pubblicità su FPmag

Il fotografo e lo sciamano

La professione di fotografo non vive solo di immagini, ma anche e soprattutto di riflessioni su ciò che la professione ti porta a incontrare quotidianamente. O meglio, sarebbe auspicabile che fosse sempre così. Certamente lo è per Dario Coletti, autore del volume Il fotografo e lo sciamano, un libro giunto alla sua seconda edizione, dopo il successo della prima andata esaurita, che raccoglie e affianca immagini e testi creando una sorta di diario in cui eventi legati alla sfera privata e incontri professionali si fondono, come è giusto e inevitabile che sia, tratteggiando la vita dell'autore e offrendo al lettore la possibilità di condividere gli stimoli ricevuti e arricchirsi con essi attraverso l'esperienza narrata dall'autore.
I singoli capitoli sono come tessere di un mosaico che si va componendo pagina dopo pagina, restituendo uno spaccato di vita profondo tanto dell'uomo quanto del fotografo, entità inscindibili nella loro unità. Costante è la riflessione sul senso del proprio lavoro e del medium stesso, sempre percepito non solo come fonte di conoscenza personale, ma anche di impegno sociale. Di particolare intensità le riflessioni che coinvolgono la coscienza dell'autore imponendogli continuamente interrogativi ai quali non è mai facile opporre una risposta semplice e univoca. Interessante anche l'uso delle citazioni che punteggiano gli scritti di Coletti, tratte dalle letture che l'autore ritiene essere state più significative nella sua formazione umana e professionale. La loro presenza permette di integrare perfettamente l'insieme sincretico dei testi iconici e delle parole, che si fondono così in un racconto continuo in cui ogni essere umano dotato di coscienza può ritrovare, con i debiti adeguamenti, frammenti della propria esperienza umana.
In questa seconda edizione i racconti sono passati da diciannove a ventuno. Nel primo dei due capitoli aggiunti viene fatta la narrazione del periodo di riprese fotografiche condotte nel 2013 a L'Aquila, a distanza di cinque anni dal terremoto, durante una ricognizione fotografica realizzata con altri colleghi per conto di Confotografia. Nel secondo, invece, protagonista è una spedizione fotografica sull'Etna con tutti i suoi risvolti oggettivi e soggettivi.

titolo: Il fotografo e lo sciamano, dialoghi da un metro all'infinito
autore: Dario Coletti
ISBN: 978-88-98391-04-2
formato: 12x20cm
pagine: 168
fotografie: colore e bianconero
rilegatura: brossura
editore: Postcart Edizioni
prezzo: 13,50 €
info: 06 2591030
web: www.postcart.com

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 17-03-2015 in NOTIZIE / LIBRI

Postcart DarioColetti






altro in LIBRI



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright