Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag
ClaudioMontecucco CristianaPalma

Claudio Montecucco. Io e te

Claudia Montecucco, dalla serie In Cammino. © Claudio Montecucco. Claudia Montecucco, dalla serie In Cammino. © Claudio Montecucco.

Claudio Montecucco. Io e te

Attraversare una mostra fotografica scuote la nostra esperienza visiva e lascia tracce nel nostro immaginario. L’impatto è a volte estraniante, le aspettative vengono disattese o viceversa esaltate, ma rimane sempre traccia. Percorrere un itinerario all’interno di una mostra ci permette di costruire una storia visiva fatta di tasselli di scatti fotografici. Il percorso diviene una scoperta e un racconto che si dipana come un filo rosso che parla della poetica dell’artista. Un esempio le fotografie di Claudio Montecucco.

Claudio Montecucco, dalla serie Leggere Perugia, 2013. © Claudio Montecucco.
Claudio Montecucco, dalla serie Leggere Perugia, 2013. © Claudio Montecucco.

Il bianconero come scelta iconica che rappresenta il fermo immagine di una realtà vista da un’altra prospettiva. La prospettiva di un fluido divenire delle emozioni che si rincorrono come i passi affrettati o pagine scritte. Luce morbida per accompagnare lo sguardo nel trovare il filo del racconto. Immagini che parlano sottovoce di frammenti di spazio. Ma il percorso iconico non è pienamente lineare, ci sono intoppi, retromarce, accelerazioni; ci sono momenti di totale coinvolgimento e passaggi affrettati.

Claudio Montecucco, dalla serie In cammino, 2014. © Claudio Montecucco.
Claudio Montecucco, dalla serie In cammino, 2014. © Claudio Montecucco.

Le scelte iconiche dialogano tra di loro e i neri profondi si dilatano formando sovrascritture che ci parlano di rapporto intimo con la città; i bianchi intensi vibrano sulla carta. I pittori avevano una tavolozza di bianchi e neri di finite sfumature; nella fotografia il passaggio dal nero al bianco ha infinite modulazioni; e sul confine tra le sfumature si nasconde la magia. Si potrebbe parlare della rivelazione dell’immagine, in cui l’occhio percepisce in modo inconsapevole ciò che la nostra mente non registra in maniera razionale. La sensazione è quella emotiva, irrazionale e non quantificabile. In questo spazio fluido della percezione le fotografie sono il medium che ci permette di comprendere in modo imprevisto la realtà, e di uscire dalla mostra con un bagaglio diverso. [ Cristiana Palma ]


Io e te
a cura di Luigi Petruzzellis | in collaborazione con Nami Namsrai
Complesso monumentale di San Francesco, via Ringhiera Umbra, 6 - Montefalco PG
16 aprile – 11 giugno 2017

orario: aprile e maggio, tutti i giorni, ore 10,30 - 18,00 | 1 – 11 giugno, tutti i giorni, ore 11,00 - 19,00
ingresso: intero 7,00 € | ridotto 5,00 € (18 - 25 anni, soci TCI) | gratuito 0 - 17 anni (residenti a Montefalco, soci Icom e giornalisti iscritti all'OdG)
info: 0742 379598
montefalco@sistemamuseo.it
www.sistemamuseo.it


_ _ _

[ RISORSE ESTERNE ]
Claudio Montecucco
Complesso Museale di San Francesco
Sistema Museo

Friuli Venezia Giulia Fotografia 2017

pubblicità su FPmag



share

pubblicato in data 08-05-2017 in NOTIZIE / OPINIONI

altro in OPINIONI



notizie recenti

FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright