pubblicità su FPmag
VisionQuesT UnimediaModern SilvioWolf SaraZanini

La Doppia Verità

Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf1 / 5       Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf.

Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf2 / 5       Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf.

Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf3 / 5       Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf.

Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf4 / 5       Silvio Wolf, dalla serie Horizons. © Silvio Wolf.

Silvio Wolf, dalla serie Shivah. © Silvio Wolf5 / 5       Silvio Wolf, dalla serie Shivah. © Silvio Wolf.

La Doppia Verità

È stata inaugurata l’8 giugno, ma rimarrà aperta fino al 9 settembre 2017, la mostra La Doppia Verità di Silvio Wolf (Milano, 1952). Si tratta di un’unica esposizione che si sviluppa in due distinte sedi a Genova: VisionQuesT 4rosso e Unimedia Modern.

Questa doppia personale, definita nell comunicato stampa dell’evento «una freccia puntata simultaneamente in due direzioni», pone l’attenzione sulla comune idea di Verità. Il concetto pare infatti per certi versi superato dalla contemporanea post-verità, che favorisce le reinterpretazioni personali a discapito di ciò che può essere considerato verificabile. L'idea di Verità viene perciò interrogata da Wolf attraverso una doppia posizione: la realtà del mezzo fotografico e quella che in esso si riflette.

Per farlo l'autore propone presso la VisionQuesT 4rosso la serie Horizons, composta da immagini pre-fotografiche create durante la fase preparatoria dello scatto, grazie all’auto-esposizione della prima porzione di pellicola, e prive di qualsiasi referente esterno. L’intento di Silvio Wolf è quello di mostrare la fotografia prima del suo scatto, evidenziando l’opposizione tra luce e oscurità, materia e linguaggio. «Gli Horizons – si legge nel testo di presentazione dell'evento – possono essere considerati una condizione ultimativa dell'immagine foto-grafica, nella quale il linguaggio si manifesta senza l'intervento diretto del soggetto, come se l'uomo e il linguaggio agissero in un rapporto che non necessita più di alcun oggetto a loro esterno. In queste immagini astrazione visiva e oggettività fenomenica coincidono nella forma di pure interpretazioni della luce fotograficamente rivelata: sono attribuzioni di senso a oggetti fotografici, non scatti».

Negli spazi di Unimedia Modern, invece, viene esposta l'installazione Shivah, che richiede la partecipazione attiva dell’osservatore nel dare un senso a ciò che l’immagine può non rivelare. Le fotografie sono infatti occultate allo sguardo del pubblico, che è così invitato a interagire con esse scostando il tessuto di velluto nero che nasconde le superfici semiriflettenti. Una volta scoperte, le opere rivelano il riflesso del Soggetto, ovvero l'osservatore, mentre nel momento immediatamente precedente esse possono essere solo immaginate e pensate. «Gli Shivah sono ispirati metaforicamente alla tradizione tibetana secondo la quale le immagini sono visibili solo durante la preghiera, e a quella ebraica che prescrive di coprire le immagini e gli specchi durante i giorni di lutto». [ Sara Zanini ]

Silvio Wolf. La Doppia Verità
VisionQuesT 4Rosso, piazza Invrea, 4r - Genova
Unimedia Modern, c/o Palazzo Squarciafico, piazza Invrea, 5/b - Genova
9 giugno – 9 settembre 2017

orario:
da martedì a sabato, ore 15,00 - 19,00 | in altri giorni e orari su appuntamento
ingresso: libero
info: info@visionquest.it | info@unimediamodern.com
www.visionquest.it

_ _ _


RISORSE INTERNE
[ FPblog ] Conversazioni sulla soglia

RISORSE ESTERNE
Silvio Wolf
Unimedia Modern
VisionQuesT 4rosso

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 10-07-2017 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Glenda Cinquegrana, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano, Sara Zanini - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright