pubblicità su FPmag

1 / 8       Jamie Reid, 1977. © Jamie Reid/John Marchant Gallery, UK

2 / 8       John Tiberi, Sue Catwoman, nudo, Lesson 2, Londra 1978. © John Tiberi

3 / 8       Sheila Rock, John Lydon con un cappotto rosso, 1978-79. © Sheila Rock Photography

4 / 8       Dennis Morris, John Lydon, Marquee Club, Londra 1977. © Dennis Morris - all rights reserved

5 / 8       Simon Barker, Jordan e Siouxsie al St. James Hotel, 1977. © Simon Barker

6 / 8       Simon Barker, Debbie Juvenile, commessa da Seditionaries, 1977. © Simon Barker

7 / 8       Simon Barker, Una ammiratrice di Billy Idol al Vortex, 1977. © Simon Barker.

8 / 8       Jamie Reid, 1979. © Jamie Reid/John Marchant Gallery, UK

Punk in Britain

«Era il 1976 quando i Sex Pistols gridavano I wanna be Anarchy, in the City indossando camicie strappate e abiti con borchie acquistate da SEX, il negozio di Malcom Mc Laren, l'ideatore dei Sex Pistols, e della sua compagna Vivienne Westwood. Tra i fan dei Sex Pistols, Siouxsie Sioux, Jordan, Debbie, Billy Idol, Soo Catwoman, Adam Ant formavano il Bromley Contingent, il gruppo che li seguiva in ogni situazione. Insieme rappresentavano la reazione agli anni della depressione inglese e anche una risposta, giovane e spontanea, al rigido formalismo di allora». Inizia così il testo di presentazione della mostra Punk in Britain, inquadrando perfettamente l'origine di un genere musicale divenuto fenomeno di costume e, con esso, lo spirito di un'epoca.
Organizzata dalla Galleria Carla Sozzani di Milano, l'esposizione rende omaggio ai protagonisti del punk britannico che, a partire dalla metà degli anni Settanta, rivoluzionarono di fatto il linguaggio della moda e della musica londinese, oltrepassando ben presto i confini del Regno Unito. Un percorso suddiviso in due sezioni distinte che, attraverso documenti, video e circa 90 fotografie, prova a ricostruire e ripercorrere un fenomeno di costume, nato quarant'anni fa, che ha fatto della trasgressione e della provocazione il proprio segno distintivo. E non solo. Punk è ben presto diventato un modo di essere, di agire e di pensare. In mostra per l'occasione fotografie di Simon Barker (Six), Dennis Morris, Sheila Rock, Ray Stevenson, Karen Knorr, Olivier Richon, ma anche disegni, collage e grafiche di Jamie Reid e una sezione speciale dedicata ai video e alle fotografie di John Tiberi. L'inaugurazione è prevista per sabato 11 giugno 2016, dalle ore 15,00 alle 20,00.

Punk in Britain
Galleria Carla Sozzani, corso Como, 10 - Milano
11 giugno – 28 agosto 2016

orario: tutti i giorni, ore 10,30 - 19,30 | mercoledì e giovedì, ore 10,30 - 21,00
ingresso: libero
info: 02 653531
galleria@galleriacarlasozzani.org
www.galleriacarlasozzani.org


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
[ mostre ] World Press Photo '16. Fotografia e giornalismo

[ RISORSE ESTERNE ]
Galleria Carla Sozzani

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 03-06-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

GalleriaCarlaSozzani






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright