pubblicità su FPmag
FormaMeravigli GiulioPiscitelli

Harraga. Bruciando le frontiere

Giulio Piscitelli, Migranti aspettano da ore di attraversare il confine tra Grecia e Macedonia, Idomeni, Grecia, dicembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto1 / 9       Giulio Piscitelli, Migranti aspettano da ore di attraversare il confine tra Grecia e Macedonia, Idomeni, Grecia, dicembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Migranti appena arrivati dalla Serbia in attesa di essere trasportati, in autobus, nel campo profughi del governo ungherese, dove saranno registrati e schedati, Röszke, Ungheria, settembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto2 / 9       Giulio Piscitelli, Migranti appena arrivati dalla Serbia in attesa di essere trasportati, in autobus, nel campo profughi del governo ungherese, dove saranno registrati e schedati, Röszke, Ungheria, settembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Operazione dell'esercito iracheno nel distretto di Tahrir nel corso della battaglia per liberare la zona dai combattenti dell'Isis, Mosul, novembre 2016. © Giulio Piscitelli/Contrasto3 / 9       Giulio Piscitelli, Operazione dell'esercito iracheno nel distretto di Tahrir nel corso della battaglia per liberare la zona dai combattenti dell'Isis, Mosul, novembre 2016. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Civili in fuga dalle aree controllate dall'Isis attraversano il fiume Tigri per raggiungere un'area controllata dagli iracheni, Qayarat Tubiyah, novembre 2016. © Giulio Piscitelli/Contrasto4 / 9       Giulio Piscitelli, Civili in fuga dalle aree controllate dall'Isis attraversano il fiume Tigri per raggiungere un'area controllata dagli iracheni, Qayarat Tubiyah, novembre 2016. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Alcuni migranti tunisini sulla spiaggia dalla quale si imbarcheranno per Lampedusa, Gerba, Tunisia, marzo 2011. © Giulio Piscitelli/Contrasto5 / 9       Giulio Piscitelli, Alcuni migranti tunisini sulla spiaggia dalla quale si imbarcheranno per Lampedusa, Gerba, Tunisia, marzo 2011. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Migranti e profughi in attesa di attraversare il confine tra la Grecia e Macedonia, Idomeni, Grecia, dicembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto6 / 9       Giulio Piscitelli, Migranti e profughi in attesa di attraversare il confine tra la Grecia e Macedonia, Idomeni, Grecia, dicembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Immigrati subsahariani cercano di scavalcare la rete di confine tra Spagna e Marocco, Melilla, Spagna, agosto 2014. © Giulio Piscitelli/Contrasto7 / 9       Giulio Piscitelli, Immigrati subsahariani cercano di scavalcare la rete di confine tra Spagna e Marocco, Melilla, Spagna, agosto 2014. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Oltre 100 migranti tunisini imbarcati dal porto di Zarzis attraversano lo stretto di Sicilia verso Lampedusa, Mar Mediterraneo, aprile 2011. © Giulio Piscitelli/Contrasto8 / 9       Giulio Piscitelli, Oltre 100 migranti tunisini imbarcati dal porto di Zarzis attraversano lo stretto di Sicilia verso Lampedusa, Mar Mediterraneo, aprile 2011. © Giulio Piscitelli/Contrasto.

Giulio Piscitelli, Tende nel campo profughi vicino alla città, Calais, Francia, novembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto9 / 9       Giulio Piscitelli, Tende nel campo profughi vicino alla città, Calais, Francia, novembre 2015. © Giulio Piscitelli/Contrasto.
Harraga. Bruciando le frontiere

Harraga (= coloro i quali bruciano) è un termine di derivazione araba con cui si definisce il migrante che viaggia senza documenti. Migranti come quelli che ogni giorno approdano sulle nostre coste dopo aver affrontato un viaggio estenuante, e dall'esito incerto, che parte dall'Africa e ambisce all’Europa.

Un viaggio rischioso, connotato da risvolti anche violenti, che il fotografo Giulio Piscitelli (Napoli, 1981) documenta dal 2010 tratteggiando il profilo, in tre dimensioni, di quella crisi migratoria di cui la maggior parte di noi non intercetta che distrattamente la superficie. Non Piscitelli.
Come s
piega il testo di presentazione della mostra che riunisce presso Forma Meravigli a Milano parte della sua ampia e approfondita documentazione sui flussi migratori contemporanei: «Giulio Piscitelli ha vissuto e sperimentato in prima persona il viaggio dei migranti che tentano di raggiungere il suolo europeo, ha condiviso con loro lo sfinimento fisico e mentale. È salito lui stesso su uno di quei barconi, ormai tragicamente famosi, che portano i migranti dalla Tunisia alle coste italiane».

Con il lavoro in mostra, che abbraccia l'intera area che circonda il Mediterraneo, Giulio Piscitelli ha vinto la 13ª edizione del Premio Amilcare G. Ponchielli, istituito dal GRIN – Gruppo Redattori Iconografici Nazionale (cfr. Risorse Interne). Tuttavia non è l'unico riconoscimento ottenuto dall'autore per questa corposa testimonianza visiva che, frutto di un'indagine lunga quasi un decennio, restituisce tridimensionalità a un fenomeno complesso, drammatico, che in assenza di interventi seri e mirati rischia di perpetuarsi per decenni. E di bruciare intere generazioni (cfr. video in Risorse Interne).

L'esposizione è curata da Giulia Tornari e propone ai visitatori anche una selezione di scatti realizzati da Piscitelli a fine 2016 in Iraq, durante la guerra per la liberazione dall’Isis della città di Mosul. Una serie prodotta grazie ai fondi ottenuti dalla vincita del Premio Ponchielli. La mostra è accompagnata dal libro Harraga. In viaggio bruciando le frontiere edito da Contrasto.

Harraga. Fotografie di Giulio Piscitelli
Forma Meravigli, via Meravigli, 5 - Milano
24 febbraio – 26 marzo 2017

orario: mercoledì, venerdì, sabato e domenica, ore 11,00 - 20,00 | giovedì, ore 12,00 - 23,00 | chiuso lunedì e martedì
ingresso: intero 8,00 € | ridotto 6,00 €
info: 02 58118067
www.formafoto.it


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]
◉ [ concorsi ] I vincitori del Premio Ponchielli 2016
◉ [ mostre ] A Polaroid for a refugee di Giovanna Del Sarto
◉ [ mostre ] Idomeni, il territorio in-certo di Orestis Seferoglou
◉ [ video ] Let Me In di Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni
◉ [ mostre ] Fiumana di Saverio Serravezza
◉ [ video ] Cosa sappiamo dell'immigrazione? Intervista a Giulio Piscitelli
◉ [ video ] Una copertina tutta italiana: Giulio Piscitelli al VISA 2015


[ RISORSE ESTERNE ]
Giulio Piscitelli
GRIN - Gruppo Redattori Iconografici Nazionali
Forma Meravigli
Contrasto

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 25-02-2017 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Glenda Cinquegrana, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright