FPschool, scuola di fotografia a a Milano, via Spartaco 36 | Corso di reportage

pubblicità su FPmag

1 / 12       Şener Ozmen, On the Road, 2012. C-print mounted on aluminium, 120x180cm. Courtesy of the artist and PILOT Gallery, Istanbul.

2 / 12       Osman Bozkurt, Post-Resistance, 2013. C-Prints, dimensions variable. Courtesy of the artist.

3 / 12       Ali Taptik, from the series Tangent, 2004-2011. Artist's work prints. C-Print, various dimensions.

4 / 12       Sarkis, Two rainbows, 2015. Neons and print, 600x900cm. © Sarkis, Adagp, 2015, Paris. Courtesy Galerie Nathalie Obadia Paris/Bruxelles.

5 / 12       Ali Taptik, from the series Drift - Kaza ve Kader, 2004-2008. C-Print, 60x60cm.

6 / 12       Ali Taptik, from the series Drift - Nothing Surprising, 2009-2013. C-Print, 60x60cm.

7 / 12       Cengiz Tekin, Just Before Paradise, 2015. Still da video. Courtesy the artist.

8 / 12       Extrastruggle, Rose Garden With the Epilogue, 2013. Video, 4’59”, unique. Courtesy of the artist and Galeri Silberman.

9 / 12       Inci Eviner, Nursing Modern Fall, 2012. HD video, 3 minloop. Video still.

10 / 12       Halil Altindere, Wonderland, 2013. Video 8’25”. Courtesy the Artist and PILOT Gallery, Istanbul.

11 / 12       Nilbar Güreş, Rose of Sapatão, 2014. Wire, modelling clay, single 41 nr. male shoe, ceramic object, a pedestal, lacework. Courtesy the Artist, Rampa (Istanbul) and Galerie Martin Janda (Vienna), Photo Chroma Istanbul – Marco Gorgatti.

12 / 12       Pinar Öğrenci, Collapsing New Buildings, 2011-2013. Video installation, 2 video loop, osb panels, wood structure. Courtesy the artist.

Istanbul. Passione, gioia, furore

«Le trasformazioni sociali, la tensione politica, i conflitti e le nuove dinamiche comunitarie l’hanno resa il simbolo di un cambiamento globale». Parliamo di Istanbul, la città a cui il MAXXI di Roma dedica una grande mostra a cura di Hou Hanru, Ceren Erdem, Elena Motisi e Donatella Saroli.
L'esposizione è il risultato di una lunga ricerca nata dal confronto con la comunità creativa locale, e riunisce le opere di 45 artisti, architetti e intellettuali all'interno di un percorso, articolato in sei sezioni, che propone una molteplicità di linguaggi ed espressioni artistiche, tra grandi opere, nuove produzioni e testimonianze audio e video. Un articolato itinerario visivo che, scaturito dalle riflessioni su alcuni temi chiave portati alla ribalta nel 2013 dalle proteste di Gezi Park, si focalizza sui cambiamenti della realtà culturale, sociale e urbana di Istanbul e sul loro impatto sulle pratiche creative. Un terreno fertile da cui partire per affrontare una serie di domande esistenziali, come: siamo pronti per un cambiamento? È giusto combattere? È davvero necessario lavorare così tanto? È possibile una convivenza pacifica tra i popoli? E, soprattutto, possiamo ancora sperare in un domani migliore? Domande complesse a cui gli autori coinvolti hanno provato a rispondere attraverso il proprio lavoro e un solido impegno critico, «di cui la mostra restituisce uno spaccato, costruendo una mappatura di tutte le esperienze maturate nella città e grazie alla città: progetti artistici, architettonici, cinematografici, critici».
Istanbul. Passione, gioia, furore si configura come la seconda tappa di un progetto più ampio, dedicato alle realtà culturali del Mediterraneo e al rapporto tra Medio Oriente ed Europa, cominciato nel 2014 con la mostra dedicata all’arte contemporanea iraniana e che proseguirà nel 2017 con un progetto dedicato a Beirut.

Istanbul. Passione, gioia, furore
MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni, 4 A - Roma
11 dicembre 2015 – 30 aprile 2016

orario: da martedì a venerdì, ore 11,00 - 19,00 | sabato, ore 11,00 - 22,00 | domenica, ore 11,00 - 19,00
ingresso: intero 10,00 € | ridotto 8,00 € per Under30, gruppi a partire da 15 persone e categorie convenzionate, giornalisti iscritti all’albo, tesserati FAI, possessori biglietto d’ingresso Museo Ebraico di Roma, dipendenti Enel e un accompagnatore | ridotto 4,00 € per studenti oltre i 14 anni, gruppi classe (scuole secondarie di secondo grado) che acquistano le attività educative | gratuito Under14, disabili che necessitano di accompagnatore, accompagnatore del disabile, dipendenti MiBACT, accompagnatori e guide turistiche Regione Lazio, 1 insegnante ogni 10 studenti, membri ICOM, soci AMACI, giornalisti accreditati, possessori della membership card del MAXXI, studenti universitari di Arte e Architettura (dal martedì al venerdì)
info: 06 3201954
info@fondazionemaxxi.it
www.fondazionemaxxi.it


_ _ _

[ RISORSE ESTERNE ]
MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 09-03-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

MAXXI






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright