popolato di persone che vivono con dignità la propria spiritualità. Richiama alla mente parole come pace interiore, essenza, consapevolezza. Esco dalla sala con una piacevole sensazione di benessere, e mi ritrovo immersa tra pareti color prugna. Sono entrata nell'area riservata al lavoro di Rony Zaccaria, vincitore del Roberto Del Carlo Photolux Award 2015. Un progetto che indaga il profondo legame spirituale che, in Indonesia, unisce gli uomini alla natura. Le immagini mostrano rituali sacri, tradizioni locali e la furia degli elementi che gli abitanti tentano di domare attraverso la pratica rituale. Un racconto frammentario e non esaustivo – a cui avrebbe giovato qualche apparato testuale in più, oltre al testo introduttivo –, ma tutto sommato ben organizzato. Lascio l'Indonesia ed entro nella prima sala destinata alla mostra La Creazione di Ernst Haas, tratta dall'omonimo libro del 1971. Sono in tutto tre: nella prima viene mostrata la forza generatrice della Natura, nella seconda fiori e alberi, nella terza la varietà delle specie animali. Il concetto è chiaro, e il rimando al racconto biblico della Creazione contenuto nella Genesi è palese. Tuttavia, procedendo per le sale, un senso di noia e di insoddisfazione mi assale. «Tutto qui?», mi domando. A fronte di un lavoro noto, che in qualche modo ha fatto scuola, trovo il percorso piuttosto retorico e la selezione discutibile. In più, se lo stile Haas emerge nettamente nella prima parte dell'esposizione, nella seconda vacilla, tanto da farmi sorgere persino alcuni dubbi che sia stata la stessa mano ad aver scattato alcune immagini. Il percorso si interrompe qui. Mi accorgo di non aver visitato la sala dedicata ai lavori di JH Engström e Viktoria Wojciechowska, vincitori del Leica Oskar Barnack Award 2015. Devo ritornare sui miei passi. Fortunatamente non c'è molta gente, dunque riesco a muovermi con facilità. Arrivata a destinazione capisco perché non mi aveva colpito. La sala è così piccola da non permettermi un'inquadratura decente, e la selezione di immagini esposta è talmente ristretta da consentirmi una lettura dei due lavori solo parziale, sebbene in parte mitigata dal video mostrato su una delle tre pareti disponibili. I progetti sembrano buoni, ma ciò che vedo non mi consente di formarmi un'opinione al riguardo.
Esco da Palazzo Ducale con sentimenti contrastanti. Il sole è ormai alto, ma le strade sono ancora piuttosto deserte. Del resto è ora di pranzo... [ S. B. ]

- - -

LA CREAZIONE di Ernst Haas
SACREDNESS di Kenro Izu
SAN PIETRO di Aurelio Amendola
MAN, MOUNTAINS AND THE SEA di Rony Zakaria
TOUT VA BIEN di JH Engström
SHORT FLASHES di Wiktoria Wojciechowska
Palazzo Ducale | 21 novembre - 13 dicembre 2015
ingresso: 10,00 €


– – –

[ RISORSE INTERNE ]
Photolux 2015: le mostre
[ video ] Sacro e Profano: intervista a Enrico Stefanelli
Photolux 2015 su FPmag

[ RISORSE ESTERNE ]
Photolux Festival 2015

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 06-12-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

PHOTOLUX PHOTOLUX2015 StefaniaBiamonti






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright