1 / 3       Ugo Mulas, Andy Warhol, Philip Fagan e Gerard Malanga, New York, 1964. © Estate Ugo Mulas, Milano - Courtesy Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli.

2 / 3       Ugo Mulas, Marcel Duchamp, New York, 1965. © Estate Ugo Mulas, Milano - Courtesy Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli.

3 / 3       Ugo Mulas, Jasper Johns nel suo atelier, New York, 1964. © Estate Ugo Mulas, Milano - Courtesy Galleria Lia Rumma, Milano/Napoli.

Ugo Mulas alla Fondation HCB

Ugo Mulas (1928-1973) è stato una figura fondamentale nella storia della fotografia italiana del XX secolo. Tuttavia, il suo lavoro è ancora pressoché sconosciuto in Francia. Per questo motivo, la Fondation HCB di Parigi ha deciso di rendere omaggio a questo grande osservatore e interprete della modernità – apparso nel mondo dell'arte italiana e statunitense nel 1960 – dando vita alla sua prima mostra personale in Francia.
Il percorso espositivo riunisce una sessantina di stampe d'epoca in bianconero che ripropongono, per la maggior parte, le fotografie selezionate da Mulas per la pubblicazione di La Fotografia (Einaudi, 1973). Si tratta del suo ultimo e ormai leggendario volume che racchiude, oltre a una efficace testimonianza del suo lavoro e della sua poetica, anche alcune riflessioni fondamentali sul medium e sul linguaggio fotografico. La Fotografia è infatti un'opera unica. Attraverso brevi sequenze di immagini, magistralmente introdotte dai testi, Mulas ha analizzato l'arte del suo tempo proponendo una serie di osservazioni e di ritratti di grandi artisti, fotografati durante la realizzazione di una delle loro opere. In questo modo Mulas ha creato a una sorta di relazione intima con il tempo, foriera di innumerevoli rimandi e ricca di significato. Per Mulas, infatti, tutti i momenti sono fugaci e degni di attenzione: ogni istante, anche il meno significativo, può essere in realtà unico, irripetibile, eccezionale. Tuttavia, oltre al loro importante valore documentario, questo insieme di opere porta con sé un'indiscutibile nota autobiografica, che questa mostra non manca di far emergere. L'esposizione si chiude quindi con Le Verifiche, il lavoro su cui si concentra l'ultimo capitolo del libro. Un capitolo fondante, in grado di dare la misura della dimensione speculativa della sua opera, cristallizzandola per sempre. La mostra è realizzata in collaborazione con l'Archivio Ugo Mulas (Milano) e Giuliano Sergio, ed è co-prodotta con la Point du Jour, centro d'arte/casa editrice (Cherbourg), a cui va il merito di aver pubblicato il libro La Fotografia di Ugo Mulas in francese, riproducendone esattamente i formati, i testi e le fotografie contenute nella prima edizione italiana.

Ugo Mulas. La Photographie
Fondation HCB, 2 impasse Lebouis - Parigi (Francia)
15 gennaio – 24 aprile 2016

orario: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica, ore 13,00 - 18,30 | mercoledì sera, ore 18,30 - 20,30 | sabato, ore 11,00 - 18,45 | lunedì chiuso
ingresso: intero 7,00 € | ridotto 4,00 € | gratuito per les Amis de la Fondation HCB e, per tutti, il mercoledì sera (18,30 - 20,30)
info: +33 (0)1 56802700
contact@henricartierbresson.org
www.henricartierbresson.org


– – –

[ RISORSE ESTERNE ]
Ugo Mulas
Fondation HCB

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 12-02-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

UgoMulas AntoniaMulas MariaMulas






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright