pubblicità su FPmag
LuisaMenazziMoretti SaraZanini

Dieci anni e ottantasette giorni

Luisa Menazzi Moretti, Strength, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti1 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Strength, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Ghosts, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti2 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Ghosts, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, The Well, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti3 / 9       Luisa Menazzi Moretti, The Well, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Sky, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti4 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Sky, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, The Ring, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti5 / 9       Luisa Menazzi Moretti, The Ring, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Shower, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti6 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Shower, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Ten Years and Eighty-Seven Days, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti7 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Ten Years and Eighty-Seven Days, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Deprivation, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti8 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Deprivation, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Luisa Menazzi Moretti, Crime Scene, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti9 / 9       Luisa Menazzi Moretti, Crime Scene, 2016. Da Ten Years and Eighty-Seven Days/Dieci anni e ottantasette giorni. © Luisa Menazzi Moretti.

Dieci anni e ottantasette giorni

Luisa Menazzi Moretti esporrà dal 13 aprile al 4 giugno 2017, presso il Complesso Museale di Santa Maria della Scala a Siena, i diciassette scatti che compongono il progetto Ten Years and Eighty-Seven Day / Dieci anni e ottantasette giorni, premiato lo scorso anno all'International Photography Award (IPA) ed esposto a Berlino nell'ambito dell'European Month of Photography 2016 (EMOP).

Il lavoro prende vita dalla volontà della fotografa (Udine, 1964) di raccontare, attraverso le immagini, i 3.737 giorni trascorsi in media dai condannati che, non sempre colpevoli, nel carcere texano statale Polunsky Unit, a sudovest di Livingston, attendono l'esecuzione della propria pena capitale. Gli scatti mettono in luce una realtà cruda e marginale, in contraddizione con il rispetto dei diritti umani.
Chiedendosi «Su quali sentimenti e ragioni si regge nel XXI secolo, nel ricco ed evoluto Texas, la pratica così arcaica dell’esecuzione?» Luisa Menazzi Moretti ha quindi scelto questo Stato per il suo primato nel numero di detenuti nel braccio della morte, ma anche per trasformarlo in una sorta di simbolo in grado di evocare, tra le righe, anche gli altri ventotto Stati Federali U.S.A. nei quali la pena di morte viene ancora oggi praticata, in contraddizione con la vigente democrazia liberale.

Le fotografie presentate come opere singole, dittici o trittici, sono state ispirate e vengono affiancate nel percorso dai testi scritti dai prigionieri, filtrati dalla sensibilità della fotografa. Queste lettere ed interviste raccontano delle intime emozioni, sensazioni e pensieri provati dai carcerati in quei giorni di solitudine nel braccio della morte, trascorsi in compagnia della sola radiolina da tavolo, dei libri e dei propri atti legali.
Daniele Pittèri, Direttore del Complesso Museale di Santa Maria della Scala, scrive al proposito: «Queste esistenze Luisa Menazzi Moretti non le documenta, né le interpreta. Le trasfigura. Le compenetra, le filtra attraverso la propria sensibilità e le rimanda, trasfigurate appunto, sotto forma di immagini che non raccontano, ma che danno forma ai pensieri, alle sensazioni e alle emozioni provocate in lei dai pensieri, le sensazioni e le emozioni non di reietti a scadenza, ma di esseri umani che, nonostante tutto, esistono».

La mostra, curata dall'autrice stessa, è prodotta dal Complesso Museale Santa Maria della Scala con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Berlino ed è patrocinata dal Comune di Siena con il supporto organizzativo di Opera-Civita. Il catalogo è edito da Contrasto. [ Sara Zanini ]

Ten Years and Eighty-Seven Day / Dieci anni e ottantasette giorni
Complesso Museale di Santa Maria della Scala, piazza Duomo, 2 - Siena
13 aprile – 4 giugno 2017

orario: tutti i giorni, ore 10,00 - 19,00 | tutti i venerdì di aprile, ore 10,00 - 22,00 | tutti i giovedì di maggio e giugno, ore 10,00 - 22,00
ingresso: intero 9,00 € | ridotto 7,00 € | ridotto 5,00 € per gruppi di almeno dieci persone | Acropoli pass (Duomo di Siena + Santa Maria della Scala) 18,00 €
info: www.santamariadellascala.com


_ _ _

RISORSE INTERNE
◉ [ mostre ] Somewhere di Luisa Menazzi Moretti

RISORSE ESTERNE
Luisa Menazzi Moretti
International Photography Award (IPA)
Santa Maria della Scala

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 27-02-2017 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright