Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag
PalazzoGrassi PuntaDellaDogana MuseumFolkwang RudolfStingel LaToyaRubyFrazier CindySherman MartinBethenod FlorianEbner AnnaFricke

Dancing with myself

Cindy Sherman, Untitled #578, 2016. Dye sublimation metal print, 128,3x121,9 cm. Courtesy of the artist and Metro Pictures, New York1 / 3       Cindy Sherman, Untitled #578, 2016. Dye sublimation metal print, 128,3x121,9 cm. Courtesy of the artist and Metro Pictures, New York.

Rudolf Stingel, Untitled (Alpino, 1976), 2006. Pinault Collection. Courtesy of the artist2 / 3       Rudolf Stingel, Untitled (Alpino, 1976), 2006. Pinault Collection. Courtesy of the artist.

LaToya Ruby Frazier, Self portrait Oct. 7th (9.30am), 2008. Gelatin silver print. Courtesy The Artist and Gavin Brown's enterprise, New York/Rome3 / 3       LaToya Ruby Frazier, Self portrait Oct. 7th (9.30am), 2008. Gelatin silver print. Courtesy The Artist and Gavin Brown's enterprise, New York/Rome.

Dancing with myself

A partire dal mese di aprile 2018, le sale di Punta della Dogana a Venezia ospitano Dancing with myself, una mostra collettiva nata dalla collaborazione tra la Pinault Collection e il Museum Folkwang di Essen.

Curata da Martin Bethenod, Florian Ebner ed Anna Fricke, l'esposizione riunisce e pone in aperto dialogo tra loro una selezione di circa cento opere provenienti dalla Pinault Collection e un'ampia raccolta di opere provenienti dal Museum Folkwang. Un percorso inedito, pensato appositamente per gli spazi espositivi di Punta della Dogana, che attraverso sguardi e linguaggi differenti si propone di indagare «l’importanza primordiale della rappresentazione di sé nella produzione artistica dagli anni ’70 a oggi e del ruolo dell’artista come protagonista e come oggetto stesso dell’opera».

In mostra opere di autori come Claude Cahun, LaToya Ruby Frazier, Gilbert & George, Cindy Sherman, Alighiero Boetti e Maurizio Cattelan, e quarantacinque lavori in più rispetto alla prima versione dell'esposizione, presentata a Essen nel 2016. «Attraverso un’ampia varietà di pratiche artistiche e linguaggi (fotografia, video, pittura, scultura, installazioni…), di culture e provenienza, di generazioni ed esperienze – spiega il testo di presentazione dell'evento –, la mostra mette in luce il contrasto tra attitudini differenti: la malinconia e la vanità, il gioco ironico dell’identità e l’autobiografia politica, la riflessione esistenziale e il corpo come scultura, effigie o frammento, e la sua rappresentazione simbolica».

Dancing with myself
Punta della Dogana, Dorsoduro, 2 - Venezia
8 aprile 2018 – in via di definizione

orario: da mercoledì a lunedì, ore 10,00 - 19,00 | chiuso il martedì
ingresso: intero 18,00 € (Palazzo Grassi + Punta della Dogana) | ridotto 15,00 € (Palazzo Grassi + Punta della Dogana) | biglietto scuole 15,00 € (Palazzo Grassi + Punta della Dogana) | ingresso libero per titolari della Membership Card di Palazzo Grassi e Punta della Dogana; bambini fino a 11 anni; giornalisti; persone con disabilità; guide autorizzate e ST_ART; 1 accompagnatore per ogni gruppo di adulti da 15 persone (fino a 29 persone); disoccupati; titolari della tessera Cultivist; 2x1 ai soci Carta Freccia in possesso di un biglietto Freccia per Venezia. Ogni mercoledì ingresso libero per i residenti nel comune di Venezia e per gli studenti Ca' Foscari, Accademia di Belle Arti e IUAV
info: 041 2001057
www.palazzograssi.it


_ _ _

[ RISORSE ESTERNE ]
Museum Folkwang
François Pinault Collection

Palazzo Grassi | Punta della Dogana

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 11-10-2017 in NOTIZIE / MOSTRE

altro in MOSTRE



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright