DavideBologna

Le partorienti di Chiara Caponnetto

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 1 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 2 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 3 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 4 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 5 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 6 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 7 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 8 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 9 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 10 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto. 11 / 11       Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Le partorienti di Chiara Caponnetto

La Naturalità del Parto è una raccolta di immagini della fotografa palermitana Chiara Caponnetto che documenta le intense ore del travaglio e l'emozione per l’attesa e l’arrivo di una nuova vita. Emozioni ed esperienze di vita vissute da diverse coppie italiane presso l’Unità di Ostetricia e Ginecologia del Civico Di Cristina Benfratelli, azienda ospedaliera del capoluogo siciliano. Realizzato nell’arco di un anno (da maggio 2014 a maggio 2015), questo reportage affronta un tema molto personale, ma allo stesso tempo condiviso e significativo nella vita di molti.
La motivazione originale della Caponnetto non è il puro esercizio stilistico, la sfida ad un genere, il reportage, che sembra sempre più spesso un mero strumento di autoaffermazione da parte di fotografi che intasano festival e concorsi con progetti fotocopia in cui le citazioni involontarie si sprecano, con il risultato di suscitare emozioni facili solo tra i più distratti.
«Il mio primo intento – dice Chiara Caponnetto – è quello di propormi come testimone professionista, di offrire un servizio, in un momento fondamentale nella formazione di un nucleo familiare, rispolverando la figura del fotografo di famiglia non solo in occasione di matrimoni o altri avvenimenti pubblici, ma anche e soprattutto per fissare con qualità i ricordi privati e consegnarli alla memoria di chi verrà dopo. Considero le fotografie che realizzo per la mia famiglia e che intendo proporre come servizio per i miei clienti alla stregua di un diario segreto che attende di essere riscoperto».

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.
Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Chiara Caponnetto è nata ad Agrigento nel 1975, ma vive a Palermo dall’età di 18 anni. Laureata in Ingegneria idraulica, dopo anni di tirocinio e lavori che ritiene poco gratificanti, nel 2000 ha un primo sentore di quella che sarà la sua vocazione fotografica, maturata durante il mese passato in Brasile come volontaria, occasione in cui realizza un calendario a scopo benefico con foto proprie e di colleghi e con le competenze di grafica nel frattempo acquisite. La svolta avviene tuttavia solo nel 2013, dopo aver fatto parte del primo GSFP (Gruppo di Supporto Fotografi Pigri), un laboratorio fotografico della durata di un anno volto a stimolare la capacità progettuale in fotografia e tenuto dalla fotografa professionista Sara Lando, membro del direttivo di TAU Visual.
Il suo percorso è innanzitutto introspettivo. L'autrice cerca nella fotografia un linguaggio che le consenta di affrontare ed esplicitare le dinamiche familiari col conseguente desiderio di confrontarsi con le storie di altre famiglie. Quando decide di mettersi finalmente in gioco, lo fa con risolutezza, aprendo un piccolo studio con sala di posa, a cui dà il nome di Giorni Felici, e spendendosi per affermare la necessità di affidare i ricordi personali più importanti ad un fotografo professionista. Entra in contatto con altri fotografi che si stanno specializzando in fotografia di bambini e famiglia e contribuisce a portare avanti l'Associazione Italiana Fotografi di Bambini, che al momento si muove in seno a TAU Visual.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.
Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

Per realizzare La Naturalità del Parto, la Caponnetto ha affrontato, con determinazione e forse con un pizzico di sana incoscienza, le difficoltà di inserirsi nell’ambiente ospedaliero e partecipare ad eventi carichi di emozioni e di tensioni, in cui la tolleranza per la sua presenza non era affatto scontata. Ha sottratto ore alla propria famiglia, al marito e ai due figli, ed è corsa nel cuore della notte su chiamata delle donne che hanno accettato di essere da lei raccontate. Ne è risultata una narrazione efficace, emozionante e delicata, dove non mancano le informazioni (il personale dell’Ospedale Civico incoraggia il parto naturale e la posizione verticale durante il travaglio) e dove la fotografia è presente, con una buona attenzione alla composizione, al ritmo e alla luce, domata anche nelle condizioni più difficili. Ricorda da vicino Country Doctor di W. Eugene Smith non soltanto per il tema medico e la sobrietà, ma forse perché anche qui è centrale l’aspetto umano: le immagini restituiscono la forza delle partorienti, le ore spossanti e il ruolo del compagno che attende e dà supporto, il dolore fisico e la gioia per la nascita del bambino.

Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.
Da La Naturalità del Parto, Palermo, maggio 2014 - maggio 2015. © Chiara Caponnetto.

« Il bambino come sta? È la domanda – continua Chiara Caponnetto – che sovente spezza il silenzio. Il benessere del bambino è il focus. Coppia, ostetrici, medici, pediatri sono rivolti alla vita che nasce. C’è un momento in cui la sala parto si riempie di figure professionali. È il momento che ho amato di più, perché tutti, con diverse mansioni si prodigano per la vita! La procreazione è davvero un miracolo e io nel mio angolo, intenta a trovare un varco per il mio obiettivo, ho sentito di farne parte».
La selezione che la fotografa ha deciso di mostrare è forse limitata dalla decisione di consultare i soggetti ritratti sull’opportunità di pubblicazione, decisione d’altra parte comprensibile dato il suo intento primario di offrire un servizio innanzitutto alle stesse partorienti. Avendo visto le fotografie durante la mostra presso la Residenza Universitaria San Severio di Palermo, tra maggio e giugno del 2016, mi è stato possibile apprezzare anche il lavoro di stampa. Per la sensibilità del soggetto e per appropriarsi anche di questa fase produttiva partendo da scatti digitali, la Caponnetto si è dotata di una buona stampante e ha eseguito numerose prove fino alla realizzazione di ottime stampe su carta Fine Art Museum Etching di Hahnemühle, che le rendono apprezzabili anche come oggetto finito.
Per il futuro Chiara Capponnetto conta di portare avanti il progetto, sempre dando priorità all’attività presso il suo studio, stimolata e incuriosita dalle differenze che ha riscontrato nelle dinamiche tra le differenti coppie e con il personale medico, possibilmente spostando l’attenzione anche su altre strutture e famiglie di diverse etnie. [ Davide Bologna ]


_ _ _

[ RISORSE ESTERNE ]
Chiara Caponnetto
Giorni Felici

Associazione Italiana Fotografi di Bambini - TAU Visual
Gruppo di Supporto Fotografi Pigri





share

pubblicato in data 11-11-2016 in NOTIZIE / OPINIONI

altro in OPINIONI



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Glenda Cinquegrana, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright