pubblicità su FPmag

1 / 6       Yoshinori Mizutani, Tokyo Parrots, 2013. © Yoshinori Mizutani.

2 / 6       Yoshinori Mizutani, Tokyo Parrots, 2013. © Yoshinori Mizutani.

3 / 6       Yoshinori Mizutani, Tokyo Parrots, 2013. © Yoshinori Mizutani.

4 / 6       L'allestimento della mostra Tokyo Parrots di Yoshinori Mizutani presso Le Grenier. © FPmag.

5 / 6       Durante la visita alla mostra Tokyo Parrots di Yoshinori Mizutani presso Le Grenier. © FPmag.

6 / 6       L'allestimento della mostra Tokyo Parrots di Yoshinori Mizutani presso Le Grenier Ancienne Corone di Bienne.
ATTENZIONE per navigare la foto utilizzare cliccare e tenere premuto il tasto del mouse spostandosi verso destra/sinistra (sui dispositivi mobili far scorrere verso destra/sinistra il dito sul display o ruotare il dispositivo dopo aver toccato l'icona della mano con le frecce).

Tokyo Parrots

A Tokyo non dovrebbero esserci pappagalli allo stato libero. Eppure la capitale giapponese è invasa da questi uccelli esotici che hanno eletto a loro habitat proprio lo sterminato territorio urbano. La causa di questo fenomeno di adattamento va ricercata nell'importazione massiva, avvenuta a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, di pappagalli provenienti dall'India e dallo Sri Lanka, come animali domestici. Nel corso degli anni, però, parte di loro ha riconquistato la libertà tornando a uno stato selvatico. «Quando ho visto centinaia di pappagalli sciamare nel cielo – racconta Mizutani – sono stato colto dalla paura. Mi sentivo come se fossi entrato nel film Gli Uccelli di Alfred Hitchcock. Ogni mattina sciami di pappagalli invadono gli olmi vicino a casa mia a Setagaya».


Al di là del suo senso pienamente integrato con la tematica dell'adaptation, questa mostra è l'ennesima dimostrazione della estrema cura posta dagli organizzatori delle Journées Photographiques de Bienne/Bieler Fototage nella fase di edizione. L'ambiente, di per sé estremamente suggestivo, del sottotetto di un'antica torre suggerisce allo spettatore (ancorché il contesto urbano di riferimento sia diametralmente opposto a quello della capitale nipponica) la sensazione di trovarsi proprio al centro di uno dei possibili rifugi scelti dagli uccelli nella creazione del loro nuovo habitat. Questa di Mizutani è probabilmente la mostra di maggior impatto estetico all'interno di questa edizione delle Journées Photographiques de Bienne/Bieler Fototage. Da non perdere. [ S. I. ]

- - -

TOKYO PARROTS
di Yoshinori Mizutani
Le Grenier Alte Krone | fino al 20 settembre 2015
(da mercoledì a venerdì, ore 14,00 - 18,00 | sabato e domenica, ore 11,00 - 18,00)
ingresso: carta giornaliera CHF 20,00/15,00 (ridotto studenti) | abbonamento CHF 30,00/20,00 (ridotto studenti)

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 30-08-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

BIENNE2015 YoshinoriMizutani Asia Giappone SandroIovine






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright