1 / 5       Thierry Bouët, Avion ailes hautes, série Affaires privées. 32 000 €, Sartrouville Prix: Faire une offre pour négociation. Contact uniquement par téléphone. Avec un CAP de fraiseur et une carrière de technicien en mécanique de précision, Pierre a mis douze ans à construire son propre avion avec lequel il a volé soixante heures. Parti d’une liasse papier sans la moindre vis, ce modèle est pensé pour la brousse. Il est le seul de son espèce à voler. Grâce à sa soute inférieure, il permet les sauts en parachute. Pierre s’en sépare à cause des nouvelles réglementations communautaires. Son brevet de base qui lui permettait de voler dans un rayon de trente kilomètres n’est plus reconnu. Il se donne désormais quatre ans pour construire un ULM. Avec l’aimable autorisation de l’artiste. © Rencontres Arles.

2 / 5       Thierry Bouët, Paire de skis, série Affaires privées. 40 €, Paris. Bonjour, vends une paire de ski années 1950-1960 + bâtons. Bon état, idéal pour déco. Carl est photographe. Il achète des skis dans l’idée de réaliser une série d’images pour le compte d’un hôtel de montagne. Son client envisage d’accrocher des photos dans toutes les chambres. Anéanti par le budget des travaux, l’établissement finit par renoncer à son ambitieuse collection photographique. Se retrouvant avec une paire de skis inutile, Carl les revend en espérant une plus-value convalescente de quelques euros. Avec l’aimable autorisation de l’artiste. © Rencontres Arles.

3 / 5       Durante la visita alla mostra Affaires privées di Thierry Bouët. © Stefania Biamonti/FPmag.

4 / 5       Durante la visita alla mostra Affaires privées di Thierry Bouët. © Stefania Biamonti/FPmag.

5 / 5       Durante la visita alla mostra Affaires privées di Thierry Bouët. © Stefania Biamonti/FPmag.

Affaires Privées

Ironico e divertente il percorso di Thierry Bouët che, con estremo garbo, indaga il mondo delle trattative tra privati, scovando casi e situazioni davvero fuori dal comune.
Il lavoro si articola intorno alla riproposizione in didascalia delle motivazioni per cui il soggetto ha deciso di vendere un determinato oggetto, mentre l'immagine si discosta ampiamente dallo schema degli annunci di vendita tra privati che ci si potrebbe attendere in un contesto del genere per assumere un sapore mediamente un po' destabilizzante e surreale. Proprio il contrasto tra l'aspetto razionale che induce alla vendita e la rappresentazione dell'oggetto e del suo proprietario costituisce una dissonanza esplosiva che rende particolarmente accattivante il lavoro. A rendere tutto ulteriormente più saldo l'accurata scelta delle situazioni fatta dall'autore, spesso al limite del paradossale. Emblematico in questo senso il caso – citato anche da Sam Stourdzé in sede di conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2015 dei Rencontres – di Pierre, un passato da meccanico di precisione che, in una dozzina di anni, si è costruito un aero con le sue mani. Dopo appena una sessantina di ore di volo è costretto a disfarsi della sua creatura per via delle nuove regole comunitarie che non riconoscono più la validità del suo brevetto di base, che gli consentiva di volare in un raggio di una trentina di chilometri. L'immagine vede Pierre trainare il suo aereo in un campo verde. Ma si potrebbero citare anche i due coniugi che vendono una roulotte pieghevole o il fotografo che si aggira per le strade con un paio di sci anni Cinquanta/Sessanta comprati per realizzare servizio per un hotel che ha poi rifiutato il preventivo rendendo inutile l'acquisto.
In linea di massima è il processo di decontestualizzazione, a livello sia di mera rappresentazione, sia di struttura del messaggio rispetto alla finalità, a rendere irreali e tendenzialmente comiche le scene proposte da Bouët con grande sapienza tecnica e intelligenza creativa. Una mostra che consiglio vivamente a quanti avranno la possibilità di fare un giro per Arles.
Oltre alla fotografia, durante la Nuit de l'Année sono stati proiettati anche i video realizzati da Bouët, in cui l'effetto surreale veniva diluito dal movimento dei soggetti e dall'effetto più verosimile rispetto al contenuto degli annunci. [ S. I. ]

- - -

AFFAIRES PRIVÉES
di Thierry Bouët
Parc des Ateliers - Grand Halle | fino al 20 settembre 2015
ingresso: 25,00 € (Pass Atelier)

pubblicato in data 29-07-2015 in NOTIZIE / MOSTRE

ARLES2015






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright