ECHOPHOTOJOURNALISM UgoLucioBorga FuriarumAera

Furiarum Aera

1 / 15       Somalia, Mogadiscio, settembre 2009, Ospedale Martini: un ragazzo si copre il volto di fronte al corpo del padre, dilaniato da un colpo di mortaio. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

2 / 15       Repubblica Centrafricana, Bangui, gennaio 2014: ribelle seleka a terra. Di fronte la granata, parzialmente innescata, che stava per gettare su una pattuglia di soldati ruandesi dell'Unione Africana. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

3 / 15       Libia, Bani Walid, front line, ottobre 2011: milizie ribelli sulla linea del fronte nel corso della battaglia di Bani Walid. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

4 / 15       Repubblica Centrafricana, Bangui, gennaio 2014: Mohamed, insegnante di religione islamica, viene nascosto sotto il sedile di un'ambulanza nel tentativo di salvarlo dalle milizie cristiane che hanno assediato il quartiere musulmano. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

5 / 15       Repubblica Democratica del Congo, Goma, settembre 2010: centinaia di bambini, orfani in fuga dalla guerra, tentano di sopravvivere nella capitale del nord Kivu. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

6 / 15       Ucraina, Donetsk, zona dell'aeroporto, marzo 2015: soldati ucraini arruolati nelle truppe d'assalto, battaglione Somalia, durante i combattimenti per l'aeroporto di Donetsk. Il battaglione separatista è stato chiamato Somalia per la furia con la quale conduce i combattimenti nelle zone ad esso assegnate. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

7 / 15       Somalia, Mogadiscio, febbraio 2012: civili riemergono dal sottosuolo in cerca di cibo, dopo intensi combattimenti. Nel 2012 una grave carestia ha colpito il paese, provocando la morte di migliaia di persone. Gli aiuti umanitari sono stati, per la maggior parte, sottratti dalle milizie governative e dalle milizie islamiche e poi rivenduti ai profughi cui erano destinati. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

8 / 15       Libia, Ajdabiya, linea del fronte, marzo 2011: carro armato della brigata corazzata lealista di Khamis distrutto da un attacco dell'aviazione francese. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

9 / 15       Repubblica Democratica del Congo, strada per Rutshuru, gennaio 2008: una famiglia fugge dai combattimenti in corso tra le milizie tutsi del generale Nkunda e un commando delle FARDC. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

10 / 15       Libia, Bani Walid, linea del fronte, settembre 2011: miliziano in preghiera prima della battaglia. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

11 / 15       Siria, dintorni di Idlib, agosto 2012: un bambino si affaccia alla vetrina del negozio del padre, colpito da un proiettile vagante nel corso di intensi combattimenti tra l'esercito libero siriano e le forze di sicurezza del regime. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

12 / 15       Libia, Tripoli, ottobre 2011: una discussione tra milizie ribelli appartenenti a quartieri diversi sfocia in una sparatoria. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

13 / 15       Siria, Khan Sheikun, agosto 2012: l'aviazione lealista bombarda un villaggio sotto controllo dell'Esercito Libero Siriano. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

14 / 15       Ucraina, Donetsk, zona dell'aeroporto, febbraio 2015: il teschio di un soldato sulla linea del fronte. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

15 / 15       Eritrea, Asmara, marzo 2007: un disertore mostra gli effetti degli strumenti di tortura utilizzati dai servizi di sicurezza del regime nel corso della detenzione. La leva obbligatoria, in Eritrea, è a tempo indefinito. Le condizioni di vita degli uomini, e delle donne, arruolati forzatamente nell'esercito eritreo sono disperate. L'ottanta per cento del paese è off limits. © Ugo Lucio Borga/Echo Photojournalism. Dalla mostra Furiarum Aera, immagini e suoni da un mondo di guerra.

Furiarum Aera

Inaugura lunedì 17 agosto 2015 alle ore 18,00 la mostra fotografica Furiarum Aera, Immagini e suoni da un mondo di guerra di Ugo Lucio Borga, fotogiornalista dell'agenzia Echo Photojournalism. Le immagini dei conflitti che hanno insanguinato il mondo a partire da questo inizio secolo, accompagnate dai suoni e dalle testimonianze di chi la guerra l'ha dovuta subire sulla propria pelle, costituiscono il corpus di questa mostra che ci mette di fronte ad alcuni degli episodi più terribili del nostro tempo. «L'11 settembre 2001 – scrive Borga – non è solo la data del più drammatico atto di terrorismo dell'età contemporanea. È la fine di un'era. E l'inizio di un'altra. Il mondo si scopre improvvisamente fragile, minacciato da irriducibili nemici che possono colpire ovunque. E chiunque. Due ferocissimi conflitti armati, in Afghanistan e Iraq, in meno di dieci anni frantumano il medio oriente. L'Africa sub-sahariana, così drammaticamente ricca di risorse naturali, conosce una recrudescenza di guerre mai sopite e atroci carestie, che causano milioni di morti. Il Nord Africa, travolto dalle primavere arabe, generate da un'autentica spinta democratica e poi infiltrate dal fondamentalismo islamico, brucia. Si combatte ormai ovunque. Asia: 16 stati e 151 gruppi armati coinvolti. Africa: 27 stati e 184 gruppi armati coinvolti. Europa: 8 stati e 60 gruppi armati coinvolti. Medio Oriente: 8 stati e 218 gruppi armati coinvolti. Americhe: 5 stati e 25 gruppi armati coinvolti. Centinaia di migliaia di disperati fuggono dalla guerra, dalla fame, dai disastri ambientali, alimentando il traffico di esseri umani».
È una riflessione estremamente dolorosa quella di fronte alla quale ci pongono le immagini di Borga, una riflessione che mette in dubbio le nostre certezze. Se i media ci hanno infatti dipinto tutto ciò che ruota intorno alla cultura islamica come il male assoluto, come dobbiamo porci noi, figli di un occidente cristiano, di fronte al terrore dipinto negli occhi di Mohamed (foto numero 4 della nostra galleria), insegnante di religione islamica che tenta di salvarsi dalle milizie cristiane che hanno assediato il quartiere musulmano?

Furiarum Aera, Immagini e suoni da un mondo di guerra
Torre del Castello Sarriod di Introd - Introd AO
17 agosto – 15 settembre 2015

orario: da lunedì a venerdì, ore 9,00 - 18,00 | visite guidate ogni 30 minuti
ingresso: intero 4,00 € | ridotto 2,00 €
info: info@festivalintrod.it | ugo@echophotojournalism.com
www.festivalintrod.altervista.org


– – –

Ugo Lucio Borga racconta a FPmag il suo progetto




share

pubblicato in data 17-08-2015 in FuriarumAera



nello stesso progetto



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright