Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag

Carlo Mollino, Ritratto (senza titolo), 1956-1962 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino1 / 3       Carlo Mollino, Ritratto (senza titolo), 1956-1962 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino.

Carlo Mollino, Mimì Schiagno, 1952-1960 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino2 / 3       Carlo Mollino, Mimì Schiagno, 1952-1960 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino.

Carlo Mollino e Riccardo Moncalvo, Casa del Sole, Cervinia, fotomontaggio, 1955 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino3 / 3       Carlo Mollino e Riccardo Moncalvo, Casa del Sole, Cervinia (fotomontaggio), 1955 circa. Courtesy Politecnico di Torino, sezione Archivi biblioteca Roberto Gabetti, Fondo Carlo Mollino.

L'occhio magico di Carlo Mollino

Prenderà il via il 18 gennaio la stagione espositiva 2018 di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia e ad avviare la programmazione sarà la mostra L’occhio magico di Carlo Mollino. Fotografie 1934-1973. Si tratta di un'esposizione che intende attraversare l’intera produzione fotografica di Carlo Mollino (Torino, 6 maggio 1905 - 27 agosto 1973), proponendo una selezione di circa cinquecento immagini che, provenienti dalle collezioni del Fondo Carlo Mollino, degli Archivi della Biblioteca Roberto Gabetti e del Politecnico di Torino, offrirà ai visitatori dai immagini più note a opere del tutto inedite e mai esposte in precedenza, a cui si aggiungono documenti, manoscritti, cartoline, dattiloscritti originali e lettere.

Proposta come ampliamento della mostra Carlo Mollino. In viaggio ospitata negli spazi di CAMERA nella primavera del 2016 (cfr. Risorse Interne) –, l'esposizione intende sottolineare, da un lato, il rafforzamento della collaborazione tra le due realtà torinesi (Politecnico e CAMERA), sancito anche da un accordo di collaborazione siglato nell’aprile del 2017, dall'altro, il ruolo privilegiato che l'architetto, designer e aviatore Mollino ha sempre riservato alla fotografia, non solo come produttore di immagini, ma anche come critico. Nel corso della sua esistenza, l'autore si è infatti servito di questo linguaggio sia come mezzo espressivo, sia come fondamentale strumento di documentazione e archiviazione del proprio lavoro e del proprio quotidiano, sia come materia di studio e di ricerca critica.

«Questa esposizione, la più grande e completa mai realizzata sul tema – spiega il testo di presentazione dell'evento – indaga il rapporto tra Mollino e la fotografia evidenziandone l’unicità e le caratteristiche ricorrenti, a partire dalle prime immagini d’architettura realizzate negli anni Trenta fino alle Polaroid degli ultimi anni della sua vita. Sulle orme del padre Eugenio, ingegnere e appassionato fotografo, Carlo Mollino si è avvicinato a questo linguaggio espressivo fino dalla gioventù, sviluppando non soltanto un vasto corpus di immagini a metà tra il canone della tradizione, di cui aveva consapevolezza profonda, e lo slancio della sperimentazione, ma anche una peculiare coscienza critica che lo ha condotto a pubblicare nel 1949 Il messaggio dalla camera oscura, volume innovativo quanto fondamentale per la diffusione della cultura fotografica in Italia e la sua accettazione tra le arti maggiori».

Il percorso espositivo è suddiviso in quattro sezioni tematiche, ognuna delle quali intitolata con una citazione tratta dagli scritti dello stesso autore (Mille case, Fantasie di un quotidiano impossibile, Mistica dell’acrobazia, L’amante del duca), ed è accompagnato da una pubblicazione, edita da Silvana Editoriale, contenente tutte le riproduzioni delle opere in esposizione e arricchita dai saggi di Francesco Zanot, Enrica Bodrato, Fulvio Ferrari e Paul Kooiker.

L’occhio magico di Carlo Mollino. Fotografie 1934-1973
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, via delle Rosine, 18 - Torino
18 gennaio – 13 maggio 2018

orario: lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, ore 11,00 - 19,00 | giovedì, ore 11,00 - 21,00 | martedì chiuso
ingresso: intero 10,00 € | ridotto 6,00 € per under 26 e over 70 anni, e per i possessori del biglietto di ingresso di: Gallerie d’Italia (Milano, Napoli, Vicenza), Museo Ettore Fico, Museo Nazionale del Cinema, MAO, Palazzo Madama, Borgo Medievale, GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna, Touring Club Italiano, Forte di Bard, Amici della Fondazione per l’Architettura, iscritti all’Ordine degli Architetti, iscritti AIACE, iscritti Enjoy, soci Slow Food, soci Centro Congressi Unione Industriale Torino | gratuito per bambini fino a 12 anni di età, possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte e possessori Torino+Piemonte Card
info: 011 0881150
camera@camera.to
www.camera.to


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ mostre ] Carlo Mollino. In Viaggio
◉ [ mostre ] Cronache dal set: il cinema di Paolo Sorrentino Fotografie di Gianni Fiorito

◉ [ mostre ] Arrivano i Paparazzi! Fotografi e divi, dalla Dolce Vita a oggi

[ RISORSE ESTERNE ]
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag

pubblicato in data 06-01-2018 in NOTIZIE / MOSTRE

FOTOtorino2018 CAMERAtorino CarloMollino FrancescoZanot






altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright