pubblicità su FPmag

Dalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni 1 / 4       Dalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. © Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni.

Let Me In: le voci dei migranti

Let Me In è il titolo della mostra di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni, inserita all'interno di FotoLeggendo 2016 nell'ambito della rassegna L’Esodo – il viaggio continua curata da Emilio D'Itri. Quest'ultima prosegue idealmente la riflessione sulla realtà delle grandi migrazioni del nostro tempo, che ha preso le mosse lo scorso anno con la collettiva L’Esodo e la mostra Mare Nostrum di Massimo Sestini. A differenza della precedente, la rassegna del 2016 indaga il lungo e pericoloso cammino dei migranti, così carico di speranze e aspettative, documentando le loro interminabili soste alle frontiere e/o nei centri di permanenza, seguendoli fino all’arrivo nelle campagne del Sud Italia.

Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni
Dalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. © Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni.

Il progetto di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni si propone di sottrarre dalla dimensione di anonimato i migranti. Questi sono in genere considerati come flusso privo di individualità, una sorta di massa informe e sconosciuta. Una condizione di assenza di individualità che rende semplice, troppo semplice la materializzazione di timori atavici nei confronti del diverso. Timori che contribuiscono a rendere più improbabile e difficoltosa la comunicazione con tutte le conseguenze del caso. Con questo lavoro, invece, gli autori intendono proprio mostrarci i migranti non come parte di un flusso, ma come individui, persone con storie, pensieri e ambizioni non troppo lontani da quelli che ognuno di noi può vivere o nutrire.

Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina PiccinniDalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. © Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni.

Let Me In si articola in quaranta autoritratti affiancati dai messaggi di quei migranti o rifugiati incontrati dagli autori lungo la cosiddetta rotta balcanica. Calmi e Piccinni hanno raggiunto i migranti a Belgrado, Subotica, Horgos, Sid, Tovarnik, Berkasovo in accampamenti provvisori o nelle stazioni. Qui hanno chiesto loro di fotografarsi in un autoritratto e di riassumere in un messaggio la loro condizione. Il risultato è una serie di immagini e di testi redatti in una molteplicità di lingue, dall'arabo all'inglese, con cui i migranti si indirizzano alle nazioni in cui vorrebbero fermarsi.

Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni
Dalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. © Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni.

Caimi e Piccinni non sono nuovi alla realizzazione di progetti in cui la dimensione iconica e quella testuale si intersecano e si fondono per dar vita a testi sincretici. In questo modo lo spettatore può fermarsi a riflettere su avvenimenti contemporanei di cui i media tendono a fornire una dimensione estremamente superficiale quando non deliberatamente alterata a fini politici. Il recupero della dimensione umana e individuale con Let Me In sembra infatti inserirsi nella linea progettuale già avviata con War Dreams, un precedente lavoro in cui Caimi e Piccinni avevano chiesto durante la guerra in Ucraina a dei combattenti di una base militare nei pressi di Donetsk di scrivere cosa vedessero nel momento in cui chiudevano gli occhi. [ Sandro Iovine ]


La video intervista a Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni è stata realizzata con attrezzature messe a disposizione da Fujifilm Italia.


Dalla mostra Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni. © Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni.

- - -

LET ME IN
di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni
Polo Museale ATAC – Parco museo ferroviario Roma
Porta San Paolo e banchina Roma-Ostia Lido
via Bartolomeo Bossi, 7 - Roma | 15 giugno – 2 luglio 2016
ingresso: libero


– – –

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ FPtag ] FOTOLEGGENDO16: gli aggiornamenti di FPmag sull'evento
◉ [ eventi ] Una panoramica su FotoLeggendo 2016
◉ [ concorsi ] Premio Tabò 2016: i vincitori
◉ [ video ] Fujifilm Italia e FotoLeggendo
◉ [ mostre ] FotoLeggendo 2016: mostre e proiezioni


[ RISORSE ESTERNE ]
FotoLeggendo 2016
Officine Fotografiche Roma
Caimi & Piccinni
Jean-Marc Caimi
Valentina Piccinni
War Dreams di Caimi e Piccinni

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 15-06-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

FOTOLEGGENDO16 OfficineFotografiche OfficineFotograficheROMA FujifilmItalia JeanMarcCaimi ValentinaPiccinni






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright