1 / 8       Sarah Moon, Casa Fortuny.
2 / 8       Pino Musi, Casa Mollino.

3 / 8       Marco Maria Zanin, Casa Mollino.

4 / 8       Sarah Moon, Casa Fortuny.
5 / 8       Pino Musi, Casa Mollino.
6 / 8       Marco Maria Zanin, Casa Mollino.
7 / 8       Sarah Moon, Casa Fortuny.
8 / 8       Pino Musi, Casa Mollino.

Lo Spazio del Demiurgo

Il 28 gennaio si è aperto a Torino Lo Spazio del Demiurgo, un progetto espositivo, a cura di Adele Re Rebaudengo, organizzato da Agarttha Arte con il sostegno di Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT. Si tratta di una mostra che propone una serie di opere realizzate da Sarah Moon, Pino Musi e dal giovane Marco Maria Zanin, vincitore del Concorso Nazionale Agarttha Arte 2014. Un percorso che conta in tutto ventisei immagini e che permetterà ai visitatori di osservare come questi tre autori hanno proiettato il loro immaginario fotografico nel poliedrico universo di Fortuny e Mollino, innestando un corto circuito stratificato tra tempo e spazio.
Ospitata a Palazzo Madama, nelle due piccole sale barocche di Piccola Guardaroba e Gabinetto Cinese, l'esposizione si concentra infatti sulle case museo di Carlo Mollino (1905-1973) e Mariano Fortuny y Madrazo (1871-1949), due grandi artisti vissuti tra Ottocento e Novecento. Protagonista della prima sala è Casa Mollino a Torino, che è stata allestita da Mollino – architetto, designer, scenografo, fotografo e scrittore – tra il 1960 e il 1968 e che rispecchia il gusto eclettico dell’artista. La seconda sala è invece dedicata a Palazzo Pesaro Orfei a Venezia, un edificio rinascimentale acquistato alla fine del XIX secolo da Fortuny y Madrazo – pittore, scenografo teatrale, fotografo e disegnatore di stoffe originario di Granada – che nel palazzo veneziano stabilì un primo studio nel 1898, poi ampliato negli anni successivi fino a divenire uno dei più importanti atelier per la creazione e la stampa di abiti e tessuti d’arredamento.
Un percorso fotografico che vorrebbe evidenziare, nel complesso, il parallelismo e le similitudini esistenti tra queste due geniali personalità artistiche, entrambi precursori dei loro tempi, e che vedrà le immagini di Pino Musi esposte in vetrina in Piccola Guardaroba, le stampe fotografiche e le polaroid del giovane Marco Maria Zanin alle pareti della stessa e gli scatti dal sapore fiabesco di Sarah Moon in Gabinetto Cinese.

Lo Spazio del Demiurgo
Palazzo Madama, piazza Castello - Torino
28 gennaio – 7 giugno 2015

orario: da martedì a sabato, ore 10,00 - 18,00 | domenica, ore 10,00 - 19,00 | chiuso il lunedì
ingresso: intero 10,00 € | ridotto 8,00 € | gratuito per i ragazzi fino ai 18 anni e per gli abbonati Musei Torino Piemonte.
info: 011 4433501
www.palazzomadamatorino.it

pubblicato in data 31-03-2015 in NOTIZIE / MOSTRE







altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright