1 / 10       Jonathan Jacques Louis (21 anni) e Alexander Semyonov (25), una coppia gay, durante un momento di intimità. In Russia la vita per le persone lesbiche, gay, bisessuali o transgender (LGBT) è sempre più difficile. Le minoranze sessuali sono sottoposte a discriminazione legale e sociale e ad aggressioni da gruppi religiosi conservatori e nazionalistici. St. Petersburg, Russia. © Mads Nissen, Danimarca, Scanpix/Panos Pictures. World Press Photo of the Year 2014 - 1° premio categoria Contemporary Issues, Singole.
2 / 10       Una cadetta della Kininkliijke Militaire Academie. Il reportage raccoglie ritratti dei cadetti delle più importanti accademie militari europee. Breda, Paesi Bassi. © Paolo Verzone, Italy, Agence Vu. 3° premio categoria Portraits, Storie.
3 / 10       Lo staff medico del Centro Hastings di Cure per Ebola cerca di riportare nell’area di isolamento un malato, scappato durante un delirio causato dall'ebola. Post Freetown, Sierra Leone. © Pete Muller, USA, National Geographic/The Washington. 1° premio categoria General News, Storie.
4 / 10       Family Love 1993-2014. © Darcy Padilla, USA, Agence Vu. 1° premio categoria Long-Term Projects, Storie.
5 / 10       John indossa la bombetta di suo nipote. Era pomeriggio, ed ero seduto sul divano di mio nonno. La porta era socchiusa, e ho visto la luce che passava tra la porta e le pareti bianche. Tutto d'un tratto tutto ha cominciato ad avere un senso. John e Prova, erano i miei nonni. Crescendo, ho avuto tanto amore e cura da loro. Erano giovani e forti. Col passare del tempo, si forma tutto a modo suo. I capelli della nonna sono diventati grigi, le pareti hanno iniziato a cadere e gli oggetti erano tutto ciò che restava. Tutto era contenuto in una sola camera. Dopo che Prova è morto, ho provato a vedere di più John. Mi racconta storie dei loro primi anni di vita, e di come si sono incontrati. Tutto è in attesa; un attesa per qualcosa che non ho del tutto compreso. © Sarker Protick, Bangladesh. 2° premio categoria Daily Life, Storie.
6 / 10       Un manifestante in un gesto di invocazione dedicato a un suo compagno, morto per ferite di arma da fuoco. Dopo mesi di violenza, le proteste antigovernative hanno costruito barricate in piazza dell’Indipendenza a Kiev, conosciuta come Maidan. Il 20 febbraio cecchini non identificati hanno aperto il fuoco sui manifestanti mentre questi avanzavano sulla via Instituska. Secondo una fonte ufficiale, 70 manifestanti sono stati uccisi quel giorno. Il 20 febbraio è stato il giorno più violento delle proteste in piazza dell’Indipendenza a Kiev, e due giorni dopo il presidente Viktor Yanukovych ha lasciato il paese. 19 - 21 febbraio 2014, Kiev, Ucraina. © Jérôme Sessini, Francia, Magnum Photos per De Standaard. 2° premio categoria Spot News, Storie.
7 / 10       Studenti nel cortile di una scuola. Dal 2002 migliaia di persone sono state uccise da azioni militari statunitensi eseguite con droni. Il fotografo ha comprato un drone, ci ha montato sopra una macchina fotografica, e ha viaggiato per gli USA cercando situazioni simili a quelle in cui negli attacchi con i droni in Pakistan e Yemen sono morti dei civili: matrimoni, funerali, momenti in cui gruppi di persone facevano esercizio fisico o pregavano e anche quelle zone in cui i droni vengono utilizzati dal governo americano per scopi meno letali: carceri, pozzi petroliferi, e il confine USA-Messico. County, California, USA. © Tomas van Houtryve, Belgium, VII per Harper’s Magazine. 2° premio categoria Contemporary Issues, Storie.
8 / 10       Una ragazza rimasta ferita negli scontri dopo i funerali di Berkin Elvan, il 15enne morto in seguito alle ferite riportate durante le proteste contro il governo, l’anno scorso. Gli agenti antisommossa avevano utilizzato lacrimogeni e cannoni ad acqua nella capitale Ankara, mentre a Istanbul la folla gridava slogan antigovernativi e aveva acceso un grande fuoco sulla via del cimitero dove è stato seppellito Berkin Elvan. 12 marzo 2014, Istanbul. © Bulent Kilic, Turchia, Agence France-Presse. 1° premio categoria Spot News, Singole.
9 / 10       Il salvataggio dei passeggeri di una barca diretta verso l’Italia da parte della Marina italiana. Solo nel 2014, le persone recuperate in mare e portate in salvo in Italia sono state 170.081. Italia, 7 giugno 2014. © Massimo Sestini, Italia. 2° premio categoria General News, Singole.
10 / 10       Una scimmia da circo con il suo addestratore. Con più di 300 compagnie, Suzhou è conosciuta come città del circo cinese per eccellenza. Suzhou, provincia di Anhui, Cina. © Yonghi Chju, Cina. 1° premio categoria Natura, Singole.

World Press Photo 2015: la mostra

La mostra che raccoglie le immagini premiate nell'ambito noto concorso fotogiornalistico promosso, a cadenza annuale, dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam approda a Milano. Dal Primo maggio sono infatti esposti senza censura, presso la Galleria Carla Sozzani, gli scatti che meglio hanno rappresentato il 2014 sulle pagine della stampa di tutto il mondo.
Il concorso World Press Photo – nato nel 1955 e giunto alla sua 58ª edizione – è presieduto da una giuria internazionale di esperti che, quest'anno, ha visto in veste di giurati diciassette professionisti che hanno espresso il loro giudizio e selezionato i vincitori delle otto categorie previste dal contest: Storie d’attualità, Vita quotidiana, Notizie generali, Natura, Ritratti, Sport, Spot news e Lavori a lungo termine. In tutto sono stati 5,692 i fotografi partecipanti, 97.912 gli scatti giunti anonimi alla World Press Photo Foundation e 42 i fotografi premiati, di cui 9 italiani: Andy Rocchelli (secondo classificato, categoria Portraits, Storie), Paolo Verzone (terzo classificato, categoria Portraits, Storie), Fulvio Bugani (terzo classificato, categoria Contemporary Issues, Singole), Giulio Di Sturco (primo classificato categoria Contemporary Issues, Storie), Michele Palazzi (primo classificato, categoria Daily Life, Storie), Turi Calafato (terzo classificato, categoria Daily Life, Storie), Massimo Sestini (secondo classificato, categoria General News, Singole), Gianfranco Tripodo (terzo classificato, categoria General News, Singole), Paolo Marchetti (terzo classificato, categoria Nature, Storie).
Il premio Foto dell’anno 2014 è stato assegnato al danese Mads Nissen, fotografo per il quotidiano svedese Politiken, che ha condensato in uno scatto le difficoltà che la comunità LGBT deve affrontare quotidianamente in Russia. In merito alla foto vincitrice, il presidente della giuria Michele McNally – vicecaporedattore e direttore della sezione fotografia del The New York Times – si è espresso in questi termini: «È un momento storico per la fotografia... l'immagine vincitrice deve avere un'estetica, essere di impatto e avere il potenziale per diventare un'icona. Questa foto è esteticamente potente e possiede umanità».

World Press Photo 2015. Fotografia e giornalismo
Galleria Carla Sozzani, corso Como, 10 - Milano
1 maggio – 2 giugno 2015

orario: tutti i giorni, ore 10,30 - 19,30 | mercoledì e giovedì, ore 10,30 - 21,00
ingresso: libero
info: 02 653531
galleria@galleriacarlasozzani.org
www.galleriacarlasozzani.org

pubblicato in data 04-05-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

GalleriaCarlaSozzani






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright