pubblicità su FPmag
ReggiaDiCaserta StefaniaBiamonti KyleThompson

La fotografia visionaria di Kyle Thompson

Kyle Thompson, Untitled, 2012. © Kyle Thompson1 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2012. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Untitled, 2012. © Kyle Thompson2 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2012. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson3 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, dalla serie Ghost Town, 2015. © Kyle Thompson4 / 9       Kyle Thompson, dalla serie Ghost Town, 2015. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, dalla serie Ghost Town, 2015. © Kyle Thompson5 / 9       Kyle Thompson, dalla serie Ghost Town, 2015. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson6 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson7 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2016. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Untitled, 2015. © Kyle Thompson8 / 9       Kyle Thompson, Untitled, 2015. © Kyle Thompson.

Kyle Thompson, Carcass, 2013. © Kyle Thompson9 / 9       Kyle Thompson, Carcass, 2013. © Kyle Thompson.

La fotografia visionaria di Kyle Thompson

Atmosfere surreali, situazioni bizzarre, molti autoritratti e visioni oniriche, talvolta al limite dell'incubo. C'è tutto questo e molto altro nella fotografia concettuale del giovane fotografo statunitense Kyle Thompson (Chicago, 1992).

Appena ventiseienne, Kyle Thompson crea infatti con la fotocamera situazioni e momenti che non sono mai esistiti; realtà verosimili giocate sul filo dell'inquietudine e di suggestioni malinconiche, in cui si intrecciano ricordi e traumi di infanzia, ispirazioni ed emozioni, vissuto e immaginato. Una fotografia tanto spontanea nell'intenzione quanto artificiosa nella realizzazione, che affonda le sue origini in un'intuizione. «Necessitavo di un modo per incanalare le mie emozioni – spiega l'autore ricordando i suoi primi scatti –. Sentivo che gli autoritratti le esprimevano. Senza dover ricorrere alle parole. Avevo una terribile difficoltà nel rapportarmi con le persone, quindi ho finito per usarmi in quasi tutte le mie foto, passando parecchie ore ogni giorno nel girovagare da solo attraverso foreste vuote facendomi autoritratti grazie al timer delle mie fotocamere».

Grazie a questa perturbante commistione di finzione e realtà, Kyle Thompson vanta già diverse pubblicazioni, numerosi riconoscimenti e un ventaglio di mostre internazionali a cui, a partire dal 28 marzo, si aggiungerà la sua prima mostra italiana, Open Stage, curata da Gabriella Galati e organizzata presso la Reggia di Caserta. Per le sue sale, l'autore ha dato vita a un vero e proprio site specific volto ad offrire ai visitatori una prospettiva diversa sul rapporto tra spazio urbano e natura e, al contempo, un'apertura inedita sul contesto e l’ambiente che circondano le sue immagini. Come spiega la curatrice, «Thompson considera lo spazio naturale come una sorta di palcoscenico in cui un leggero spostamento dell’obiettivo della camera distruggerebbe l’illusione creata e metterebbe in luce il vero contesto della scena. [...] Di conseguenza (in questa mostra, ndr.), le immagini sono concepite in dittici: una di maggiori dimensioni sarà sempre un autoritratto dell’artista immerso in questi spazi naturali all’interno di aree urbane, l’immagine più piccola invece sarà quella che romperà l’illusione e farà vedere il vero ambiente in cui questa natura è immersa. L’interesse è quello di mettere in evidenza non solo come la città cambia la natura, ma anche come alcune, anche se piccole, porzioni di natura riescono a mantenersi immutabili».

La mostra Kyle Thompson. Open Stage gode del patrocinio del Comune di Caserta e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è promossa dalla Reggia di Caserta in collaborazione con la Galleria aA29 Project Room, Milano/Caserta. [ Stefania Biamonti ] 


Kyle Thompson. Open Stage
Reggia di Caserta, viale Douhet, 2/a - Caserta
28 marzo 2018 – 4 giugno 2018

orario: tutti i giorni, ore 8,30 - 19,30 | chiuso il martedì
ingresso: intero 12,00 € | ridotto 6,00 € | per prenotazioni, altre riduzioni o pacchetti cliccare qui
info: 0823 448084
re-ce@beniculturali.it
www.reggiadicaserta.beniculturali.it

– – –

[ RISORSE ESTERNE ]
Kyle Thompson
Galleria aA29 Project Room
Reggia di Caserta

Myphotoporta.i  creare un sito di fotografia

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 27-03-2018 in NOTIZIE / MOSTRE



altro in MOSTRE



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright