Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag
Percezione PietroCollini

Il mistero degli occhi

Pietro Collini, Non a caso si dice che L’occhio è lo specchio dell’anima. © Pietro Collini. Pietro Collini, Non a caso si dice che L’occhio è lo specchio dell’anima. © Pietro Collini.

Il mistero degli occhi

Lo sguardo delle persone mi ha sempre affascinato.
Negli occhi si possono leggere moltissime informazioni riguardanti lo stato d’animo, il carattere, l’emozione del momento e molto altro.
Attraverso lo sguardo il nostro encefalo riesce a elaborare tante e tali informazioni da restarne meravigliati.

Pietro Collini, In fotografia, particolarmente nella ritrattistica, il porre l’accento sullo sguardo, a volte sfruttando anche una ripresa in close-up, consente al fotografo di aprire allo spettatore una facile lettura della personalità e dei sentimenti che emergono dal soggetto. © Pietro Collini.
Pietro Collini, In fotografia, e in particolare nella ritrattistica, il porre l’accento sullo sguardo, a volte sfruttando anche una ripresa in close-up, consente al fotografo di aprire allo spettatore una facile lettura della personalità e dei sentimenti che emergono dal soggetto. © Pietro Collini.

Sono tutti input che partono dall’individuazioni di particolari talvolta minuti, così minuti che solo un’attenta osservazione ci consente di coglierli. Ovviamente questi segnali sono elaborati attraverso una semantica ben codificata del nostro comportamento e catalogate attraverso le nostre esperienze personali.
Quello che più mi meraviglia è il fatto che la codifica e la decodifica di questi segnali umorali sono comuni a tutti i soggetti umani – e anche in alcuni primati – indipendentemente dalla razza, dal sesso e dalla lingua: rappresentano un linguaggio universale, che trascende ogni barriera.

Pietro Collini, In fotografia lo sguardo è fondamentale anche nella semantica del reportage, in questo genere fotografico lo sguardo rimanda immediatamente il lettore a interpretare correttamente la situazione, frequentemente di disagio, che il soggetto inquadrato ci trasmette con grande pathos. Direi che lo sguardo rappresenta la componente situazionale fondamentale per comprendere il grado di drammaticità o meno della situazione che il fotoreporter ci vuole proporre. Senza la sua presenza, la scena sarebbe muta e incomprensibile. © Pietro Collini.
Pietro Collini, In fotografia lo sguardo è fondamentale anche nella semantica del reportage. In questo genere fotografico lo sguardo porta immediatamente il lettore a interpretare correttamente la situazione, frequentemente di disagio, che il soggetto inquadrato ci trasmette con grande pathos. Direi che lo sguardo rappresenta la componente situazionale fondamentale per comprendere il grado di drammaticità o meno della situazione che il fotoreporter ci vuole proporre. Senza la sua presenza, la scena sarebbe muta e incomprensibile. © Pietro Collini.

Mentre la parola ha una sua propria modalità espressiva, caratteristica per ogni gruppo umano, il linguaggio dello sguardo porta con sé una universalità di significazioni.
Le emozioni intime di ciascuno di noi fluiscono all’esterno attraverso lo sguardo e chiunque riesce a interpretarle, con immediatezza e semplicità.

Pietro Collini, Gli occhi sono la componente fondamentale della trasmissione di eventi emozionali e paradossalmente, essi sono in grado di svolgere questa funzione anche quando sono chiusi. © Pietro Collini.
Pietro Collini, Gli occhi sono la componente fondamentale della trasmissione di eventi emozionali e, paradossalmente, essi sono in grado di svolgere questa funzione anche quando sono chiusi. © Pietro Collini.

Probabilmente la dinamica che sottintende l’immediato riconoscimento del momento psicologico che la persona, attraverso l’osservazione dello sguardo, riesce a comunicarci, si basa su una serie di visemi ben codificati nella memoria e dall’analisi successiva della loro interazione, sfruttando le strutture limbiche del nostro encefalo, che determinano l’affiorare di emozioni precise. Essi rappresentano la base di una semantica naturale insita in ognuno di noi e che, a loro volta, possiedono una loro universalità e specificità comune a tutti, indipendentemente da ogni diversità di lingua, cultura e costumi. [ Pietro Collini ]

Pietro Collini, Il nostro sistema limbico, deputato all’elaborazione emotiva delle immagini, riesce a leggere il substrato sentimentale anche quando gli occhi sono chiusi, perché le informazioni codificate nel nostro encefalo, sono in grado di andare oltre l’informazione grezza del visema e gli conferiscono significazioni comuni proprie della nostra esperienza personale e emozionale, utilizzando una sintassi che superano largamente le limitazioni della parola o del linguaggio scritto. Il mistero degli occhi, in definitiva, ha il vantaggio di abbattere tutte le barriere culturali, lessicali e razziali, esprimendosi attraverso una semantica universale e quindi perfettamente comprensibile a tutti. © Pietro Collini.
Pietro Collini, Il nostro sistema limbico, deputato all’elaborazione emotiva delle immagini, riesce a leggere il substrato sentimentale anche quando gli occhi sono chiusi, perché le informazioni codificate nel nostro encefalo sono in grado di andare oltre l’informazione grezza del visema e gli conferiscono significazioni comuni proprie della nostra esperienza personale ed emozionale, utilizzando una sintassi che supera largamente le limitazioni della parola o del linguaggio scritto. Il mistero degli occhi, in definitiva, ha il vantaggio di abbattere tutte le barriere culturali, lessicali e razziali, esprimendosi attraverso una semantica universale e quindi perfettamente comprensibile a tutti. © Pietro Collini.

_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ opinioni ] Matrimonio o divorzio di Pietro Collini
◉ [ opinioni ]
Fotografare in bianconero oggi? di Pietro Collini
◉ [ opinioni ] Titolo o didascalia? di Pietro Collini
◉ [ opinioni ] Estetica della rappresentazione quotidiana di Pietro Collini
◉ [ opinioni ] Pragmatica della visione di Pietro Collini
◉ [ opinioni ] Riflessioni e considerazioni sul mondo dell'immagine di Pietro Collini

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 14-12-2017 in NOTIZIE / OPINIONI



altro in OPINIONI



notizie recenti



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright