1 / 3       Erich Salomon, Marlene Dietrich, 1931. Courtesy Rheinisches Bildarchiv.
2 / 3       Erich Salomon, Ah voilà, le roi des indiscrets!, 1931. Courtesy Museum Folkwang, Essen.
3 / 3       Friedrich Seidenstücker, 1925 - 1930. Courtesy bpk.

Due fotografi al tempo di Weimar

L'Accademia Tedesca Roma Villa Massimo conferma anche quest'anno la propria importante partecipazione alla XIV edizione di FOTOGRAFIA | Festival Internazionale di Roma (9 ottobre 2015 - 17 gennaio 2016) con la mostra Erich Salomon – Friedrich Seidenstücker, curata dalla storica della fotografia Ute Eskildsen. La mostra celebra i fotografi Erich Salomon e Friedrich Seidenstücker con l'esposizione di stampe vintage degli anni Venti e Trenta, a cui si aggiunge la serie dedicata a Marlene Dietrich di Salomon, realizzata negli anni Cinquanta, e una fotografia scattata da Lore Feininger.
Due fotografi a confronto, che hanno rivolto il proprio obiettivo verso la quotidianità e l'agire degli uomini loro contemporanei durante il difficile periodo della Repubblica di Weimar. Lo stile di Erich Salomon – definito candid camera dalla rivista Weekly Telegraph nel 1929 – è caratterizzato da scatti furtivi realizzati con macchine fotografiche che, spesso nascoste e senza l'ausilio di flash, ammantano le fotografie di un'atmosfera intima e privata. Considerato tra i pionieri del fotogiornalismo, con l'avvento del nazismo Salomon viene deportato ad Auschwitz, da dove non farà più ritorno. Sarà l'unico figlio superstite dell'autore a mettere insieme l'archivio del padre oggi conservato alla Berlinische Galerie di Berlino. Friedrich Seidenstücker, anche lui autodidatta, inizia invece la sua carriera di fotoreporter con una macchina fotografa da lui stesso costruita. Sagace ritrattista, girovagava per le strade della città intento a cogliere effimeri istanti di vita, ragione per cui amava definirsi il «fotografo del momento».
L'inaugurazione è prevista per mercoledì 7 ottobre 2015, a partire dalle ore 19,30.

Erich Salomon – Friedrich Seidenstücker
Accademia Tedesca Roma Villa Massimo, largo di Villa Massimo, 1/2 - Roma
8 ottobre – 12 novembre 2015

orario: da lunedì a giovedì, ore 9,00 - 17,30 | venerdì, ore 9,00 - 16,00 | sabato e domenica chiuso
ingresso: libero
info: www.villamassimo.de


– – –

La fotografia vernacolare e la Repubblica di Weimar

pubblicato in data 07-10-2015 in NOTIZIE / MOSTRE







altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright