pubblicità su FPmag
FOTOtorino PaolaMeligaArtGallery UgoLucioBorga

Sud Sudan: il genocidio dimenticato

Ugo Lucio Borga, una rifugiata incinta affetta da grave forma di malnutrizione causata dalla guerra civile, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga1 / 7       Ugo Lucio Borga, Una rifugiata incinta affetta da grave forma di malnutrizione causata dalla guerra civile, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Una donna anziana, proveniente dal campo rifugiati, assiste la figlia che versa in condizioni gravissime a causa della malnutrizione e della tubercolosi, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga2 / 7       Ugo Lucio Borga, Una donna anziana, proveniente dal campo rifugiati, assiste la figlia che versa in condizioni gravissime a causa della malnutrizione e della tubercolosi, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Ospedale governativo: a un uomo in fin di vita, a causa della malnutrizione conseguente alla guerra civile, viene somministrata una soluzione salina. Non esiste altra cura e non sono disponibili medicinali specifici, Bor, Jonglei, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga3 / 7       Ugo Lucio Borga, Ospedale governativo: a un uomo in fin di vita, a causa della malnutrizione conseguente alla guerra civile, viene somministrata una soluzione salina. Non esiste altra cura e non sono disponibili medicinali specifici, Bor, Jonglei, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Campo rifugiati, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga4 / 7       Ugo Lucio Borga, Campo rifugiati, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Campo rifugiati: Le magre mandrie dei rifugiati si riuniscono, al tramonto, dentro ai confini del campo, per proteggersi dagli assalti, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga5 / 7       Ugo Lucio Borga, Campo rifugiati: Le magre mandrie dei rifugiati si riuniscono, al tramonto, dentro ai confini del campo, per proteggersi dagli assalti, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Un bambino fugge dai combattimenti. Migliaia di orfani di guerra vivono, privi di qualsiasi assistenza, in Sud Sudan, Bor, Jonglei, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga6 / 7       Ugo Lucio Borga, Un bambino fugge dai combattimenti. Migliaia di orfani di guerra vivono, privi di qualsiasi assistenza, in Sud Sudan, Bor, Jonglei, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Ugo Lucio Borga, Una donna appena arrivata al campo rifugiati dallo stato del Jonglei, dove infuriano i combattimenti, stroncata dalla fame e dalla fatica, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga7 / 7       Ugo Lucio Borga, Una donna appena arrivata al campo rifugiati dallo stato del Jonglei, dove infuriano i combattimenti, stroncata dalla fame e dalla fatica, Mingkamann, Lakes, Sud Sudan. © Ugo Lucio Borga.

Sud Sudan: il genocidio dimenticato

Dal 3 maggio al 15 giugno 2018, a Torino, le sale della Paola Meliga Art Gallery ospitano South Sudan: Walk or die. The forgotten genocide, una mostra che permette ai visitatori di osservare da vicino il duro reportage sul Sud Sudan ad opera del fotogiornalista piemontese Ugo Lucio Borga (1972).

Inserita nel quadro della prima edizione di Fo.To – Fotografi a Torino (Torino, 3 maggio – 29 luglio 2018. Cfr. pagina web segnalata in basso tra le Risorse Esterne), l'esposizione riunisce infatti un'ampia selezione di immagini realizzate da Borga negli ultimi anni in Sud Sudan, durante i quali ha avuto modo di documentare le drammatiche conseguenze della guerra civile scoppiata nel 2013. Una guerra che ha fortemente minato, e continua a minare, la stabilità del Paese e che, per il livello di ferocia raggiunto, assume oggi i contorni di un vero e proprio genocidio.

«Il conflitto in Sud Sudan – spiega al proposito il testo di presentazione dell'evento – ha provocato il più grande esodo della storia, in Africa, dal genocidio in Rwanda. È una guerra segnata da atrocità e massacri su base etnica. Secondo l'Unicef, sono oltre 19.000 i bambini reclutati nel conflitto, 250.000 sono a rischio di morte imminente per fame, 2,4 milioni sono costretti a fuggire. La guerra civile del Sud Sudan ha provocato una delle più gravi crisi umanitaria nel mondo. I combattimenti infuriano in tutto il Paese: I soldati della missione UNMISS non sono in grado di proteggere i civili, venendo meno al loro mandato. Molti giornalisti sud sudanesi sono stati incarcerati, torturati, uccisi. Secondo l’OMS, oltre il 40 per cento della popolazione è affetta da PTSD (Sindrome da stress post-traumatico) a causa delle violenze subite».

In occasione dell'inaugurazione della mostra – in programma per giovedì 3 maggio 2018 a partire dalle ore 18,00 – sarà presentato La luna si nasconde – Diari dall'Africa in guerra (edizioni Marco Valeri, aprile 2018), l'ultimo libro di Ugo Lucio Borga con prefazione di Marco Maggi.

South Sudan: Walk or die. The forgotten genocide
Paola Meliga Art Gallery, via Maria Vittoria, 46/D - Torino
3 maggio – 15 giugno 2018

orario: da martedì a venerdì, ore 15,30 - 19,00 | sabato, ore 10,00 - 12,30 e 15,30 - 19,00 | lunedì e festivi chiuso
ingresso: libero
info: 011 2079983
paolameliga@libero.it
www.paolettam69.wixsite.com


– – –

RISORSE INTERNE
[ mostre ] Luigi Ghirri. Reincanto al Fo.To. – Fotografi a Torino
◉ [ appunti critici ] Living on the death river di Ugo Lucio Borga
[ ongoing ] Furiarum Aera di Ugo Lucio Borga

RISORSE ESTERNE
Ugo Lucio Borga

Paola Meliga Art Gallery
Fo.To. – Fotografi a Torino

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 02-05-2018 in NOTIZIE / MOSTRE



altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright