Festival Photo La Gacilly 2018, 2 giugno - 30 settembre 2018. © Karen Knorr.

Festival Photo La Gacilly 2018

Il consuntivo delle prime 15 edizioni di Festival Photo La Gacilly è impressionante. Solo nell’edizione dello scorso anno, il 2017, sono stati contati 320.000 visitatori. Dall’inizio della sua storia il piccolo centro bretone ha accolto qualcosa come 3,3 milioni di persone che hanno raggiunto La Gacilly per ammirare i lavori di più di 300 fotografi che hanno accettato di esporre nel più grande festival di fotografia all’aperto di Francia, ovvero del mondo o poco meno.

L’edizione 2018 è caratterizzata da quattro tematiche intorno alle quali si articolano le attività espositive della manifestazione: Hymne à la Terre (Inno ala Terra), Poésie de la nature (Poesia della natura), Territoires des hommes (Territori degli uomini)e Une planète surexploitée (Un pianeta sovrasfruttato).

Come da tradizione il festival, sotto la direzione artistica di Cyril e Florence Drouhet mostra grande sensibilità alle tematiche che coinvolgono la natura e l’ambiente e ancora una volta riesce a intervenire sul territorio con residenze artistiche che permettono di indagare le realtà locali con occhio attento. A quest’ultimo proposito di grande rilievo il lavoro Avoir 15 ans à La Gacilly, risultato della residenza di due mesi della foto giornalista franco spagnola Catalina Martin-Chico.

Molto interessanti poi i nomi presenti nell’edizione 2018 di Festival Photo La Gacilly, ci limitiamo a ricordare Brent Stirton e il nostro Fausto Podavini recente vincitore di un secondo premio nella sezione Long-Term Projects al World Press Photo e precedentemente vincitore del Prix Photo Fondation Yves Rocher – Visa pour l’Image con il lavoro in mostra a La Gacilly.

In copertina: © Karen Knorr

MOSTRE

Karen Knorr, India Song. Voler vers la liberté, Dungarpur, Inde dalla mostra Fables in esposizione in rue Saint Vincent nell'ambito di Festival Photo La Gacilly 2018. © Karen Knorr. Karen Knorr, India Song. Voler vers la liberté, Dungarpur, Inde dalla mostra Fables in esposizione in rue Saint Vincent nell'ambito di Festival Photo La Gacilly 2018. © Karen Knorr.

Il fascino ambiguo delle Favole Karen Knorr con le sue immagini affascina lo spettatore e lo spinge a una riflessione critica sullo statuto della fotografia e delle istruzioni cui deleghiamo la nostra memoria storica e culturale
MOSTRE

Shana & Robert Parkeharrison, Burn Season dalla mostra Un monde irréel in esposizione al Végétarium nell'ambito di Festival Photo La Gacilly 2018. © Shana & Robert Parkeharrison. Shana & Robert Parkeharrison, Burn Season dalla mostra Un monde irréel in esposizione al Végétarium nell'ambito di Festival Photo La Gacilly 2018. © Shana & Robert Parkeharrison.

È davvero un mondo irreale? La forma è poetica, sospesa apparentemente tra onirico e surreale, ma le immagini realizzate da Shane & Robert Parkeharrison danno voce a tematiche fondamentali nel rapporto tra l'uomo e l'ambiente

share



FPmag

direttore responsabile Sandro Iovine | sandro.iovine@fpmagazine.eu - caporedattore Stefania Biamonti | stefania.biamonti@fpmagazine.eu - web developer Salvatore Picciuto | info@myphotoportal.com - coordinamento linguistico Nicky Alexander - traduzioni Nicky Alexander, Rachele Frosini - collaboratori Davide Bologna, Mimmo Cacciuni Angelone, Laura Marcolini, Stefano Panzeri, Pio Tarantini, Salvo Veneziano - referente per il Lazio Dario Coletti - referente per la Sardegna Salvatore Ligios - referente per la Sicilia Salvo Veneziano - redazione via Spartaco, 36 20135 Milano MI | redazione@fpmagazine.eu - tel. +39 02 49537170 - copyright © 2015 FPmag - FPmag è una pubblicazione Machia Press Publishing srl a socio unico - via Cristoforo Gluck, 3 20135 Milano MI | P.I. 07535000967 - C.F. 07535000967 - Registrazione del Tribunale di Milano n. 281 del 9 settembre 2014

about | newsletter | cookies, privacy, copyright