1 / 6       Nan Goldin, Untitled, Boston, 1971-1974. B/w vintage print, 25x20 cm.
2 / 6       Nan Goldin, Bea as blonde venus, 1974. B/w vintage print, 25x20 cm.
3 / 6       Nan Goldin, Naomi with her sister, Honey, 1972. Vintage color print, 35x28 cm.
4 / 6       Nan Goldin, Untitled, Boston, 1971-1974, B/w vintage print, 23x18 cm.
5 / 6       Nan Goldin, Colette in Sophia Loren drag, 1973. B/w vintage print, 20x20 cm.
6 / 6       Nan Goldin, Untitled, Boston, 1971-1974. B/w vintage print, 25x20 cm.

Una brillante esordiente

Tra le sale dello spazio torinese Guido Costa Projects il 2 luglio si aperta una nuova personale della fotografa statunitense Nan Goldin.
L'esposizione – intitolata semplicemente Nan Goldin – è di notevole importanza storica e documentaria e suggella il lungo rapporto di collaborazione tra fotografa e la galleria. Una relazione intensa, che non poteva che esitare in una mostra capace di raccogliere opere particolarmente significative e spesso assolutamente inedite. È il primo mattoncino di un progetto più complesso e ambizioso dedicato a Nan Goldin, che verrà articolato dalla galleria torinese attraverso una serie di appuntamenti espositivi, diluiti nel tempo, finalizzati a offrire una ricognizione puntuale di alcuni momenti della sua storia d’artista.
Il percorso attualmente in mostra riunisce una quarantina di opere tratte dai suoi archivi di New York e risalenti ai suoi anni bostoniani (1970-1974). Anni assolutamente cruciali nella storia personale, creativa e professionale della fotografa statunitense. Poco più che adolescente, Nan Goldin inizia infatti a muovere i suoi primi passi nel mondo dell'arte, scattando immagini ancora per certi versi immature, ma già caratterizzate da una forza e una disinvoltura creativa sorprendente. Specchio di una passione autentica e di un’urgenza espressiva difficile da contenere che circa un decennio dopo sarà possibile ritrovare, raffinata nella forma, nella sua celebre Ballad of Sexual Dependency. L’intero progetto espositivo parte quindi proprio da qui, dalla produzione di quel decennio che trasformò la timida ragazza della middle class della provincia americana in una delle voci artistiche più radicali e innovative della scena artistica internazionale.
La mostra si propone perciò come una sorta di backstage dei suoi primi cicli organici di lavori, poi confluiti parzialmente in alcuni suoi volumi degli anni Novanta, come The Other Side e A Double Life. Un susseguirsi di scatti privati, in bianconero e a colori, spesso di piccolo formato – sviluppati e stampati dallartista in un numero limitatissimo di copie, talvolta addirittura in un unico esemplare – che mostrano dai suoi primi esperimenti con il colore, ai suoi sforzi iniziali nel dare coerenza narrativa a immagini apparentemente casuali, fino all'insinuarsi della sua consapevolezza teorica e politica che, via via, si va affinando. Insomma, un excursus dedicato alla Nan Goldin delle origini, una brillante e promettente esordiente.

Nan Goldin
Guido Costa Projects, via Mazzini, 24 - Torino
2 luglio – 17 ottobre 2015

orario: da lunedì a sabato, ore 15,00 - 19,00 | chiuso la domenica | la galleria rimarrà chiusa dal Primo al 31 agosto 2015
ingresso: libero
info: www.guidocostaprojects.com

pubblicato in data 28-07-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

GuidoCostaProjects NanGoldin






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright