pubblicità su FPmag

Alexander Rodchenko, Autoritratto caricaturale, 1922. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow1 / 10       Alexander Rodchenko, Autoritratto caricaturale, 1922. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, Ragazza con una Leica, 1934. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow2 / 10       Alexander Rodchenko, Ragazza con una Leica, 1934. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, Il canale BBVP è pronto. Fotomontaggio per la rivista URSS in costruzione, dedicato alla costruzione del canale che collega il Mare Bianco con il Mare Baltico, 1933. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista, Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow3 / 10       Alexander Rodchenko, Il canale BBVP è pronto. Fotomontaggio per la rivista URSS in costruzione, dedicato alla costruzione del canale che collega il Mare Bianco con il Mare Baltico, 1933. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista, Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, Al lavoro in una chiusa. Fotomontaggio per la rivista URSS in costruzione, dedicato alla costruzione del canale che collega il Mare Bianco con il Mare Baltico, 1933. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow4 / 10       Alexander Rodchenko, Al lavoro in una chiusa. Fotomontaggio per la rivista URSS in costruzione, dedicato alla costruzione del canale che collega il Mare Bianco con il Mare Baltico, 1933. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, In volo sulla mongolfiera. Manovre dell’armata rossa, 1924. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow5 / 10       Alexander Rodchenko, In volo sulla mongolfiera. Manovre dell’armata rossa, 1924. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, L’edificio del Mosselprom, 1932. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow6 / 10       Alexander Rodchenko, L’edificio del Mosselprom, 1932. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, dalla serie Fabbrica di automobili “AMO”, Mosca, 1929. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow7 / 10       Alexander Rodchenko, dalla serie Fabbrica di automobili “AMO”, Mosca, 1929. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive / Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, Produzione di un autocarro, dalla serie Fabbrica di automobili “AMO”, Mosca, 1929. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow8 / 10       Alexander Rodchenko, Produzione di un autocarro, dalla serie Fabbrica di automobili “AMO”, Mosca, 1929. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

Alexander Rodchenko, Dimostrazione in via Miasnitskaya (M-metro), 1932. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow9 / 10       Alexander Rodchenko, Dimostrazione in via Miasnitskaya (M-metro), 1932. Stampa alla gelatina d’argento dal negativo originale dell’artista. Collection of the Multimedia Art Museum, Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive/ Multimedia Art Museum, Moscow.

10 / 10       Alexander Rodchenko, Stairs, 1930. Vintage Print. Collection of Moscow House of Photography Museum/Multimedia Art Museum Moscow. © A. Rodchenko – V. Stepanova Archive. © Moscow House of Photography Museum.

Rodchenko: fotografia e rivoluzione

Le sale di Palazzo Te a Mantova ospitano Alexander Rodchenko. Revolution in photography, una mostra che si propone di indagare la poetica del grande maestro russo facendo emergere il duplice obiettivo della sua ricerca espressiva, ovvero «la trasformazione del presente in nome del futuro e la possibilità di una positiva trasfigurazione del mondo e dell’umanità».

L'esposizione si apre con l’opera Autoritratto caricaturale del 1922 (cfr. foto d'apertura) e riunisce circa centocinquanta fotografie, stampate da negativo originale, realizzate da Alexander Rodchenko tra gli anni Venti e Trenta del Novecento. Il percorso si snoda attraverso un corpus di ritratti – in cui compaiono due immagini celeberrime, ovvero La scalinata (1930) e Ragazza con una Leica (1934) (cfr. foto 10 e 2 nella gallery) – alcuni fotomontaggi, una selezione di immagini che documentano la realtà industriale del tempo, gli scatti a ginnasti e atleti, una serie dedicata alla nuova Mosca e un ampio insieme di immagini di reportage e di acrobazie degli artisti del circo.

Grazie a questa accurata selezione di opere, fatta dalla curatrice Olga Sviblova, i visitatori potranno così evincere i principi innovativi del suo metodo sperimentale, basato su inediti espedienti formali (primo fra tutti la composizione diagonale) e l'ardore che muove il suo pensiero utopico.

Esponente di spicco dell’avanguardia sovietica del XX secolo (Costruttivismo), nonché padre della fotografia sovietica, Alexander Rodchenko (1891 - 1956) «è l’unico – come spiega il testo di presentazione dell'evento – ad aver lasciato attraverso gli articoli e i diari, testimonianze incomparabili: riflessioni sull'arte di un fotografo-pensatore, partecipe di un cataclisma storico che aveva generato in lui un conflitto drammatico tra presupposti consci e un’inconscia pulsione a creare». «Il nostro dovere è sperimentare», diceva, e osservando le fotografie in mostra a Mantova non è difficile scorgerne il grande talento, l'attitudine innovativa e la fedeltà al compito che si era preposto.

La mostra è organizzata dal Ministero della Cultura della Federazione Russa, dal Comune di Mantova, dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, dal Museo Civico di Palazzo Te e dal Multimedia Art Museum, Moscow in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Mosca e Russian Seasons.


Alexander Rodchenko. Revolution in photography

Palazzo Te, viale Te, 13 - Mantova
29 marzo – 27 maggio 2018

orario: lunedì, ore 13,00 - 19,30 | da martedì a domenica, ore 9,00 - 19,30
ingresso: intero 12,00 € | ridotto 8,00 € | ridotto studenti 4,00 €
info: www.centropalazzote.it

_ _ _

RISORSE ESTERNE
Centro Internazionale d'Arte e Cultura di Palazzo Te

Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 27-03-2018 in NOTIZIE / MOSTRE

PalazzoTe Russia AlexanderRodchenko






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright