1 / 5       © Alessandra Locatelli. Tratta da Il passo di Alessandra Locatelli, Mattia Colombo e Francesco Ferri, primo premio sezione Audiovisivi.
2 / 5       © Valentino Candiani. Tratta da Storia di fatica e ingegno contadino tra rocce e sole di Valentino Candiani, menzione speciale, sezione Fotografia.
3 / 5       © Filippo Messina. Tratta da 50,00 Hz di Filippo Messina, secondo premio sezione Fotografia.
4 / 5       © Claudio Argentiero. Tratta da Valli varesine: agricoltura e paesaggio di Claudio Argentiero, terzo premio sezione Fotografia.
5 / 5       © Tommaso Perfetti. Tratta da Il bosco scende di Tommaso Perfetti, primo premio sezione Fotografia.

Identità Alpina

Sono stati annunciati i vincitori del concorso per progetti fotografici e audiovisivi Identità Alpina. Il patrimonio culturale alimentare: persone, comunità a tavola, paesaggi e saperi agricoli e artigianali, promosso dall’Archivio di Etnografia e Storia Sociale di Regione Lombardia nell’ambito del progetto E.CH.I. Etnografie italo-svizzere per la valorizzazione del patrimonio immateriale dell’area transfrontaliera.
L’Archivio di Etnografia e Storia Sociale di Regione Lombardia promuove da tempo la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull'argomento e di scongiurare il rischio che si perda buona parte della cultura tradizionale, fatta di riti e consuetudini sociali, tecniche e saperi artigianali, lingue e dialetti, ma anche racconti fantastici dalle radici profonde, leggende che spiegano usi desueti, paesaggi costruiti dal lavoro dell’uomo e antichi toponimi. Con queste finalità, la giuria del concorso – composta da Renata Meazza (responsabile dell’Archivio di Etnografia e Storia Sociale), Silvia Paoli (esperta di fotografia storica), Diego Ronzio (esperto del settore audiovisivo), Benedetta Sevi (Dirigente della Struttura della Patrimonio Culturale e imprese culturali della Direzione Generale Culture, Identità e Autonomie), Mirko Sotgiu (giornalista di settore), Silvia Stabile (giurista in ambito dei beni culturali), Roberto Tomesani (esperto di fotografia contemporanea) e Roberta Valtorta (esperta di fotografia contemporanea) – ha deciso di premiare i seguenti lavori:

SEZIONE FOTOGRAFIA
- Il bosco scende di Tommaso Perfetti (primo premio)
Motivazione: «Progetto molto chiaro e coerente, in linea con i criteri della fotografia documentaria contemporanea. Linguaggio sintetico e compatto che esprime un senso di malinconia e di straniamento attraverso intensi ritratti in contrappunto con pochi, semplici ma efficaci particolari del paesaggio montano in abbandono».
- 50,00 Hz di Filippo Messina (secondo premio)
Motivazione: «Progetto realizzato con raffinatezza e grande cura formale, con una interessante alternanza di particolari della natura e di prodotti alimentari lavorati dall’uomo. Studio approfondito delle texture che avvicina efficacemente lo sguardo dell’osservatore al mondo della montagna».
- Valli varesine: agricoltura e paesaggio di Claudio Argentiero (terzo premio)
Motivazione: «Lavoro che rappresenta con forza il rapporto tra l’uomo e gli animali in ritratti ben ambientati e costruiti con grande cura, controllo, rispetto e coerente linguaggio compositivo».
- Storia di fatica e ingegno contadino tra rocce e sole di Valentino Candiani (menzione speciale)
Motivazione: «Documentazione assai variegata del territorio, composta da molti temi, dal paesaggio al ritratto, ai momenti di vita e di lavoro della montagna».

SEZIONE AUDIOVISIVI
- Il passo di Alessandra Locatelli, Mattia Colombo e Francesco Ferri (primo premio)
Motivazione: «Progetto che presenta un percorso di formazione, una storia emblematica e attuale, dalla quale emergono il confronto tra generazioni e la particolarità della vita in alpeggio. La qualità del lavoro è data da una efficace alternanza di dialoghi e silenzi, dalla sensibilità e consapevolezza dello sguardo e della costruzione narrativa».
- Quello che mangia di Elvio Manuzzi e Pietro De Tilla (secondo premio)
Motivazione: «Progetto strutturato per quadri di documentazione che narrano la relazione tra alimentazione animale e umana e mettono in scena il rapporto tra giovani e anziani all’interno di una comunità. Buona la descrizione del luogo e attento il lavoro di ricerca etnografica».
- Dolci Acque di Eric Davanzo (terzo premio)
Motivazione: «Progetto realizzato con attenta cura formale, strutturato con un’interessante alternanza di quadri visivi sul paesaggio e sul lavoro di montagna».
- La gra. Castagne a Rodolo di Italo Sordi e Fabrizio Caltagirone (menzione speciale)
Motivazione: «Attento lavoro di documentazione e di ricerca etnografica».

Le opere selezionate resteranno esposte nella suggestiva cornice della Darsena di Milano fino al Primo novembre 2015.

Identità Alpina.
Il patrimonio culturale alimentare: persone, comunità a tavola, paesaggi, saperi agricoli e artigianali
Darsena di Milano (accesso da viale Gorizia) - Milano
20 ottobre – 1 novembre 2015

orario
: da lunedì a venerdì, ore 10,30 - 21,00 | sabato e domenica, ore 10,30 - 24,00
ingresso: libero
info: www.mufoco.org

pubblicato in data 22-10-2015 in NOTIZIE / CONCORSI







altro in CONCORSI



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright