pubblicità su FPmag

Replay second episode, 2015, video still di Alessandro Sambini. © Alessandro Sambini 1 / 4       Replay second episode, 2015, video still di Alessandro Sambini. © Alessandro Sambini.

Myra di Domingo Milella, Turkey, 2012. © Domingo Milella 2 / 4       Myra di Domingo Milella, Turkey, 2012. © Domingo Milella.

Lay Out di Teresa Giannico. © Teresa Giannico 3 / 4       Lay Out di Teresa Giannico. © Teresa Giannico.

The Cool Couple 4 / 4       © The Cool Couple.

Nuova Fotografia a VIASATERNA

Tredici fotografi italiani tutti nati dopo il 1980 con opere di diversa impostazione sotto il profilo stilistico e contenutistico: è questa la selezione dei curatori del gruppo Fantom per la mostra 2016 – Sulla Nuova Fotografia Italiana in corso a Milano presso la galleria VIASATERNA.

A Kind of Display di The Cool Couple. © Pio Tarantini
A Kind of Display di The Cool Couple. © Pio Tarantini.


Questo nuovo spazio dedicato alla fotografia è stato inaugurato nel 2015 su iniziativa di Irene Crocco e si presenta come uno dei più interessanti tra i nuovi luoghi milanesi di fotografia, anche per la bellezza degli ambienti che innestano la funzionalità moderna in un antico e suggestivo palazzo del centro di Milano. Il titolo della mostra ‒ che potrebbe apparire un po’ pretenzioso ‒ mira direttamente al cuore del problema che consiste nel chiedersi se, entrati nella seconda metà degli anni dieci di questo secolo, nuove generazioni di fotografi si sono affacciate ed eventualmente consolidate nel ricco panorama della fotografia italiana proponendo nuovi linguaggi. Senza entrare nella questione, che meriterebbe spazi di approfondimento più ampi, c’è da constatare che la fotografia italiana, nonostante la grave crisi economica che frena progetti e ambizioni, sta vivendo anni di intensa vivacità sotto tutti i profili, da quello della diffusione della cultura fotografica agli aspetti relativi al mercato dell’arte. Sono rimasto dunque piacevolmente sorpreso davanti a questo progetto espositivo che ‒ pur non ricorrendo a nomi molto noti, con qualche eccezione ‒ ha messo in piedi una mostra che, nel suo eclettismo, tiene insieme le ricerche più varie coniugando la qualità con il messaggio insito nel progetto: il rispecchiare cioè la trasversalità dei generi e degli stili, tipica della fotografia e dell’arte, del nostro tempo, aderente a quella società liquida di cui tanto si parla.

Domingo Milella e Bea De Giacomo. © Pio Tarantini Domingo Milella e sullo sfondo Bea De Giacomo. © Pio Tarantini.


Impossibile, in questa sede, analizzare i lavori di tutti i partecipanti: si va dalle suggestive visioni paesaggistiche di Domingo Milella ‒ probabilmente il fotografo più noto e affermato di questa compagine ‒ alle analitiche fotografie di ambienti di Allegra Martin; dalla rivisitazione del fotoreportage classico attraverso le fotocopie del Melting pot di Lele Saveri alle ricostruzioni fotografiche di Teresa Giannico che con il lavoro Lay Out riflette sul classico tema della fotografia tra realtà e finzione; fino alle vere e proprie installazioni del duo Niccolò Benetton - Simone Santilli (The cool couple) che, partendo da un semplice elemento attinente alla corporeità, la barba, realizzano complesse opere molto lontane dal concetto tradizionale di fotografia come rappresentazione bidimensionale del reale.

La fotografia si conferma insomma ‒ almeno la fotografia di questo progetto che, come detto, il titolo della mostra definisce nuova ‒ come una palestra in cui linguaggi vecchi e nuovi convivono offrendo allo spettatore una vasta gamma di opzioni non solo formali o esecutive: queste infatti rispecchiano la dialettica concettuale che sta alla base dei progetti. L’offerta risulta talmente varia ‒ e a volte, come in questo caso, notevolmente orientata verso una fotografia altra, che si discosta molto dalla fotografia tradizionale, incline invece a masticare esperienze e contaminazioni tipiche dell’arte attuale in generale ‒ che non si è ovviamente obbligati ad accettare in toto: ognuno può ritagliarsi le sue preferenze, costruendosi quasi il proprio progetto espositivo, in un rapporto davvero dialettico tra operator e spectator. Forse questa è la nuova frontiera di una fotografia che a volte pare non bastare più a se stessa. È la contaminazione e la trasversalità, bellezza.

[ Pio Tarantini ]


2016 – Sulla Nuova Fotografia Italiana

VIASATERNA Arte Contemporanea, via Giacomo Leopardi, 32 - Milano
7 giugno – 16 settembre 2016

orario:
da lunedì a venerdì, ore 12,00 - 19,00 | la mattina e il sabato su appuntamento
ingresso: libero
info: 02 36725378
info@viasaterna.com
www.viasaterna.com


_ _ _


[ RISORSE ESTERNE ]
VIASATERNA Arte Contemporanea
Allegra Martin

Lele Saveri
Teresa Giannico
Niccolò Benetton - Simone Santilli | The Cool Couple

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 10-06-2016 in NOTIZIE / FPART

PioTarantini






altro in FPART



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright