pubblicità su FPmag
OnoArteContemporanea FridaKahlo

Dentro la vita di Frida Kahlo

Lucienne Bloch, Frida biting her necklace, New Workers School, NYC, 1933. © Lucienne Bloch1 / 9       Lucienne Bloch, Frida biting her necklace, New Workers School, NYC, 1933. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Frida by the cactus, Mexico, 1932. © Lucienne Bloch2 / 9       Lucienne Bloch, Frida by the cactus, Mexico, 1932. © Lucien Bloch.

Lucienne Bloch, Diego and Frida caught kissing, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch3 / 9       Lucienne Bloch, Diego and Frida caught kissing, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Frida with her godson, New York City, NY, 1938. © Lucienne Bloch4 / 9       Lucienne Bloch, Frida with her godson, New York City, NY, 1938. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Frida in front of unfinished unity panel, New Workers School, NY. © Lucienne Bloch5 / 9       Lucienne Bloch, Frida in front of unfinished unity panel, New Workers School, NY. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Frida with the ice cream cone, Jones Beach, NY, 1933. © Lucienne Bloch6 / 9       Lucienne Bloch, Frida with the ice cream cone, Jones Beach, NY, 1933. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Diego Rivera and Frida Kahlo, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch7 / 9       Lucienne Bloch, Diego Rivera and Frida Kahlo, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch8 / 9       Lucienne Bloch, New Workers School, NY, 1933. © Lucienne Bloch.

Lucienne Bloch, Frida at the Barbizaon Plaza Hotel, New York City, NY, 1933. © Lucienne Bloch9 / 9       Lucienne Bloch, Frida at the Barbizaon Plaza Hotel, New York City, NY, 1933. © Lucienne Bloch.

Dentro la vita di Frida Kahlo

È la storia di un'amicizia quella che si snoda tra le pieghe della mostra che, giovedì 15 dicembre 2016 alle ore 18,30, verrà inaugurata presso la ONO Arte Contemporanea di Bologna. Una storia cucita da un punto di vista intimo e privilegiato, in cui si intersecano arte, politica, amore e la ferrea determinazione di due donne: Frida Kahlo e Lucienne Block.

Intitolata Lucienne Bloch: dentro la vita di Frida Kahlo, l'esposizione riunisce quarantacinque fotografie, di diverso formato, scattate da Lucienne Block nel corso della sua assidua frequentazione di casa Rivera, durata circa otto anni. La fotografa svizzera conosce infatti Frida Kahlo e Diego Rivera nel 1931, durante un party al MOMA di New York organizzato in onore dello stesso Rivera che, in quel periodo, avrebbe dovuto affrescare sette pannelli per la sua personale nel museo newyorkese. Tuttavia, se con il celebre artista messicano la Block entra subito in sintonia, diventandone di lì a poco assistente, con Frida le cose andarono diversamente. Come riporta il testo di presentazione dell'evento, le prime parole che Frida rivolse a Lucienne durante quel party furono «Io ti odio», e il perché si svela poco dopo: «Lucienne e Rivera erano stati fianco a fianco tutta la sera, avevano parlato per lo più della tecnica dell’affresco, che Lucienne amava e che aveva studiato nel suo viaggio in Italia ma anche nelle scuole d’arte che aveva frequentato. La sintonia era palese, ma quello che Frida ancora non sapeva era che Lucienne, a differenza delle altre donne che gravitavano intorno a quell’ingombrante marito, sarebbe diventata una delle sue amiche più fedeli e fidate, colei che le sarebbe stata a fianco quando avrebbe abortito, quando avrebbe perso la madre e quando avrebbe scoperto il tradimento di Diego con la sorella Cristina».

Attraverso gli scatti proposti dalla galleria bolognese – tutti vintage prints originali, stampati e firmati da Lucienne Bloch – è dunque possibile avere un assaggio di quella che fu la vita privata di Frida Kahlo, le sue passioni, le sue abitudini, i suoi amori e i suoi rari momenti di spensieratezza. Una mostra che permette al visitatore di cogliere le sfaccettature più intime e private della Kahlo e che, per certi versi, completa il profilo dell'artista restituito dalla mostra Frida Kahlo e gli altri. La Collezione Gelman: arte messicana del XX secolo, ospitata presso Palazzo Alberganti fino al 17 marzo 2017.

In occasione dell'esposizione, la ONO Arte Contemporanea ospiterà la presentazione del volume Gli amori di Frida Kahlo di Valeria Arnaldi. L'incontro avverrà sabato 17 dicembre, alle ore 18,30, in presenza dell’autrice e di Patrizia Finucci Gallo, giornalista e scrittrice.


Lucienne Bloch: dentro la vita di Frida Kahlo
ONO Arte Contemporanea, via Santa Margherita, 10 - Bologna
16 dicembre 2016 – 26 febbraio 2017

orario: da martedì a giovedì, ore 10,00 - 13,00 e 15,30 - 20,00 | venerdì e sabato, ore 10,00 - 13,00 e 15,30 - 21,00 | domenica, ore 16,00 - 20,00 | lunedì chiuso
ingresso: gratuito
info: 051 262465
www.onoarte.com


_ _ _

[ RISORSE INTERNE ]

◉ [ mostre ] Semplicemente Frida

[ RISORSE ESTERNE ]
Lucienne Bloch
ONO Arte Contemporanea

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 14-12-2016 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright