1 / 7       Petrades. © Mauro Prandelli/Lview.
Dall’Evros, accedo all’Europa migranti asiatici, medio orientali africani e sudamericani. Dalla Repubblica Dominicana alla Somalia, dalla Somalia in Turchia fino in Europa. Stremati dopo ore di cammino confidano nella loro fede che li protegga durante il cammino.
2 / 7       Kastanies. © Mauro Prandelli/Lview.
Dopo aver approvato il progetto della recizione a Dicembre del 2011 e confermata dal ministro dell’Ordine pubblico Christos Papoutsis, il 17 aprile ministro «per la protezione dei cittadini» Michalis Chrisochoidis da inizio ai lavori nella regione di Kastanies a pochi chilometri dal confine Turco all’altezza di Edirne. La recinzione sarà consegnata entro settembre e costerà allo stato ellenico più di 3.100.000 di Euro.
3 / 7       Pithio. © Mauro Prandelli/Lview.
Per sorvegliare il confine, Frontex ha a disposizione le attrezzature militari più moderne. Ogni notte dalle coline sopra l’Evros delle pattuglie munite di termo-camere ad alta definizione controllano il territorio di confine fra Grecia e Turchia.
4 / 7       Sidirò. © Mauro Prandelli/Lview.
A trenta chilometri dalla strada che costeggia il fiume Evros, è presente l’unico cimitero mussulmano della regione. Il cimitero ospita i migranti mussulmani o presunti tali recuperati morti dalle acque del fiume o rinvenuti nei campi dopo l’attraversamento. Dall’inizio del 2012 sono 6 i morti di freddo od annegati nel fiume Evros.
5 / 7       Pythio. © Mauro Prandelli/Lview.
Un gruppo di algerini che hanno appena attraversato l’Evros, alle prime luci dell’alba scattano una foto ricordo della loro avventura. Quasi increduli di essere arrivati in Europa sono felici anche se ora, dopo il rischio corso nell’attraversare il fiume, li aspetta una strada fatta di identificazioni e vita precaria.
6 / 7       Alessandropoli. © Mauro Prandelli/Lview.
L'indomani i migranti arriveranno ad Atene, una città con quasi 700.000 abitanti di cui più del 10% migranti. Il 30 marzo, con l'azione denominata Atene pulita, sono stati arrestati quasi cinquecento migranti senza permesso di soggiorno. L'attraversamento del fiume Evros è solo il primo degli ostacoli che i migranti clandestini devono superare.

Un muro contro l'immigrazione

Evros è il nome di un fiume che per circa 160km segna il confine tra Asia e Europa, Grecia e Turchia. Evros da quasi dieci anni è un nome legato a una delle principali vie di passaggio dell’emigrazione in direzione dell’Europa. Evros è il fiume lungo il quale nel 2011 è stato realizzato un fossato di più o meno 15km, prima tranche di un progetto ritenuto poi troppo costoso e convertito nel 2012 in una sorta di muro fatto di reticolati e fili spinati, con il plauso dell’Unione Europea. Evros, porta orientale d'Europa. Un muro contro l'immigrazione è il lavoro fotografico di Mauro Prandelli, del collettivo Lview, curato da Sandro Iovine, che documenta la situazione lungo il confine tra Grecia e Turchia e si inserisce all'interno della manifestazione Migrare che si svolge a Crema, presso la Sala Santa Maria di Porta Ripalta, dal 19 al 22 marzo 2015.

Evros, porta orientale d'Europa. Un muro contro l'immigrazione
Sala Santa Maria di Porta Ripalta, via Matteotti, 46 - Crema CR
19 marzo – 22 marzo 2015

orario: da giovedì a domenica, ore 9,00 - 13,00 e 15,00 - 19,00
ingresso: libero
info: 331 1016709
centromissionario@diocesidicrema.it

pubblicato in data 21-03-2015 in NOTIZIE / MOSTRE







altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright