pubblicità su FPmag

Pio Tarantini, Io sono un albero, polittico. @ Pio Tarantini. 1 / 4       Pio Tarantini, Io sono un albero, polittico. @ Pio Tarantini.

© Pio Tarantini. 2 / 4       @ Pio Tarantini.

Pio Tarantini, Lilly #349, 2018. © Pio Tarantini. 3 / 4       Pio Tarantini, Lilly #349, 2018. © Pio Tarantini.

Pio Tarantini, Cerano, Salento, 2009. © Pio Tarantini. 4 / 4       Pio Tarantini, Cerano, Salento, 2009. © Pio Tarantini.

Imago#2018

Pio Tarantini con le immagini che compongono il suo lavoro ha spesso suscitato nella critica riflessioni sul concetto di tempo. In tanti si sono affannati a ricercare una relazione tra il mosso, antitesi pragmatica dell'istante congelato che argina fotograficamente l'incedere implacabile del tempo, e la fissità che lo circonda. Un interrogativo, quello cronologico, che da sempre attanaglia non solo l'atto fotografico nella sua essenza, ma l'essenza stessa della natura umana. Basti pensare al riferimento della mitologia greca che vede in Κρόνος (Krónos) l'origine dello stesso Zeus.

Il sospetto però è che, al di là di delle circonvoluzioni mentali sul dominio di Κρόνος sulle nostre vite e sull'opera di Pio Tarantini, un'analisi che si limiti a considerare questo aspetto non riesca a essere esaustiva nei confronti della profondità speculativa dell'autore. Al di là di quelli che possono essere gli evidenti aspetti legati al tempo esposti sul piano della narrazione, su quello del contenuto emergono fattori che, affondando le proprie radici nel vissuto personale dell'autore, ne sublimano catarticamente il sentire tormentato.

Rifacendosi ai più scontati concetti espressi dalla Gestalt la contrapposizione tra figura e sfondo in questa parte dell'opera di Tarantini finisce per delineare il personale rapporto tra il sé e il mondo. Il capovolgimento di parte degli identificativi dei concetto stessi di figura e di sfondo lancia una sfida intellettuale coinvolgente, in cui allo spettatore si lascia il compito di ridefinire ciò che è figura e ciò che è sfondo. È dunque figura o sfondo la diafanicità del gradiente cromatico generata dal mosso fotografico? È figura o sfondo l'epifanico dettaglio offerto dalla fissità degli elementi stabili?

Non possiamo certo considerare casuale che a perdere i connotati di solidità nella delineazione dei contorni siano sistematicamente quelli che possiamo identificare come soggetti umani. Riflesso della ricerca dello stesso autore sulla propria condizione transeunte nel passaggio terreno. Ricerca che, per estensione, possiamo tranquillamente far assurgere a caratteri di universalità. Tutto questo è immerso nel tormentato rapporto con il tempo e il suo scorrere implacabile che lo rende certamente un attore fondamentale, ma non certo unico. [ Sandro Iovine ]

La mostra Pio Tarantini. Imago#2018, a cura di Filippo Rebuzzini, è in esposizione a Milano dall'8 novembre al 6 dicembre 2018 presso lo Spazio Kryptos ed è stata realizzata con il contributo di Unimaginable – Photography_Postproduction_Art Print.



Pio Tarantini. Imago#2018
Spazio Kryptos, via Panfilo Castaldi, 26 – Milano
8 novembre – 6 dicembre 2018

orario: da lunedì a venerdì, ore 16,00 – 19,30 | sabato e domenica chiuso | mattina e sabato su appuntamento
ingresso:
libero
info: 02 91705085 | 338 2733248
spazio@kryptosmateria.it | studio@kryptosmateria.it
www.kryptosmateria.it


_ _ _


RISORSE INTERNE

◉ [ FPtag ] Pio Tarantini su FPmag

RISORSE ESTERNE
Pio Tarantini
Spazio Kryptos

Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 18-11-2018 in NOTIZIE / MOSTRE

SpazioKryptos PioTarantini SandroIovine






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright