Articolo disponibile in pochi istanti... ...VAI ALL'ARTICOLO »

i© Sony Pictures.

Quando non ci sono parole per raccontare un paesaggio, allora, forse, solo la musica può riuscirci...

Ci sono ambienti difficili da rappresentare. Il deserto, per esempio, sfugge e rifiuta di essere racchiuso all’interno di un fotogramma, così come è al limite dell’impossibile raccontarlo in una poesia o in un racconto. Forse, l’unico modo per proiettare il deserto nella testa di una persona che non ci sia in mezzo è la musica.
Un uomo l’ha fatto, il suo nome è Ry Cooder. Ry è nato nel 1947 a Santa Monica (California), a soli tre anni ha iniziato a studiare chitarra e, crescendo, si è avvicinato con il piglio di un vero esploratore a molti generi musicali, studiandoli e andandone alle radici.
Nel corso della sua carriera Cooder ha collaborato con tutti i più grandi: Taj Mahal, Rolling Stones, Van Morrison, Vishwa Mohan Bhatt, Ali Farka Touré, The Chieftains, Manuel Galbán. Nel 1980 ha iniziato a collaborare anche con molti registi per la scrittura di colonne sonore e, proprio in questo campo, Ry è riuscito a catturare il deserto e portarlo nei solchi di un vinile.
È il 1984 quando esce al cinema Paris, Texas, diretto da Wim Wenders. Il film non è uno dei più belli del regista tedesco, ma la colonna sonora è qualcosa di esaltante.
Tutto è pervaso dalla chitarra acustica di Ry suonata con la tecnica slide tanto nitida e viva da sembrare presente nella stanza mentre si ascolta il disco. La produzione, dello stesso Cooder, è così rispettosa del suono della sei corde da riuscire a rendere il sapore del legno in ogni singola nota, dalla title track che apre l’album fino alla conclusiva Dark Was The Night.
Dieci tracce per un viaggio virtuale, o forse spirituale, nel paesaggio desertico creato da Ry Cooder.

[ Gualtiero Tronconi ]


i© Sony Pictures.
LA SCHEDA DEL FILM

titolo originale Paris, Texas
genere drammatico
nazionalità Germania Ovest, Francia, Regno Unito
anno di produzione 1984
visto censura film per tutti
durata 147 min.
regia Wim Wenders
soggetto Sam Shepard
sceneggiatura Sam Shepard, L.M. Kit Carson
fotografia Robby Müller
montaggio Peter Przygodda
musiche Ry Cooder
scenografia Kate Altman


La locandina di Paris, Texas (1984), diretto da Wim Wenders.
© Sony Pictures.

iRy Cooder. © Susan Titelman.

i© Sony Pictures.

iRy Cooder. © Vincent Valdez.

iRy Cooder. © Vincent Valdez.
L'ALBUM

Ry Cooder ha ricreato attraverso la musica l'atmosfera e i paesaggi narrati nel film Paris, Texas. La colonna sonora del film è successivamente diventata un album musicale a sé stante, realizzato dallo stesso Ry Cooder. Ecco l'elenco dei brani contenuti nel disco:

1 - Paris, Texas (2:57 min.) © Ry Cooder
2 - Brothers (2:07 min.) © Ry Cooder
3 - Nothing Out There (1:35 min.) © Ry Cooder
4 - A Canción Mixteca (4:17 min.) © Ry Cooder/Traditional
5 - No Safety Zone (1:55 min.) © Ry Cooder
6 - Houston in Two Seconds (2:07 min.) © Ry Cooder
7 - She's Leaving the Bank (6:02 min.) © Ry Cooder / Jim Dickinson
8 - On the Couch (1:32 min.) © Ry Cooder
9 - I Knew These People (8:43 min.) © Ry Cooder
10 - Dark Was the Night (2:52 min.) © Ry Cooder / Blind Willie Johnson.


La copertina dell'album che contiene la colonna sonora di Paris, Texas, realizzata da Ry Cooder.

Music By Ry Cooder - A tutti gli appassionati di musica, e a chi volesse conoscere meglio la musica di Ry Cooder, consigliamo l’ascolto della compilation Music By Ry Cooder, disponibile su Spotify.