pubblicità su FPmag
GalleriaMucciaccia StephaneGraff Roma

Stephane Graff. Eyedentity

Stephane Graff, dalla serie Rear window, 2016
. Olio su tavola, 60x80 cm. © Stephane Graff1 / 7       Stephane Graff, dalla serie Rear window, 2016
. Olio su tavola, 60x80 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, Bar Gazer, 2017. 
Olio su tela, 60x80 cm. © Stephane Graff2 / 7       Stephane Graff, Bar Gazer, 2017
. Olio su tela, 60x80 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, The Dream, 2013-2014
Olio su tela, 160x200 cm. © Stephane Graff3 / 7       Stephane Graff, The Dream, 2013-2014. 
Olio su tela, 160x200 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, Victorian painter, 2006. Olio su tela, 122x92 cm. © Stephane Graff4 / 7       Stephane Graff, Victorian painter, 2006. 
Olio su tela, 122x92 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, The Kiss, 2005. 
Olio su tela, 100x70 cm. © Stephane Graff5 / 7       Stephane Graff, The Kiss, 2005. 
Olio su tela, 100x70 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, Running man, 2017. 
Olio su tavola, 101x229 cm. © Stephane Graff6 / 7       Stephane Graff, Running man, 2017
. Olio su tavola, 101x229 cm. © Stephane Graff.

Stephane Graff, Sp blue, eyeidentity. © Stephane Graff7 / 7       Stephane Graff, Sp blue, eyeidentity. © Stephane Graff.

Stephane Graff. Eyedentity

La Galleria Mucciaccia di Roma ospita una mostra dell’artista franco-inglese Stephane Graff, la cui ricerca espressiva, fortemente influenzata dalle teorie della psicoanalisi di Freud e Jung, lambisce i territori della fotografia analogica, della pittura e della scultura.

Intitolata Eyedentity, l'esposizione riunisce alcuni dei più noti lavori di Graff: dalla serie Black Box (1991), costituita da opere foto-realistiche nelle quali gli occhi dei soggetti sono cancellati da strisce di nero, alla più recente Glitch Paintings, le cui opere sono apertamente ispirate alle immagini distorte createsi sul televisore dell’artista durante una tempesta elettrica.
In mostra anche una selezione di opere della serie Mille-Feuille (2014), realizzate con centinaia di strisce di legno assemblate insieme, e i cosiddetti Mugshots, una serie di ritratti anti-identitari nati da una attenta riflessione sulla post-verità maturata in seno alla performance È proibito sorridere (Smiling Is Prohibited), tenutasi presso la Galleria Mucciaccia lo scorso giugno.

Filo conduttore di tutti i lavori dell'artista riuniti nel percorso espositivo romano, alcune tematiche ricorrenti. In quasi tutte le serie, Stephan Graff affronta infatti i temi dell’identità, dell’occultamento, della memoria e la propria concezione laica del sacro.
Inoltre, come spiega il testo di presentazione dell'evento, «Una ricerca approfondita ha portato Graff a sviluppare un suo Alter Ego, lo scienziato professore e l’etno-botanico Dr Albert Frique. I suoi lavori più vasti sono i dipinti della serie dei Black Box, le serie fotografiche di Constricttions e le pitture di Mille-Feuilles, realizzate su numerose strisce di legno, che uniscono le discipline della pittura e della scultura».

La mostra Stephane Graff. Eyedentity è accompagnata da un interessante catalogo monografico, arricchito con un’intervista all’artista a cura di Costantino D’Orazio, un testo dell’autore e un saggio critico di James Putnam.


Stephane Graff. Eyedentity

Galleria Mucciaccia, largo della Fontanella di Borghese, 89 - Roma
23 marzo – 5 maggio 2018

orario: da lunedì a sabato, ore 10,00 - 19,30 | domenica chiuso
ingresso: libero
info: 06 69923801
segreteria@galleriamucciaccia.it
www.galleriamucciaccia.com


_ _ _

[ RISORSE ESTERNE ]
Stephane Graff
Galleria Mucciaccia

Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 27-03-2018 in NOTIZIE / MOSTRE



altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright