1 / 4       Purity, 2014. © David Magnusson.

2 / 4       Purity, 2014. © David Magnusson.

3 / 4       Purity, 2014. © David Magnusson.

4 / 4       L'allestimento della mostra Purity, 2014 presso PasquArt Photoforum di Bienne/Biel. © FPmag.

Purity, 2014

Il lavoro di David Magnusson si sviluppa con una serie di ritratti desaturati di padri con le loro figlie. Le fotografie sono state scattate dopo i Purity Balls, che si svolgono negli Stati Uniti d'America. In queste occasioni le giovani ragazze americane promettono di astenersi da relazioni sessuali prima del matrimonio e, allo stesso tempo, i genitori si impegnano a proteggere le scelte delle loro figlie. L'aspetto interessante di una questione come questa, al limite del banale nella cultura di un paese di tradizione cattolica come l'Italia, sta nel fatto che la... cerimonia avvenga negli Stati Uniti d'America e che il fotografo che ha deciso di raccontarla sia svedese. Provenendo da una formazione piuttosto lontana da scelte di questo tipo, Magnusson ha deciso di confrontarsi con qualcosa di sostanzialmente alieno per la sua cultura, cercando di mettere da parte il pregiudizio. Anche la scelta formale è stata quella di giocare da una parte su immagini a metà strada tra la chiave alta e la desaturazione e dall’altra su una composizione classica, perché, come afferma lo stesso autore, tanto le ragazze quanto i genitori potessero esserne fieri guardandole.
Il risultato in realtà è davvero straniante, vuoi per le dimensioni delle stampe prossime a quelle reali dei soggetti rappresentati, vuoi per il sentore algido che percorre le vene più profonde del lavoro, spingendoci a confrontarci inevitabilmente con i nostri pregiudizi, quale che ne sia la natura. Non a caso lo stesso Magnusson afferma: «Purity è un lavoro destinato a farci riflettere sul modo in cui siamo plasmati dalla società di appartenenza e su quello in cui interagiamo con il mondo attraverso i valori».
Personalmente ho provato un certo fastidio e una sottile inquietudine all'interno della sala, ma questo non fa che confermare la riuscita degli intenti dell'autore all'interno di uno dei possibili sviluppi di un lavoro come questo. [ S. I. ]

- - -

PURITY, 2014
di David Magnusson
Photoforum PasqArt | fino al 20 settembre 2015
(da mercoledì a venerdì, ore 14,00 - 18,00 | sabato e domenica, ore 11,00 - 18,00)
ingresso: carta giornaliera CHF 20,00/15,00 (ridotto studenti) | abbonamento CHF 30,00/20,00 (ridotto studenti)

pubblicato in data 14-09-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

BIENNE2015 SandroIovine






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright