1 / 6       Keep Your 'Lectric Eye, 1973. © Photo by Sukita.
2 / 6       Starman, 1973 circa. © Photo by Sukita.
3 / 6       The Same Old Kyoto, 1980. © Photo by Sukita.
4 / 6       The First Time I Saw You, 1972. © Photo by Sukita.
5 / 6       Watch That Man III, 1973 circa. © Photo by Sukita.
6 / 6       MY MY_MY MY, 1977. © Photo by Sukita.

Heroes

Il 5 marzo si è aperta, a Bologna, una mostra che ripercorre la storia di un'icona del rock e della sua relazione umana e professionale con il fotografo che ha contribuito a renderla tale. Si tratta di David Bowie “Heroes”: fotografie di Masayoshi Sukita, la prima mostra italiana dedicata al fotografo giapponese che ha ripreso e ispirato David Bowie per oltre quarant'anni.
L'esposizione – patrocinata dal Comune di Bologna, dal British Council, dall'Università di Bologna, dalla Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione, con la collaborazione di NipPop – riunisce, presso gli spazi della galleria ONO arte contemporanea, una quarantina di scatti che offrono un assaggio di quello che, probabilmente, è uno dei più importanti e consistenti archivi di immagini che riguardano l’artista londinese.
Il primo contatto tra Bowie e Sukita avviene infatti già nel 1972, quando il fotografo arriva a Londra per fotografare Marc Bolan e i T-Rex e, sebbene non sappia ancora chi sia David Bowie, decide di andare comunque a un suo concerto perché attratto dal cartellone di The Man Who Sold the World che lo promuoveva. Di lì a poco, complice la stylist Yasuko Takahashi, tra i due comincia una relazione professionale che porterà alla nascita delle immagini che illustrarono la celeberrima copertina dell’album Heroes. Ciò che da subito ha unito i due artisti è stato infatti un sentire comune che, arricchito da un vivace interscambio culturale, ha permesso a un mero rapporto professionale di diventare qualcosa di più intimo e profondo che, con il passare del tempo, si è trasformato in una vera e propria amicizia, che dura tuttora.
Un sodalizio, umano e professionale, che ha dato vita a molte immagini straordinarie nonché a una serie di scatti più intimi e privati, quasi di retroscena, alcuni dei quali sono presentati al pubblico italiano per la prima volta grazie a questa mostra.

David Bowie “Heroes”: fotografie di Masayoshi Sukita
ONO arte contemporanea, via Santa Margherita, 10 - Bologna
5 marzo – 10 maggio 2015

orario: martedì e mercoledì, ore 10,00 - 13,00 e 15,00 - 19,30 | giovedì e venerdì, ore 10,00 - 13,00 e 15,00 - 21,30 | sabato, ore 10,00 - 21,30 | domenica, ore 16,00 - 21,00 | chiuso il lunedì
ingresso: libero
info: 051 262465
vittoria@onoarte.com
www.onoarte.com

pubblicato in data 30-03-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

MasayoshiSukita






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright