Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag

Matt Black, Un palo di recinzione. Allensworth, California. © Matt Black/Magnum Photos. Matt Black, Un palo di recinzione. Allensworth, California. © Matt Black/Magnum Photos.

La geografia della povertà

Matt Black ha percorso oltre 80.000 chilometri attraversando ben 46 Stati americani per documentare la situazione in cui vivono comunità il cui il tasso di povertà sia superiore al 20%, tanto da poterle definire a buon titolo aree di povertà. La definizione deriva direttamente dai rilevamenti effettuati dal Census Bureau (L'Ufficio per il Censimento statunitense).

Matt Black, Zona industriale. El Paso, Texas. © Matt Black/Magnum Photos.
Matt Black, Zona industriale. El Paso, Texas. © Matt Black/Magnum Photos.

In base a questi ultimi, un reddito annuo massimo pro capite di 11.490 dollari, pari a circa 10.700 €, o uno familiare, considerato un nucleo di quattro persone, di 23.550 dollari, pari a circa 21.960 €, sono tali da dover considerare chi li percepisce come appartenente alla fascia di povertà. A dispetto di quanto si tende a pensare sulla situazione economica interna americana, queste cifre riguarderebbero oltre 43 milioni di persone. Una cifra davvero impressionante.

Matt Black, Terminal ferroviario in disuso. Buffalo, New York. © Matt Black/Magnum Photos.
Matt Black, Terminal ferroviario in disuso. Buffalo, New York. © Matt Black/Magnum Photos.

A renderla ancora più sconcertante sono però altri dati e per la precisione quelli che riguardano appena l'1% della popolazione, quella parte che in altre parole gode della maggiore agiatezza. Parallelamente all'impoverimento della working class statunitense, le fasce di popolazione più agiata hanno visto raddoppiare rispetto al 1970 il proprio reddito. Se invece analizziamo i veri e propri ricchi, ovvero lo 0,1% della popolazione, si può osservare come il divaricamento della forbice sia ancora più sensibile. Questi ultimi, infatti, hanno addirittura triplicato il proprio reddito nello stesso arco temporale.

L'allestimento della mostra The Geography of Powerty di Matt Black esposta alla Fortezza del Girifalco in occasione di Cortona On The Move 2017. © FPmag.
L'allestimento della mostra The Geography of Poverty di Matt Black esposta alla Fortezza del Girifalco in occasione di Cortona On The Move 2017. © FPmag.

Nell'insieme il lavoro di Matt Black ha l'enorme pregio di aver sollevato il velo su una situazione estremamente critica sotto il profilo socio-economico, attraverso un'indagine puntigliosa e corredata di dati statistici allarmanti, come nel casi di Allensworth, un piccolissimo centro di appena 471 anime nella ricca California, in cui ben il 54% della popolazione vive, o forse sarebbe il caso di dire sopravvive, al di sotto della soglia di povertà.

Un dettaglio dell'allestimento della mostra The Geography of Poverty di Matt Black, esposta alla Fortezza del Girifalco in occasione Cortona On Move 2017. © FPmag.
Un dettaglio dell'allestimento della mostra The Geography of Poverty di Matt Black esposta alla Fortezza del Girifalco in occasione di Cortona On The Move 2017. © FPmag.

Della mostra si può dire che è costruita con tutta la sapienza e la malizia che la tradizione Magnum sa e può mettere in campo, trasformando in immagini gradevoli, quando non addirittura accativanti, la più terribile delle tragedie. Tra i pregi, oltre al già citato aver portato sotto ai riflettori il problema, quello di offrirci una possibile chiave di interpretazione delle recenti e altrettanto sconcertanti vicende di politica interna americana che hanno portato all'elezione del presidente Donald Trump. Anche in virtù di questo aspetto mi permetto di consigliare a tutti, oltre alla visione della mostra di Cortona On The Move, quella dell'omonimo sito dedicato (The Geography of Poverty) realizzato Matt Black facendo anche largo uso (e finalmente in modo inteligente) di piattaforme social network come Instagram. [ Sandro Iovine ]


- - -
THE GEOGRAPHY OF POVERTY
di Matt Black
Fortezza del Girifalco, via Raimondo Bistacci - Cortona AR
17 luglio – 1 ottobre 2017
ingresso: 6,00 € | 15,00 € biglietto per tutte le mostre (esclusa quella di Pete Souza)



– – –

[ RISORSE INTERNE ]
[ FPtag ] Cortona On The Move 2017: il punto di vista della redazione
[ FPtag ] Cortona On The Move 2016: il punto di vista della redazione
[ FPtag ] Cortona On The Move 2015: il punto di vista della redazione

[ RISORSE ESTERNE ]
Matt Black
The Geography of Poverty
Cortona On The Move

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 20-08-2017 in NOTIZIE / MOSTRE

COTM COTM2017 MattBlack MagnumPhotos SandroIovine






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright