pubblicità su FPmag

1 / 4       Robert Doisneau, L'information scolaire, Paris, 1956. © Atelier Robert Doisneau.

2 / 4       Robert Doisneau, Le baiser de l'Hotel de Ville, Paris, 1950. © Atelier Robert Doisneau.

3 / 4       Robert Doisneau, La diagonale des marches, Paris, 1953. © Atelier Robert Doisneau.

4 / 4       Robert Doisneau, Autoportrait au Rolleiflex, 1947. © Atelier Robert Doisneau.

Un'emozionante quotidianità

Tutti conoscono le sue fotografie, o almeno le più celebri, e sono in molti ad apprezzare ancora oggi il suo sguardo leggero, positivo, capace di cogliere grazia e bellezza nelle situazioni più comuni. Ma chi fu davvero Robert Doisneau? E come è iniziata la carriera di questo importante protagonista della fotografia del Novecento? Per rispondere a questi quesiti, a partire dal 19 marzo 2016 le sale dell'Arengario di Monza ospiteranno la mostra Robert Doisneau. Le merveilleux quotidien, organizzata da ViDi e Fratelli Alinari. Fondazione per la Storia della Fotografia, in collaborazione con il Comune di Monza.
L'esposizione, curata dall’Atelier Robert Doisneau con la consulenza scientifica di Piero Pozzi, riunisce una selezione di 80 fotografie originali – di cui oltre 50 stampate direttamente dall’autore ed esposte per la prima volta in Italia – che ripercorrono i primi 44 anni di carriera del celebre fotografo francese, proponendo un percorso che, dalla sua prima fotografia scattata nel 1929 a soli diciassette anni, si snoda fino al 1973, anno in cui la direzione dei suoi lavori inizia a cambiare, orientandosi verso tematiche, soggetti e luoghi a lui molto cari. Un articolato itinerario visivo che traghetterà il visitatore tra i meandri di quella Parigi minore, fatta di attimi ordinari, gesti quotidiani e personaggi tanto semplici quanto autentici, che ha contribuito a trasformare Doisneau nello straordinario fotografo che ormai in pochi non conoscono e riconoscono. Un Maestro che ha fatto della narrazione emotiva il suo marchio di stile e che ha sempre cercato di portare alla luce il lato migliore dell'Umanità. «Quello che io cercavo di mostrare – affermò l'autore in una delle sue dichiarazioni più celebri – era un mondo dove mi sarei sentito bene, dove le persone sarebbero state gentili, dove avrei trovato la tenerezza che speravo di ricevere. Le mie foto erano come una prova che questo mondo può esistere».
Oltre alla ricca selezione di immagini, l'esposizione monzese contemplerà una serie di testi originali scritti dallo stesso Doisneau, un video e lo stesso modello di macchina fotografica da lui utilizzata per molti dei suoi lavori, ovvero una Rolleiflex Standard Alt, proveniente dalle Raccolte Museali Fratelli Alinari di Firenze. Verrà inoltre organizzato per l'occasione anche un ciclo di incontri ed eventi gratuiti, a cura di Piero Pozzi (fotografo e docente di fotografia presso il Politecnico di Milano, Facoltà del Design), che consentiranno di approfondire i contenuti della mostra. Il tutto per permettere al pubblico di scoprire il mondo che si cela dietro gli scatti di questo celebre autore e, soprattutto, di saperne di più non solo sulla sua opera, ma anche sull’uomo Robert Doisneau.

Robert Doisneau. Le merveilleux quotidien
Arengario di Monza, piazza Roma - Monza (MB)
19 marzo – 3 luglio 2016

orario: martedì, mercoledì e venerdì, ore 10,00 - 13,00 e 14,00 - 19,00 | giovedì, ore 10,00 - 13,00 e 14,00 - 22,30 | sabato, domenica e festivi, ore 10,00 - 20,00 | chiuso il lunedì
ingresso: intero 9,00 € | ridotto 7,00 € | scuole 5,00 €
info: 02 36638600
www.arengariomonzafoto.wordpress.com


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ mostre ] A proposito di Maestri del passato e Parigi: Brassaï e Parigi

[ RISORSE ESTERNE ]
Atelier Robert Doisneau
Fratelli Alinari. Fondazione per la Storia della Fotografia

Arengario di Monza

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 17-03-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

RobertDoisneau ArengarioMONZA






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright