presentazione del libro d'artista Senza apparente motivo. Elegia per L'Aquila di Dario Coletti. FPschool, giovedì 18 gennaio 2018 ore 19,15

pubblicità su FPmag
MuPa FedericaLandi VictorLeguy PedroVaz MarcoMariaZanin CarloSala

Il tesoro è sempre più grande

Marco Maria Zanin, Figura magico-religiosa, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 16x20 cm. © Marco Maria Zanin1 / 5       Marco Maria Zanin, Figura magico-religiosa, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 16x20 cm. © Marco Maria Zanin.

Marco Maria Zanin, Figura rituale, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 16x20 cm. © Marco Maria Zanin2 / 5       Marco Maria Zanin, Figura rituale, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 16x20 cm. © Marco Maria Zanin.

Federica Landi, Shell, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 70x100 cm. © Federica Landi3 / 5       Federica Landi, Shell, 2017. Stampa fine art su carta cotone, 70x100 cm. © Federica Landi.

Victor Leguy, Rinascita #01 (dettaglio), 2017. Legno, tessuto, terra, vetro, oggetto, stampe. Fotografie di Marco Maria Zanin. © Victor Leguy4 / 5       Victor Leguy, Rinascita #01 (dettaglio), 2017. Legno, tessuto, terra, vetro, oggetto, stampe. Fotografie di Marco Maria Zanin. © Victor Leguy.

Pedro Vaz, Segunda Natureza, 2017. Still da video. Doppia proiezione video, (2x) 1080x1440px, 4/3, loop. Doppia struttura di proiezione, (2x) 120x160x70cm. Legno, tela per proiezione. © Pedro Vaz5 / 5       Pedro Vaz, Segunda Natureza, 2017. Still da video. Doppia proiezione video, (2x) 1080x1440px, 4/3, loop. Doppia struttura di proiezione, (2x) 120x160x70cm. Legno, tela per proiezione. © Pedro Vaz.

Il tesoro è sempre più grande

Il Museo del Paesaggio di Torre di Mosto, in provincia di Venezia, ospiterà per quasi un mese una mostra collettiva a cura di Carlo Sala e ad opera di Federica Landi (Rimini, 1986), Victor Leguy (San Paolo, 1979), Pedro Vaz (Maputo, 1977) e Marco Maria Zanin (Padova, 1983).

L'esposizione, intitolata Il tesoro è sempre più grande di quello che hai stretto tra le mani, riunisce i lavori inediti realizzati dai quattro autori nel corso di Humus Interdisciplinary Residence, la «piattaforma interdisciplinare che ha come scopo la contaminazione tra il mondo dell’arte contemporanea e quello di territori al margine, ancora estremamente legati al rapporto con l’agricoltura, le tradizioni del mondo contadino, il paesaggio, la terra intesa nel senso primario del termine». Il progetto è nato nel 2015 su iniziativa dello stesso Marco Maria Zanin e coinvolge sia Carlo Sala, curatore e critico d’arte, sia Michele Romanelli, psicologo e mediatore di conflitto.

Lungo il percorso sarà pertanto possibile osservare ciò che Landi, Leguy, Vaz e Zanin hanno prodotto durante il loro soggiorno nel Veneto orientale, più precisamente nella zona rurale compresa tra i comuni di Torre di Mosto, Eraclea e Caorle, a stretto contatto con la popolazione locale. Si tratta di opere che spaziano dalla rappresentazione di un tratto del fiume Livenza (Pedro Vaz) alla reinterpretazione degli oggetti appartenenti al Museo della Civiltà Contadina di Sant’Anna di Boccafossa (Federica Landi, Victor Leguy e Marco Maria Zanin) e che, nell'insieme, vorrebbero proporre una rilettura delle identità locali attraverso la messa in dialogo di diverse discipline.

Come spiega il testo dell'evento, «L’attività di rilettura dell’identità locale condotta da Humus Interdisciplinary Residence nel Veneto orientale è stata individuata da VeGAL (Agenzia di sviluppo del Veneto Orientale) nell’ambito del Piano di comunicazione del Programma di Sviluppo Locale (PSL) Leader 2014/2020 “Punti, Superfici e Linee” che VeGAL gestisce nel territorio, con l’obiettivo di aumentare la qualità della vita e le opportunità di lavoro per la popolazione locale, in particolare i giovani, finanziando progetti che investono sul patrimonio ambientale, storico, culturale, agroalimentare del territorio».

L'inaugurazione della mostra è prevista per sabato 27 gennaio, a partire dalle ore 18,00, mentre in occasione del seminario di conclusione dei lavori (in programma domenica 25 febbraio 2018, alle ore 17,00) verrà presentata la pubblicazione che raccoglie la documentazione inerente il progetto, dai testi critici alle immagini del processo artistico e delle opere.

Il tesoro è sempre più grande di quello che hai stretto tra le mani
MuPa – Museo del Paesaggio di Torre di Mosto, via Boccafossa (Località Boccafossa) - Torre di Mosto VE
28 gennaio – 25 febbraio 2018

orario: da lunedì a venerdì su appuntamento | sabato, ore 15,00 - 18,00 | domenica, ore 10,00 - 12,00 e 15,00 - 18,00
ingresso: intero 3,00 €
info: www.museodelpaesaggio.ve.it

_ _ _

RISORSE ESTERNE
◉ [ post.cast ] Marco Maria Zanin: Love me
◉ [ appunti critici ] Sampolaroid di Marco Maria Zanin

RISORSE ESTERNE

Federica Landi
Victor Leguy
Pedro Vaz
Marco Maria Zanin
Humus Interdisciplinary Residence
MuPa – Museo del Paesaggio di Torre di Mosto

presentazione del libro d'artista Senza apparente motivo. Elegia per L'Aquila di Dario Coletti. FPschool, giovedì 18 gennaio 2018 ore 19,15

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 09-01-2018 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright